13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 22, 2024
HomeLavoro, Economia, TurismoCaro bollette, chiude l'unico negozio a Santa Croce. L'opposizione scrive al sindaco...

Caro bollette, chiude l’unico negozio a Santa Croce. L’opposizione scrive al sindaco di Alpago

Alpago, 1 dicembre 2022 . “Abbiamo sentito l’esigenza di stimolare l’Amministrazione ad una riflessione comune sul tema della crisi economica che sta colpendo cittadini, imprese ed in particolare anche i piccoli negozi di paese; il casus belli che ha originato questo nostro intervento è stato l’aver letto sui quotidiani locali che con il 30.11 chiude l’unico negozio presente nella frazione di Santa Croce, un punto vendita di alimentari, tabacchi, giornali e ricariche telefoniche. “Questa chiusura ci ha molto preoccupati – dichiarano i consiglieri Vanessa De Francesch e Federico Costa – perché temiamo che altri negozi di prossimità siano in sofferenza e possano cessare l’attività, colpiti duramente prima dalla pandemia e poi ora anche con il caro-bollette. L’attenzione alle frazioni periferiche e la garanzia della permanenza dei servizi sul territorio sono dei punti fondanti del nostro programma elettorale e quindi abbiamo ritenuto opportuno segnalare alcune iniziative che il Comune potrebbe intraprendere per prevenire ulteriori chiusure”.

I consiglieri De Francesch e Costa si sono recati a Santa Croce per conoscere le
motivazioni della chiusura del negozio da parte della sig.ra Mara Chiappin che da diversi anni ne è l’esercente, ai quali ha dichiarato che “dopo la pandemia vi è stato un calo di utenti e il caro bollette mi ha dato il colpo di grazia. Purtroppo non ho altra scelta, ma mi dispiace molto per gli anziani del paese e la Casa di Riposo alla quale fornivo i giornali quotidianamente”.
Un duro colpo anche per alcune attività del lago e per i titolari di strutture ricettive (alberghi e B&B), come conferma anche Jessica Da Re titolare del B&B al Lago: “sono sicura che questa chiusura comporterà dei disagi oltre che agli abitanti, anche ai turisti, che all’atto della prenotazione chiedono sempre la presenza e la tipologia di servizi in prossimità alla struttura e temo che l’assenza di questo importante servizio possa determinare l’allontanamento degli ospiti verso altre destinazioni”.

La lettera inviata dai Consiglieri De Francesch e Costa al Sindaco va nella direzione di stimolare una verifica della situazione di fatto di tutti negozi sul territorio, e di pensare ad aiuti economici straordinari per combattere il caro bollette (i cui costi sono perfino triplicati in alcuni casi) da aggiungersi a quelli già stanziati con il decreto aiuti quater dal Governo ovvero erogare contributi a fondo perduto o un aiuto nel pagamento degli affitti o in altra forma compresa la defiscalizzazione dei tributi comunali.
Nel caso specifico di Santa Croce, invece, i Consiglieri hanno chiesto che venga incentivata una riapertura in tempi celeri del negozio o laddove ciò non sia possibile di pensare all’istituzione di servizi navetta con i punti vendita più vicini e/o servizi di consegna a domicilio, esigenza che si imporrà anche per altre frazioni scarsamente assistite da servizi essenziali.
“Il gruppo “Alpago, insieme per il futuro” – dichiara la capolista Vanessa De Francesch – “sente ancora forte il proprio mandato elettorale e la rappresentanza sul territorio e per questo ritiene opportuno intervenire in modo propositivo e con tempestività sulle questioni che toccano da vicino i nostri cittadini”.

- Advertisment -

Popolari