13.9 C
Belluno
lunedì, Gennaio 30, 2023
Home Cronaca/Politica Qualità della vita. Belluno prima per "Ricchezza e consumi" ma perde posizioni...

Qualità della vita. Belluno prima per “Ricchezza e consumi” ma perde posizioni nella classifica generale del Sole 24 Ore

Oscar De Pellegrin, sindaco di Belluno

Sindaco De Pellegrin: “Noi ce la mettiamo tutta, ma serve più attenzione alla montagna”

Belluno prima per “Ricchezza e consumi” nella classifica sulla Qualità della Vita del Sole 24 Ore. Ma nella graduatoria sull’andamento generale, la provincia perde posizioni. “Non ci arrendiamo ad un 35esimo posto – dichiara il sindaco, Oscar De Pellegrin -, i sindaci ce la mettono tutta ma serve più attenzione per la montagna da parte del Governo centrale”. La classifica fotografa l’andamento provinciale del territorio e consegna, alla fine, una 35esima posizione. Si scontano i talloni d’Achille di sempre, come lo spopolamento e la perdita di servizi.

“Domenica si festeggiava la Giornata internazionale della montagna e oggi ci troviamo 35esimi nella classifica sulla Qualità della vita, sembra un paradosso – riflette il sindaco -, ed è in effetti il paradosso in cui si trovano a vivere i territori montani: da un lato grandi apprezzamenti a parole, dall’altro ancora pochi riconoscimenti in termini di politiche ad hoc e di fondi dedicati. Noi non cerchiamo trattamenti di riguardo e non siamo di certo per l’assistenzialismo, chiediamo vengano riconosciute quelle peculiarità che rendono il vivere nelle terre alte più difficile e più costoso e che, di conseguenza, vengano assunti provvedimenti”.

La sotto classifica “Ricchezza e consumi” che vede il Bellunese al primo posto, fotografa una comunità virtuosa in quanto a risparmio e tutto sommato agiata per quanto riguarda la capacità di spesa, un territorio dove gli affitti incidono meno che altrove sull’economia delle famiglie e dove gli immobili sono più ampi rispetto ai grandi centri urbani. Non solo, un territorio in cui enti locali e cittadini sono sensibili alle tematiche ambientali e, infatti, la provincia è prima nell’indicatore sull’incidenza degli interventi di riqualificazione energetica. Nell’indicatore relativo al ricorso al reddito di cittadinanza, Belluno è seconda dopo Bolzano con un’incidenza quasi nulla di beneficiari, secondo posto anche per l’indice sull’ampiezza degli spazi abitativi e terzo per la puntualità nel pagamento delle fatture.

“La qualità della vita e la tranquillità ci sono, lo dicono le sotto classifiche del macro settore sulla ricchezza, alle quali si aggiungono la bellezza di un contesto naturale e paesaggistico con pochi eguali. Tutti indici e caratteristiche di un territorio che ha tutte le potenzialità per attirare popolazione e per arrivare, anzi tornare, ai vertici – conclude il primo cittadino -. Non dimentichiamo, infatti, anche le performance positive della macro categoria “Giustizia e sicurezza”, che ci vede noni e in risalita rispetto all’anno scorso. Abbiamo tutte le carte per confermarci una terra ospitale, capace di attirare a vivere persone da fuori, ma ora servono segnali forti dalla politica, non possiamo aspettare oltre. Il mio è un appello al Governo e al ministro Calderoli, perché la legge per la montagna diventi presto realtà e perché contenga, al suo interno, reali e concrete misure per lo sviluppo di queste nostre terre così forti e fragili allo stesso tempo”.

“Questo è un riconoscimento a Belluno, ma è anche un indicatore significativo che rappresenta un segnale incoraggiante per il futuro della montagna veneta. Il podio assegnato al capoluogo bellunese per ‘ricchezza e consumi’ guarda ad un contesto più ampio e spinge ancora di più a lavorare e guardare in prospettiva, in vista dell’appuntamento delle Olimpiadi di Milano Cortina 2026”.

Sono le parole di soddisfazione e di plauso del Presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia, di fronte alla 33esima edizione dell’indagine curata dal Sole 24 Ore che pone al primo posto sul podio dei vincitori, per la migliore qualità della vita, proprio la provincia di Belluno, per l’ambito ‘ricchezza e consumi’.

“Importante anche il riconoscimento assegnato alla provincia di Treviso – ha aggiunto il Presidente Zaia – per quanto riguarda l’Indice della qualità della vita delle donne. Si tratta di un segnale significativo, che incoraggia ad impegnarsi sempre di più affinché episodi come femminicidi e maltrattamenti, oggi purtroppo ancora all’ordine del giorno, scompaiano una volta per tutte dalle pagine di cronaca”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Dolomiti Bellunesi: pareggio casalingo con la Virtus Bolzano

Inizio scoppiettante, poi a vincere è solo l'equilibrio DOLOMITI BELLUNESI-VIRTUS BOLZANO 1-1 GOL: pt 10' Corbanese, 13' Okoli. DOLOMITI BELLUNESI: Virvilas; Alcides, Conti, Alari (st 34' Vavassori),...

Val di Zoldo, Campionati italiani di biathlon Ragazzi – Allievi. Il comitato altoatesino totalizza quattro “scudetti” in otto gare e si aggiudica il Trofeo...

Val di Zoldo (Belluno), 29 gennaio 2023 – Si sono svolti sabato 28 e domenica 29 gennaio al centro biathlon di Palafavèra, in Val...

Lo svizzero Odermatt vince anche il secondo superG a Cortina d’Ampezzo precedendo l’azzurro Paris e l’austriaco Hemetsberger

Il presidente di Fondazione Cortina Stefano Longo e il sindaco Gianluca Lorenzi: «La Regina delle Dolomiti si conferma pronta a sfide sempre più importanti» Cortina...

Che fa il nesci, Eccellenza? …

Egregio Presidente dell’Ordine dei Medici di Belluno, dal maggio del 2021 Maurizio Federico, ricercatore dell’ISS, ha portato avanti gli studi su un vaccino italiano, capace...
Share