13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 26, 2024
HomeCronaca/PoliticaAl via il cantiere della pista ciclabile Antole-Casoni. Durata lavori prevista 4...

Al via il cantiere della pista ciclabile Antole-Casoni. Durata lavori prevista 4 mesi

Partito il cantiere della ciclabile Antole – Casoni: i lavori, affidati alla ditta Olivotto Srl di Ospitale di Cadore, hanno preso il via nei giorni scorsi con la pulizia della pista esistente che rappresenterà una parte del tracciato. L’importo complessivo dell’opera, completamento dell’intervento “Ciclovie per il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi” all’interno del quale è stato recuperato anche il ponte ottocentesco sul torrente Gresal, è di 867 mila euro finanziati nell’ambito del Pnrr. “Un ulteriore tassello nel progetto di potenziamento della nostra rete di piste ciclabili – commenta il sindaco, Oscar De Pellegrin -. L’intervento, infatti, permetterà a ciclisti e pedoni di percorrere il tratto compreso tra la località Mas e l’abitato di Antole senza accedere alla via principale e va a valorizzare un percorso antico e ricco di storia, l’ex strada provinciale detta Agordina vecchia”.

OBIETTIVI DELL’OPERA
“L’obiettivo è la realizzazione di una pista ciclabile che possa consentire ai ciclisti di evitare la S.R. n. 204 “Agordina“, particolarmente stretta nel tratto tra le località di Casoni e Antole – spiega l’assessore ai lavori pub-blici, Franco Roccon -. Qui, infatti, il sorpasso dei ciclisti da parte delle auto risulta difficile sia per la ridotta larghezza delle carreggiate che per la pendenza della strada. Non solo, lungo il margine destro della carreg-giata in direzione Casoni – Antole sono presenti guard rail laterali che non consentono vie di fuga, mentre lungo vari tratti in direzione opposta la corsia trova muretti di sostegno della scarpata a monte. In questo momento siamo nella fase della pulizia della vecchia strada, ringrazio i proprietari dei fondi per aver consentito il passaggio e l’utilizzo dei terreni. La durata del cantiere, salvo imprevisti e condizioni meteo avverse, sarà di 4 mesi”. “Il percorso si inserisce in un più ampio contesto di viabilità ciclabile denominato “Progetto Belluno” – prosegue il Sindaco -, che si collega a percorsi ciclabili già esistenti, quale l’anello “Mis-Val Cordevole” e la “Lunga via delle Dolomiti”, nonché ad altri progetti in fase di sviluppo quali la “ciclovia Bribano – Agordo”. Il recupero della viabilità in disuso potrà apportare all’intera zona interessata aspetti di riqualificazione e miglioramento della qualità ambientale, anche in considerazione delle opere di pulitura”.

CARATTERISTICHE DELLA PISTA
La pista si svilupperà prevalentemente lungo il vecchio tracciato della ex strada provinciale “Agordina vecchia” ora via Cordevole, che collegava l’Agordino con Belluno e che versa in stato di degrado essendo utilizzata solo per l’accesso ai fondi boschivi, e in parte lungo un tracciato del tutto nuovo da realizzare in adiacenza alla S.R. 204.

Tenuto conto degli ingombri dei ciclisti e dei velocipedi, la larghezza della pista ciclabile sarà almeno di m 2,50 (m 1,25 per ogni senso di marcia) con banchine laterali di 0,50 m., per una lunghezza complessiva di 1 chi-lometro e 300 metri, con partenza dal ponte sul torrente Gresal e arrivo all’incrocio con la frazione di Antole. Per favorirne la percorrenza, le pendenze saranno non superiori al 5%, con alcuni tratti che superano il 10% in corrispondenza di particolari situazioni orografiche non risolvibili diversamente.
La pavimentazione sarà in calcestruzzo drenante antisdrucciolevole tipo “Biostrasse”, le murature di sostegno in calcestruzzo armato rivestito in pietrame con sovrastante copertina in calcestruzzo mentre i parapetti di protezione verranno realizzati in acciaio corten.
Particolare attenzione verrà prestata alla regimazione delle acque, con-siderata la conformazione dell’area e la vicinanza con il torrente Gresal

- Advertisment -

Popolari