13.9 C
Belluno
lunedì, Marzo 4, 2024
HomePrima PaginaSanità bellunese. Incontro dei sindaci di Belluno e Feltre con l'assessore regionale...

Sanità bellunese. Incontro dei sindaci di Belluno e Feltre con l’assessore regionale Lanzarin

Incontro per la sanità bellunese ieri in Regione: al tavolo con l’assessore Manuela Lanzarin, il sindaco di Belluno Oscar De Pellegrin e il sindaco di Feltre Viviana Fusaro con i rispettivi assessori al sociale, Marco Dal Pont per il capoluogo e Maurizio Zatta. Presente anche il consigliere regionale bellunese Giovanni Puppato. Sul tavolo l’organizzazione sanitaria, i progetti della Regione per potenziare le strutture, il problema della carenza di medici, di primari e sanitari, le possibili soluzioni per ottimizzare i servizi e migliorare la gestione per i pazienti. È stata affrontata anche la questione delle rsa dove, dopo il Covid, i conti non tornano in quanto le quote relative ad alcuni servizi sono sottostimate.

Oscar De Pellegrin, sindaco di Belluno
Viviana Fusaro, sindaco di Feltre

“E’ stato importante incontrare l’assessore regionale insieme, il Comune di Belluno con quello di Feltre – commenta il primo cittadino del capoluogo -, perché abbiamo presentato le difficoltà che emergono dai colloqui quotidiani con i cittadini e dato un quadro preciso e completo della situazione per come la vediamo noi, da sindaci. Si tratta di migliorare i servizi sanitari della montagna tutta all’interno di una visione unitaria della sanità bellunese”.

“Abbiamo affrontato il tema del potenziamento dei reparti ospedalieri – aggiunge il sindaco di Feltre, Fusaro -, del ricambio di primari, della necessità di un’organizzazione sanitaria che vada incontro ai cittadini e favorisca un buon clima per il personale”.

Manuela Lanzarin, assessore regionale alla Sanità

E’ stata presentata la difficoltà delle case di riposo, dove il costo sostenuto per la cura e l’assistenza agli ospiti Sapa – Sezioni ad alta protezione Alzheimer e agli stati vegetativi permanenti è molto alto e coperto solo in piccola parte dal contributo regionale. Al momento questi servizi, proprio per le loro peculiarità, sono presenti solo nelle due case di riposo di Belluno e di Feltre. “Abbiamo chiesto di alzare la quota – spiega il sindaco De Pellegrin -, questo darebbe ossigeno ai conti delle nostre rsa e ci permetterebbe di procedere con maggior serenità. Un incontro proficuo, con Feltre condividiamo la stessa visione”.

Nell’incontro è stato affrontato anche il tema del piano di zona, rispetto al quale i sindaci hanno avanzato qualche perplessità in merito all’imminente scadenza del prossimo 31 marzo.

 

- Advertisment -

Popolari