13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023

Borgo Valbelluna, 7 novembre 2022 – Si è tenuta oggi, presso la sede di Ceramica Dolomite di Trichiana (Borgo Valbelluna), l’inaugurazione ufficiale della nuova società nata dal progetto di una cordata formata dai quattro soci – Banca Finint di Enrico Marchi, Delfin di Leonardo Del Vecchio, Luigi Rossi Luciani Sapa di Luigi Rossi Luciani e Za-Fin di Bruno Zago, espressione della migliore imprenditoria del Nord-Est – e da Invitalia attraverso il Fondo di Salvaguardia Imprese, con l’obiettivo di riportare Ceramica Dolomite ad essere il player di riferimento della ceramica sanitaria di design Made in Italy, salvaguardando l’occupazione locale e valorizzando le competenze, la maestria e la specializzazione di tutti i lavoratori dell’azienda.

Nel corso della mattinata si sono succeduti gli interventi dell’assessore regionale all’istruzione, formazione, lavoro e pari opportunità del Veneto Elena Donazzan, dell’ex ministro per i rapporti con il parlamento Federico D’Incà, di Enrico Marchi presidente del Gruppo Banca Finint e promotore della cordata di imprenditori che hanno sostenuto l’iniziativa, di Daniele Straventa di Invitalia e Bruno Deola della FEMCA-CISL di Belluno in rappresentanza delle organizzazioni sindacali. A chiudere un breve commento del sindaco di Borgo Valbelluna, Stefano Cesa.

La società Ceramica Dolomite S.p.A ha ufficialmente iniziato le proprie attività il 1 giugno 2022. Il rilancio industriale ha visto l’avvio del primo forno il 22 luglio con i primi pezzi usciti dalla fabbrica il 28 luglio; il 1° ottobre è stato avviato il secondo forno e nello stesso mese è stato dato avvio alla commercializzazione dei prodotti a marchio Ceramica Dolomite.

All’avvio lo stabilimento contava 408 dipendenti, dei quali 80 circa sono stati inseriti in un piano di pre-pensionamento, sulla base del contratto di espansione stipulato con il Ministero del Lavoro e concordato con le OO.SS. Grazie all’assunzione di nuove figure in ambito amministrativo e commerciale, a fine anno la società impiegherà circa 340 dipendenti e si prevede di proseguire nel piano di assunzioni per un totale di almeno 60 figure in arco piano.

La produzione, negli oltre 70.000 m2 dello stabilimento di Valbelluna, è stata avviata alla fine del mese di luglio e, contestualmente, sono stati lanciati investimenti per quasi € 2,0 mln, cui si aggiungeranno nei prossimi dodici mesi ulteriori investimenti per €4,6 mln, finalizzati a diversificare le fonti energetiche, a ridurre i consumi di energia e ad aumentare qualità ed efficienza della produzione mediante l’automazione dei processi.
Il fatturato al 31.12.2022 è atteso raggiungere gli € 11 mln circa, in linea con le attese. Il fatturato stimato per il 2023 sarà pari a € 25-30mln, con una produzione di circa 450.000 pezzi, ovvero la metà della capacità produttiva.
Nonostante l’importante aumento del costo del gas, l’Ebitda al 30 settembre, prima delle scritture di assestamento, è risultato negativo per 4,2 milioni, comunque migliore dei 5,9 milioni previsti dal piano. Alla stessa data, la società non aveva debiti finanziari e disponeva di cassa per circa 10 milioni. Il patrimonio netto si attestava a 15 milioni.

Come previsto dal piano di rilancio, a fronte della progressiva introduzione di nuovi modelli e nuovi clienti, si prevede di ottenere volumi di vendita che rendano possibile la saturazione produttiva. Entro il primo trimestre 2023 è prevista la presentazione di quattro nuove linee di prodotto a marchio Ceramica Dolomite.

Nel corso dell’incontro odierno è stato anche presentato il nuovo Amministratore Delegato di Ceramica Dolomite Spa, Stefano Mele, che dal 2 novembre guida la nuova realtà, raccogliendo il testimone da Luciano Favero che dal 2019 collabora con Banca Finint nella gestione di operazioni di turnaround finanziario e industriale, di distressed M&A e di consulenza finanziaria.

Share
- Advertisment -

Popolari

Cultura e reunion dei Pooh, la giornata bellunese a Casa Sanremo

Red Canzian, Dodi Battaglia, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. Di nuovo insieme per la prima serata di Festival, con un aneddoto tutto longaronese. Perché...

Il lupo della Sportful Dolomiti Race domani ulula a Casa Sanremo 

Domani la Sportful Dolomiti Race sbarca a "Casa Sanremo", l'area ospitalità della famosa manifestazione canora. Il ciclismo in provincia dii Belluno sarà l'argomento della trasmissione "Buongiorno Sanremo" di domani, mercoledì...

Successo per l’occhialeria veneta allo stand della Regione Veneto al Mido. Presenti 5 aziende bellunesi

A Mido la Regione del Veneto mette a disposizione di 5 aziende venete del settore dell'occhialeria uno spazio nel proprio stand regionale. La Regione del...

Interreg Italia-Austria. Conoscere la storia e i beni culturali nell’area Dolomiti live.

Il programma di febbraio nei musei cadorini è ricco e variegato: laboratori, dimostrazioni, concerti, escursioni consentiranno a bambini e adulti di imparare e approfondire...
Share