13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 29, 2023
Home Sanità Ulss farmacie, via alla campagna screening del colon retto

Ulss farmacie, via alla campagna screening del colon retto

E’ stato approvato il protocollo d’intesa tra Ulss Dolomiti e Federfarma Belluno, Farmacie riunite per il supporto allo screening del colon retto. L’accordo costerà all’Ulss 220 mila euro per due anni e consolida l’operatività già sperimentata in questi mesi.

Il tumore del colon retto è il 2° tumore più diagnosticato nelle donne e il 3° negli uomini. Da quando è attivo lo screening, la mortalità è diminuita del 30%, con un significativo decremento anche dell’incidenza (nuovi casi).

Una riduzione dell’incidenza e un aumento delle diagnosi precoci, possibili attraverso lo screening, sono un primo passo per garantire maggiori tassi di cura.

LO SCREENING
Lo screening colorettale è un programma di prevenzione che ha l’obiettivo di ridurre la mortalità e l’incidenza del tumore del colon-retto, tramite una diagnosi precoce di malattia e l’identificazione di lesioni precancerose (polipi) che hanno elevata probabilità di evolvere in tumore.
Il test di screening consiste in un semplice esame (SOF, sangue occulto fecale) che non richiede alcuna preparazione e ricerca tracce di sangue non visibili nelle feci poiché la presenza di sangue, anche solo in tracce, è generalmente il primo sintomo di questa malattia
I test per la ricerca del SOF non richiedono particolari restrizioni alimentari prima del test.
Lo screening colorettale viene proposto attivamente ogni 2 anni a tutta la popolazione maschile e femminile residente con età compresa tra i 50 ed i 69 anni.
Tutto il percorso diagnostico-terapeutico è gratuito ed organizzato dall’Azienda Sanitaria con il supporto delle farmacie territoriali.

Le persone con esito positivo vengono invitate direttamente dalla Segreteria Organizzativa Screening a effettuare una colonscopia di approfondimento.
Questo esame è un molto importante sia per confermare o meno la diagnosi di tumore o di patologia precancerosa sia perché consente l’asportazione dei polipi del colon. L’esame richiede una preparazione preventiva e può essere effettuato anche in sedazione. Le unità operative di Gastroenterologia, inoltre, hanno a disposizione anche sistemi di intelligenza artificiale che consentono di individuare lesioni piccolissime per intercettare la patologia nelle fasi di esordio e avviare subito il percorso di cura.

 

IL RUOLO DELLE FARMACIE
I kit per lo screening sono distribuiti nel territorio dalle farmacie aderenti (ad oggi 68 su 76 – elenco disponibile qui https://www.aulss1.veneto.it/service/screening-del-tumore-del-colon-retto/
Le farmacie sono un punto sanitario di riferimento per i cittadini-utenti, soprattutto in un territorio come quello della ULSS 1 Dolomiti, avendo una distribuzione capillare nonché una funzione fiduciaria di grande rilevanza che facilita l’adesione dell’utente e si configurano sempre più come “farmacie di servizi”.
Il soggetto viene invitato a recarsi in una delle farmacie aderenti con la lettera d’invito ricevuta per la consegna del kit; può eseguire l’esame a casa e riportare il campione nella stessa farmacia.

Le farmacie sono state dotate di un programma informatico ”Farmascreen” , entrato sperimentalmente in vigore a febbraio 2022, dove vengono registrati i dati di consegna e ritiro dei campioni del sangue occulto e questo permette di evitare che vengano consegnati in laboratorio analisi campioni non correttamente identificati o conservati, ove garantire una efficace refertazione e gestione dei dati.

Dall’entrata in vigore del programma “Farmascreen” i 1 febbraio 2022 al 31 ottobre 2022, i kit consegnati agli utenti dai Farmacisti in provincia di Belluno sono stati circa 17.500.
I campioni riconsegnati in farmacia dall’utente sono circa 16000 che corrispondono al 91,5%.

IL PROTOCOLLO D’INTESA
La Regione del Veneto ha ritenuto di ridefinire il percorso di screening del carcinoma del colon retto attraverso le farmacie che dopo 2 anni di sperimentazione, diviene strutturale, garantendo la stipula di accordi locali tra singola Azienda ULSS e Associazioni provinciali delle farmacie pubbliche e private convenzionate.

L’accordo è stato quindi firmato in questi giorni tra la Azienda ULSS 1 DOLOMITI e le associazioni di categoria Federfarma e FarmacieUnite, avrà una durata di due anni a decorrere dal 1° gennaio 2023, con la possibilità di poter essere rinnovato e ampliato.
E’ stata inserita nell’accordo una parte integrativa che riguarda la consegna gratuita per il cittadino anche del preparato per la pulizia intestinale (fornito dall’ Azienda ULSS alle farmacie) alle persone che devono effettuare una colonscopia nell’ambito del programma di screening.
La Segreteria Organizzativa Screening mantiene il ruolo di riferimento per l’utente in merito alla spedizione degli inviti alla popolazione coinvolta dallo screening, nonché per la gestione della refertazione degli esiti dei campioni e la gestione degli eventuali esami di approfondimento.
I riferimenti utili all’utente sono:
• Segreteria Organizzativa Screening 0439883851/52
• indirizzo email screening.bl@aulss1.veneto.it

ALCUNI DATI
Nei primi 11 mesi del 2022 l’invito a eseguire lo screening del colon retto ha riguardato 26.200 persone nella fascia di età 50-69 anni, di queste il 60% si sono sottoposte al test.
I test con esito positivo sono stati 589 (su 16.750 campioni analizzati): le persone interessate sono state contattate e indirizzate alla colonscopia di approfondimento.

L’ulss Dolomiti raccomanda ai cittadini di accogliere l’invito allo screening.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Dolomiti Bellunesi: pareggio casalingo con la Virtus Bolzano

Inizio scoppiettante, poi a vincere è solo l'equilibrio DOLOMITI BELLUNESI-VIRTUS BOLZANO 1-1 GOL: pt 10' Corbanese, 13' Okoli. DOLOMITI BELLUNESI: Virvilas; Alcides, Conti, Alari (st 34' Vavassori),...

Val di Zoldo, Campionati italiani di biathlon Ragazzi – Allievi. Il comitato altoatesino totalizza quattro “scudetti” in otto gare e si aggiudica il Trofeo...

Val di Zoldo (Belluno), 29 gennaio 2023 – Si sono svolti sabato 28 e domenica 29 gennaio al centro biathlon di Palafavèra, in Val...

Lo svizzero Odermatt vince anche il secondo superG a Cortina d’Ampezzo precedendo l’azzurro Paris e l’austriaco Hemetsberger

Il presidente di Fondazione Cortina Stefano Longo e il sindaco Gianluca Lorenzi: «La Regina delle Dolomiti si conferma pronta a sfide sempre più importanti» Cortina...

Che fa il nesci, Eccellenza? …

Egregio Presidente dell’Ordine dei Medici di Belluno, dal maggio del 2021 Maurizio Federico, ricercatore dell’ISS, ha portato avanti gli studi su un vaccino italiano, capace...
Share