13.9 C
Belluno
lunedì, Aprile 22, 2024
HomeCronaca/PoliticaSerata 2 giugno. Sindaco Oscar De Pellegrin: "Mai negato il patrocinio del...

Serata 2 giugno. Sindaco Oscar De Pellegrin: “Mai negato il patrocinio del Comune di Belluno all’Isbrec”

Oscar De Pellegrin, sindaco di Belluno

“Non è arrivata in giunta alcuna richiesta di patrocinio, è ora di finirla con le squallide strumentalizzazioni”.

Sono le parole del sindaco, Oscar De Pellegrin, in risposta agli attacchi arrivati nei giorni scorsi all’amministrazione in merito al presunto mancato patrocinio del Comune alla serata promossa dall’ISBREC “Donne nella Resistenza” con Benedetta Tobagi.

“Perchè inventare falsità per infangare un’amministrazione? Si pensa davvero che queste polemiche e questi attacchi sterili facciano bene alla città? – chiede De Pellegrin -. Non è la prima volta che certa opposizione esce sulla stampa inventando accuse del tutto infondate, è questa l’opposizione costruttiva che fa bene a Belluno? Sono molto deluso”.

Alla serata del 2 giugno in Prefettura l’amministrazione comunale era presente, rappresentata dall’assessore Simonetta Buttignon seduta nei posti riservati alle istituzioni, oltre che dal consigliere Francesco Pingitore.

Simonetta Buttignon, assessora

“Non abbiamo avuto alcun dubbio sull’importanza di partecipare all’evento e di sostenere la serata – spiega Buttignon -, il patrocinio non è stato rilasciato perché, semplicemente, non è arrivata alcuna richiesta da parte dell’ISBREC. Per sicurezza, prima di pronunciarci, abbiamo chiesto ulteriori verifiche per capire se ci fossero stati disguidi: non è stata presentata alcuna domanda né, tantomeno, è stato dato dall’amministrazione alcun diniego come invece sostenuto, a mio dire vergognosamente, dal consigliere Perale. Se avessero presentato domanda, non avremmo avuto alcun problema ad accordarlo, come d’altra parte già fatto per diverse altre manifestazioni. La scarsa dignità e l’obiettivo puramente ideologico, finalizzato a far passare questa amministrazione per troglodita e di strette vedute, sono una strumentalizzazione squallida di cui la nostra città farebbe volentieri a meno. A chi ha sollevato la polemica basata su pure falsità chiedo: davvero davanti agli spunti di riflessione emersi durante la conferenza da Benedetta Tobagi, davvero davanti a stimoli così profondi l’unica cosa che è interessata è stata la mera critica per attaccare l’amministrazione? Che tristezza”.

 

- Advertisment -

Popolari