13.9 C
Belluno
domenica, Febbraio 5, 2023
Home Cronaca/Politica La Corte dei Conti archivia la posizione dell'Amministrazione Pais Becher sull'elargizione dei...

La Corte dei Conti archivia la posizione dell’Amministrazione Pais Becher sull’elargizione dei contributi al locale consorzio turistico

Tatiana Pais Becher, già sindaco di Auronzo di Cadore

Si chiude con un’archiviazione il procedimento della Procura della Corte dei Conti della Regione Veneto nei confronti dei componenti della Giunta guidata dall’ex Sindaco di Auronzo di Cadore Tatiana Pais Becher, e per lo stesso primo cittadino.

Un presunto danno erariale era stato ipotizzato dalla procura contabile, che aveva inteso avviare il procedimento anche seguito di un dossier avviato con le indagini della Guardia di Finanza nell’estate 2017.

Non vi sarebbero quindi responsabilità, per la vicenda relativa al presunto danno erariale subìto dal Comune di Auronzo di Cadore in merito all’elargizione di contributi al locale Consorzio Turistico Tre Cime Dolomiti, per l’ex Sindaco Tatiana Pais Becher e la sua Giunta, gli ex assessori Enrico Zandegiacomo Seidelucio, Andrea Costa e Mauro Frigo, difesi dagli avvocati Marianna Hofer e Alessandra Da Col. Archiviate anche le posizioni dell’ex Segretario Enrico Pilotto e dell’ex responsabile dell’ufficio amministrativo-contabile Anna Pomarè.

La procura contabile della Regione Veneto ha inteso archiviare la loro posizione, mentre resta aperta una contestazione all’ex sindaco Daniela Larese Filon e alla sua Giunta, gli ex Assessori Dario Vecellio Galeno e Lorenzo De Martin. Contestate anche le posizioni dell’ex responsabile dell’ufficio amministrativo e dell’ex Segretario Comunale.

L’indagine della Guardia di Finanza – tecnicamente sfociata in un invito a dedurre – era scattata a luglio 2017, interessando poi la Corte dei Conti per concludersi con un invito a fornire deduzioni recapitato agli interessati ai primi di ottobre 2022.

L’equivalente della cifra da rifondere al municipio chiesta ad amministratori e tecnici è di 207.545,16 Euro, oltre all’accusa di avere affidato direttamente un servizio, come la gestione dell’ufficio IAT, senza bandire una gara pubblica.

Le notifiche di archiviazione sono pervenute la scorsa settimana e la notizia è stata comunicata al Consiglio Comunale nella seduta di ieri 29 dicembre dall’ex Sindaco Pais Becher, che per il bene del paese ha auspicato che anche la giunta Larese Filon possa avere un esito favorevole.

Share
- Advertisment -

Popolari

Pallavolo Belluno femminile: le lupe strappano un punto all’Altavilla

Le lupe non mollano mai: è un punto guadagnato HL IMMOBILIARE BELLUNO-INGLESINA ALTAVILLA 2-3 PARZIALI: 19-25, 25-16, 18-25, 25-19, 10-15. HL IMMOBILIARE BELLUNO: Vendramini, Costa 12, Fantinel...

Transcavallo 2023, presentata la 40^ edizione. Il dislivello positivo scende sotto i 3000 metri

Si parte sabato 11 febbraio da Col Indes (Tambre). Iscrizioni aperte fino a mercoledì sera. Sul Guslon per la prima volta un bivacco mobile...

Dobbiaco-Cortina in tecnica classica. Brigadoi vince la 46ma edizione, battuti il compagno di squadra Ferrari e l’americano Kornfield. Podio tutto straniero al femminile con Boerjesjoe,...

Domani si replica in skating con al via gli ex olimpici Northug e Kowalczyk La granfondo Dobbiaco-Cortina ammalia e stupisce ancora. Oggi si correva la...

Le opere di Marco Dall’Armi questo mese al negozio vini Casere di Cavarzano

Belluno, 4 febbraio 2023 - Acrilici, acquerelli, diari di viaggio, istantanee, una giornata in montagna, vignette e illustrazioni per gli alpini, cartoline. E’ il...
Share