13.9 C
Belluno
domenica, Febbraio 5, 2023
Home Cronaca/Politica E' Mattia Cecchet il primo bimbo nato nel 2023 a Feltre. Francesco...

E’ Mattia Cecchet il primo bimbo nato nel 2023 a Feltre. Francesco Dal Magro il secondo

Mattia Cecchet, il primo bimbo nato nel 2023 all’ospedale di Feltre

Francesco Dal Magro, il secondo bimbo nato a Feltre nel 2023

Feltre, 1° gennaio 2023  –  Alle 15.23 di oggi pomeriggio, all’ospedale di Feltre, accompagnato dalla cromoterapia, è venuto alla luce Mattia, il primo bambino nato nel 2023 in Ulss Dolomiti. I genitori Nicola Cecchet e Luisa Pasotti sono di Feltre e hanno scelto la cromoterapia per il momento più bello.

Alle 16.35 all’ostetricia di Feltre è nato Francesco, secondo bimbo del 2023 dell’Ulss Dolomiti. Papà Luca Dal Magro e mamma Anna Poletti hanno scelto di partorire con la #musicoterapia. E sulle note di “Certe Notti ” di Ligabue, Francesco ha fatto il suo primo vagito!

L’ultimo nato del 2022 è stato Noah, venuto alla luce il 31 dicembre alle 18.56 all’ostetricia dell’ospedale di Feltre. Complimenti a mamma Ilenia Vampiro e papà Dylan Zennaro di Sedico. All’ostetricia di Belluno l’ultimo nato del 2022 è stato Pietro, nato alle 16.17 da mamma Ilenia Barattin e papà Giuliano Donadon dell’Alpago.

Il 2022 si chiude con 1.312 nuovi nati, un numero leggermente inferiore ai 1.350 del 2021, dato in linea con il trend nazionale che vede continuare la riduzione delle nascite in Italia.
Una curiosità: nel 2022 ci sono stati 7 parti gemellari a Belluno e 6 a Feltre.

Il 2022 è stato un anno ricco di novità per le ostetricie di Belluno e Feltre grazie all’impegno in numerosi progetti.

A Belluno, oltre che nell’implementazione del percorso di gestione ostetrica delle gravidanze a basso rischio, si è lavorato nell’ambito della ricerca con lo studio sulla prevenzione, diagnosi precoce e trattamento mirato dei disturbi feto alcolici; nell’ambito dell’umanizzazione delle cure con l’introduzione del parto cesareo dolce; nell’ambito della donazione solidale con la donazione di placenta; nell’ambito del lutto perinatale, con iniziative atte ad abbracciare le famiglie che hanno subito questa grave perdita.

“Il punto di forza – precisa il dottor Tandurella – è il lavoro coordinato tra Ostetricia-Ginecologia, Pediatria, Patologia Neonatale e Anestesia, equipe di professionisti che garantiscono un’offerta assistenziale di alto livello arricchita da iniziative di umanizzazione delle cure come la parto analgesia e il taglio cesareo dolce: al punto nascita è consentita la presenza dei papà in sala parto per tutta la durata del travaglio e per il periodo post-partum e in sala operatoria in selezionati casi di tagli cesarei programmati; per le mamme viene sempre garantita la presenza del bimbo in camera in regime di rooming-in per favorire l’allattamento al seno”.

“Un Grazie all’intera equipe del punto nascita di Belluno che è molto vicina alle assistite e alle famiglie, curando non solo l’aspetto clinico ma anche il rapporto umano, ricordando che Il parto non è un atto medico ma il momento più intenso della vita della donna e della coppia” conclude il direttore Fabio Tandurella.

Cromoterapia, musicoterapia in sala parto e attenzione alla vulvodinia hanno caratterizzato il 2022 all’Ostetricia e Ginecologia di Feltre.

In ambito ostetrico, sono state potenziate le tecniche non farmacologiche di controllo del dolore. Nelle sale parto dell’Ostetricia e Ginecologia di Feltre, infatti, le donne che lo richiedono possono fruire della musicoterapia e della cromoterapia durante il loro travaglio e parto. Inoltre, per potenziare le competenze assistenziali del personale, è stata svolta una formazione specifica sulle tecniche di bilanciamento del corpo e sulle posizioni più funzionali al parto (spinning babies).
Tutto ciò al fine di mantenere il tasso dei tagli cesarei ai valori raccomandati a livello regionale e nazionale, privilegiando quando possibile il parto vaginale, per assicurare i migliori esiti di salute a mamma e bambino, avendo al contempo attenzione affinché l’esperienza complessiva dell’evento parto sia per la donna e per la coppia altamente gratificante.

Particolare attenzione è stata dedicata anche verso la vulvodinia. E’ stata organizzato, infatti, un ambulatorio specialistico istituzionale per la gestione della vulvodinia, una patologia cronica ancora poco conosciuta e sottostimata, anche se molto diffusa ed invalidante. La malattia, che ha un forte impatto clinico e sociale, riguarda frequentemente donne giovani e proprio per la sua natura a volte subdola, può determinare un ritardo diagnostico anche di anni.

«Auguriamo di cuore alle neo-mamme, alle mamme che hanno vissuto una perdita e a tutte le future mamme di accogliere questo 2023 con la serenità necessaria ad affrontare le sfide multicolori della maternità.
Noi continueremo ad accompagnare le donne e le coppie attraverso questi cammini con
professionalità, rispetto ed umanità. Buon nuovo anno», commenta il direttore della Ostetricia e ginecologia di Feltre Laura Favretti.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Portata al Cras di Treviso la lupa investita a Levego. L’animale è stato tenuto in osservazione tutta la notte

De Bon: «Se in grado di riprendersi, sarà radiocollarato e rimesso in libertà» Belluno, 5 febbraio 2023 - È stata portata al Cras di Treviso...

Pallavolo Belluno femminile: le lupe strappano un punto all’Altavilla

Le lupe non mollano mai: è un punto guadagnato HL IMMOBILIARE BELLUNO-INGLESINA ALTAVILLA 2-3 PARZIALI: 19-25, 25-16, 18-25, 25-19, 10-15. HL IMMOBILIARE BELLUNO: Vendramini, Costa 12, Fantinel...

Transcavallo 2023, presentata la 40^ edizione. Il dislivello positivo scende sotto i 3000 metri

Si parte sabato 11 febbraio da Col Indes (Tambre). Iscrizioni aperte fino a mercoledì sera. Sul Guslon per la prima volta un bivacco mobile...

Dobbiaco-Cortina in tecnica classica. Brigadoi vince la 46ma edizione, battuti il compagno di squadra Ferrari e l’americano Kornfield. Podio tutto straniero al femminile con Boerjesjoe,...

Domani si replica in skating con al via gli ex olimpici Northug e Kowalczyk La granfondo Dobbiaco-Cortina ammalia e stupisce ancora. Oggi si correva la...
Share