13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Società, Associazioni, Istituzioni Convenzione di Calalzo e Vigo con l'asilo nido di Lozzo. De Carlo:...

Convenzione di Calalzo e Vigo con l’asilo nido di Lozzo. De Carlo: “Segno di unità del territorio”. Calligaro: “Importante aiuto alle famiglie”

Luca De Carlo, senatore

I Comuni di Calalzo di Cadore e di Vigo di Cadore siglano una convenzione con l’asilo nido di Lozzo di Cadore per sostenere la struttura e garantire il servizio alle famiglie del territorio: nella giornata di ieri, infatti, la giunta di Vigo guidata dal Sindaco Silvia Calligaro ha approvato la delibera che dà il via libera convenzione con la struttura di Lozzo, così come fatto da Calalzo, il cui primo cittadino Luca De Carlo aveva da tempo sottolineato l’importanza del servizio per l’intero Centro Cadore.

Lo scorso agosto era infatti arrivata la conferma del finanziamento ai comuni per “incrementare il numero di posti nei servizi educativi per l’infanzia per il raggiungimento del livello minimo essenziale delle prestazioni”: un contributo da 120 milioni di euro complessivi a livello nazionale per il 2022, che per i comuni dell’Unione Montana Centro Cadore ha significato un trasferimento di 7673,12 euro ciascuno.

Come anticipato, l’idea di unire i comuni del Centro Cadore a supporto del nido lozzese era stata lanciata già in estate dal sindaco di Calalzo di Cadore e senatore di Fratelli d’Italia Luca De Carlo, che in questi mesi ha mantenuto la regia dell’iniziativa: “Ho sempre sostenuto che questo è un servizio fondamentale e strategico per tutta la vallata”, sottolinea De Carlo. “La convenzione siglata dai comuni di Calalzo e di Vigo, e sono certo presto anche dagli altri enti del Centro Cadore, è il segno di una grande unità del territorio, impegnato a garantire i servizi in montagna e ad aiutare le famiglie che ci vivono e che qui vogliono restare”.

“Con questa convenzione” aggiunge Calligaro “destiniamo questi fondi direttamente all’asilo nido di Lozzo di Cadore, garantendo allo stesso tempo un posto in struttura per uno dei nostri bambini. Crediamo sia un importante aiuto alle famiglie, soprattutto per le mamme lavoratrici, che ci consente di sostenere un’attività che è strumento fondamentale anche per contrastare lo spopolamento della nostra montagna”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Terremoto in Turchia e Siria. Zaia: “Personale sanitario specializzato pronto a partire”

Venezia, 6 febbraio 2023  “Personale sanitario specializzato in maxi emergenze del SUEM della Regione Veneto, medici e infermieri, è pronto a partire verso le zone...

Dolomiti Bellunesi sotto i riflettori. A Casa Sanremo è cominciata l’avventura

Ospiti di giornata Loris Capirossi con l'auto disegnata da Giorgio Pirolo, Nicole Mazzocato, Olimpiadi e sport invernali Primo giorno di Dolomiti Bellunesi a Casa Sanremo....

Deflusso ecologico, Deola: «Bene la sperimentazione allargata. L’obiettivo è la tutela della risorsa idrica e dell’ambiente fluvio-lacustre»

«Una sperimentazione, perché sia valida, ha bisogno di tempo e di dati certi. Quindi ben venga l'allargamento della sperimentazione in corso sulle derivazioni Enel...

Comincio dai 3. Domenica alle 17:00 al Comunale va in scena U.Mani

Gran finale per le domeniche della Stagione di teatro COMINCIO DAI 3, dopo il sold out de “La Bianca, la blu e la rossa”,...
Share