13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 29, 2024
HomeCronaca/PoliticaProvincia "Belluno Dolomiti"? Bona: "Sì, con il nome bilingue ed elettiva"

Provincia “Belluno Dolomiti”? Bona: “Sì, con il nome bilingue ed elettiva”

Andrea Bona. presidente Bard

«Per chi, come noi, ha le Dolomiti nel nome, è chiaro che l’dea di rinominare l’ente Provincia “Belluno Dolomiti” sfonda una porta aperta; siamo convinti però che vada proposta anche nella forma bilingue in ladino, Provinzia de Belum Dolomites. Questo potrebbe essere il primo atto, non solo formale ma fortemente politico, della Provincia dopo il ritorno all’elettività».

Così Andrea Bona, presidente del movimento Belluno Autonoma Regione Dolomiti commenta l’ipotesi lanciata dall’assessore regionale di modificare il nome dell’ente di Palazzo Piloni.

«Si tratterebbe di un modo per identificare il nostro territorio, ma anche per inquadrarlo e posizionarlo non solo geograficamente all’interno del mondo alpino: – continua Bona – il nostro sguardo deve rivolgersi all’Europa, dobbiamo renderci conto che siamo all’interno di un’area dolomitica e alpina che ne rappresenta uno dei cuori più vivi e attivi. Il legame con le Dolomiti, in tutte le sue accezioni, va quindi sicuramente rafforzato, con l’obbiettivo di poter presto tornare a parlare di una vera Regione Dolomitica».

Questo sarà uno dei temi al centro dell’assemblea del movimento, che si riunirà nel pomeriggio di sabato 25 marzo alla Birreria Pedavena: oltre ai temi interni come l’approvazione del bilancio e il resoconto dell’attività 2022, sarà infatti l’occasione per affrontare temi d’attualità come appunto l’ipotesi di rinomina dell’ente provinciale e le proposte legislative in discussione a Roma per il ripristino dell’elettività diretta di presidente e consiglio provinciale.

- Advertisment -

Popolari