13.9 C
Belluno
sabato, Aprile 13, 2024
HomeSport, tempo liberoLe lupe fanno tremare la seconda della classe e strappano un set

Le lupe fanno tremare la seconda della classe e strappano un set

VOLLEY DOLO-HL IMMOBILIARE BELLUNO 3-1

PARZIALI: 25-21, 14-25, 25-11, 25-17.

VOLLEY DOLO: Donolato, S. Benin, Valentini, Salmaso, Carraro, Pescatori, G. Benin, Calore (L), Gi. Romanato, Ga. Romanato, Bortolozzo, Nardo. Allenatore: A. Monetti.

HL IMMOBILIARE BELLUNO: Vendramini 4, Costa 6, Fantinel 9, Zambon 6, Fiabane 10, Zago 12; Ingrosso (L), Fioretti, Casagrande, Buzzatti, Da Pos, D’Isep, Casanova (L). Allenatore: L. Nesello.

NOTE. Durata set: 28′, 23′, 21′, 24′; totale 1h36′. Belluno: battute sbagliate 5, vincenti 6, muri. 6.

Sulla carta era una trasferta proibitiva. Sul campo, invece, assai meno. Perché la HL Immobiliare Volley si è presa il lusso di strappare un set, e con ben 11 lunghezze di margine, a una delle squadre più attrezzate del campionato femminile di serie C: il Dolo. Alla lunga, però, la formazione veneziana è riuscita a far valere le sue qualità e una potenza di fuoco in attacco che ha fatto la differenza. E impedito al gruppo di coach Nesello di andare a punti per la quinta volta di fila.

In ogni caso, anche se non ha prodotto punti, il confronto nella tana della vice capolista ha lasciato diverse indicazioni positive: «Per intensità di gioco e profondità della battuta – ha affermato il direttore sportivo Claudio Casanova, in sede di analisi – il nostro secondo set è davvero da rimarcare. Poi, in realtà, il Dolo è sempre rimasto avanti, nonostante i tentativi di reazione da parte nostra. Ma quando loro spingono sul pedale dell’acceleratore, è difficile rimanere al passo: hanno grande forza. Se dovessimo trovare un neo a questa serata, è la difesa: un fondamentale su cui è necessario lavorare. Molto bene, invece, il muro».

Le bellunesi escono dal confronto a testa altissima. E con grande fiducia: «Da qui in avanti, però, dobbiamo sempre esprimerci in questa maniera – conclude Casanova -. E con questa aggressività».

- Advertisment -

Popolari