13.9 C
Belluno
sabato, Marzo 2, 2024
HomeCronaca/PoliticaNevegal. Presentato il grande  progetto di rilancio del Colle. Un piano di...

Nevegal. Presentato il grande  progetto di rilancio del Colle. Un piano di 60 milioni di euro

Belluno, 3 agosto 2023 – E’ stato presentato questa mattina a Palazzo Rosso il grande piano di investimenti per il Nevegal. Ad illustrare il progetto il sindaco di Belluno Oscar De Pellegrin, Kamel Layachi e Ivano Viel per la società interlocutrice costituita ieri la Nevegal 365 srl, l’assessore regionale Federico Caner, il presidente della provincia Roberto Padrin, gli assessori comunali Franco Roccon e Paolo Gamba.

Un progetto ciclopico da 60 milioni di euro (+30 milioni per la scuola) che prevede la realizzazioni di nuovi impianti di risalita per tutte le piste, il laghetto per l’innevamento artificiale, l’allestimento dei percorsi estivi per gli appassionati di bike, parchi avventura, campo da golf, l’acquisizione di 4 strutture alberghiere che diventeranno hotel a quattro stelle con spa, la scuola svizzera il vecchio progetto strategico di Paolo Gamba del 2009 giacente in Regione, per accogliere un primo gruppo di 50 allievi con una potenzialità di 600 ragazzi. Insomma un grande sogno che tutti auspichiamo possa diventare realtà.

Alla nostra domanda, chi sono i finanziatori di questo formidabile progetto di rilancio del Nevegal, ci è stato risposto che sono già stati sottoscritti gli accordi con la banca svizzera UBS che finanzierebbe i 60 milioni provenienti da una società di gestione di fondi europei non meglio precisati. Kamel Layachi, al riguardo, ha detto che sarà reso noto in seguito il nome del fondo europeo che finanzia il progetto.

Per quanto riguarda la società Nevegal 365 che gestisce l’intera operazione, si tratta di una srl con capitale versato di 10mila euro, formata da cinque persone fisiche. Con Ivano Viel, unico socio bellunese, imprenditore della Arredo Parco sas, Kamel Layachi, amministratore unico della società, algerino di nascita e veneto d’adozione residente da un trentennio tra le province di Treviso e Vicenza, e altri tre soci, professionisti di nazionalità algerina.

“Abbiamo fatto la radiografia ai soggetti interessati al progetto – ha tenuto a precisare l’assessore Franco Roccon, già presidente di BimGsp – attraverso gli incontri istituzionali con il prefetto. Belluno – ha sottolineato Roccon – oltre che capitale geografica sarà anche capitale turistica”.

L’interesse al progetto presentato dagli amministratori a Palazzo Rosso,  è stato manifestato sia dalla Regione che dalla Provincia.

“La Regione è disponibile a fare la propria parte nel sostenere questo progetto di ricettività di alto livello – ha detto l’assessore regionale al Turismo Federico Caner – Abbiamo appena chiuso un bando da 20 milioni per gli impianti a fune, ma nel 2024 sono previsti altri bandi mirati alle strutture alberghiere e alla creazione di nuovi progetti turistici. E dunque il Nevegal rientra in questa partita dei fondi di coesione nazionale”. Sulla stessa linea il presidente della provincia Roberto Padrin che ha espresso la sua soddisfazione per il reperimento dei fondi per il rilancio del Nevegal. Il sindaco di Belluno Oscar De Pellegrin, firmatario di questa lettera d’intenti con la società Nevegal 365, ha assicurato che ogni progetto sarà concordato con i soggetti che in questi anni hanno tenuto alto il Colle con le loro iniziative.

I video agli interventi:

 

 

- Advertisment -

Popolari