13.9 C
Belluno
martedì, Maggio 28, 2024
HomeMeteo, natura, ambiente, animaliCentopercentoanimalisti: "No all'abbattimento di lupi, orsi, linci, sciacalli"

Centopercentoanimalisti: “No all’abbattimento di lupi, orsi, linci, sciacalli”

Paolo Mocavero – Presidente Centopercentoanimalisti

Nel Tirolo austriaco il 1° aprile entrerà in vigore una legge che consentirà l’abbattimento dei “grandi carnivori dannosi” su giudizio delle autorità locali. O meglio, entrerà in vigore se la UE non farà opposizione. Sono a rischio non solo i lupi, ma anche orsi, linci, sciacalli.

Nel Tirolo Italiano i signori della politica e della caccia sono in “vigile attesa”, aspettano che gli austriaci aprano la strada per seguirne le orme. E dare inizio alla strage dei “Lupi problematici ad alto rischio”. E di tutti gli altri animali liberi. Il sogno dei cacciatori!

C’è stato un incontro tra una commissione italiana e una austriaca per discutere sull’argomento: le commissioni erano composte in gran parte da cacciatori e presidenti di associazioni venatorie. E facile immaginare il risultato delle discussioni. Se passerà il progetto, sarà una nuova strage degli innocenti.

Nella serata di martedì 28 marzo, militanti del Movimento Centopercentoanimalisti hanno affisso uno striscione presso la WÜRTH di Montebelluna (Treviso). Azione simbolica ovviamente, niente di personale contro la nota azienda dell’Alto Adige, tra le prime 10 della Regione. Tuttavia, l’obiettivo non è stato scelto a caso, la WÜRTH è promotrice dell’iniziativa “i meravigliosi Animali della Namibia”, una mostra partita il 24 ottobre 2022 che terminerà il 14 ottobre 2023 presso la galleria d’arte “Art Forum Würth Capena” in provincia di Roma. Si presume quindi, che l’azienda tirolese sia sensibile nei confronti degli animali, ragion per cui esprima il suo dissenso contro i deliri dei politici bolzanini, altrimenti, come recita lo striscione: “chi tace acconsente”.

- Advertisment -

Popolari