13.9 C
Belluno
lunedì, Gennaio 30, 2023
Home Prima Pagina Inquinamento atmosferico. Ordinanza del sindaco di Feltre

Inquinamento atmosferico. Ordinanza del sindaco di Feltre

Viviana Fusaro

La sindaca di Feltre Viviana Fusaro,

con ordinanza n.19 del 28-10-2022 avente per oggetto: MISURE STRAORDINARIE DI LIMITAZIONE PER LE COMBUSTIONI ALL’APERTO E PER IL CONTENIMENTO DELL’INQUINAMENTO ATMOSFERICO, NEL PERIODO INVERNALE DAL 31 OTTOBRE 2022 AL 30 APRILE 2023 PER IL COMUNE DI FELTRE

ha disposto le seguenti regole a decorrere dal 31.10.2022 al 30.04.2023 dal lunedì alla domenica nell’intero territorio comunale:
ART. 1 – Limitazioni estese a tutto il territorio comunale
con livello di allerta 0 (verde):
• Il divieto di combustioni all’aperto di materiale vegetale di cui all’art. 185, comma 1 lettera f) del D.lgs 152/2006 (es. paglia, materiali di risulta di sfalci e potature), anche se effettuate nel luogo di produzione e al fine del reimpiego del materiale come sostanza concimante o ammendante, in ambito agricolo fatte salve le necessità di combustione finalizzate alla tutela sanitaria di particolari specie vegetali, documentata con i modi previsti dalle vigenti normative o attraverso gli atti emanati dal Servizio Fitosanitario Regionale, previa autorizzazione a firma del Dirigente del settore”;
• il divieto nelle porzioni di territorio ricadenti nell’area Valbelluna IT0516 (oggi Fondovalle
IT0526) di utilizzare di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (legna,
cippato, pellet,…), con una classe di prestazione emissiva inferiore alle “3 stelle” secondo
la classificazione ambientale introdotta dal Decreto n. 186/2017, in presenza di impianto di
riscaldamento alternativo;
• il divieto di accendere falò rituali legati a consolidate tradizioni pluriennali, fatte salve
possibili deroghe che potranno essere concesse con relative prescrizioni e con specifica
autorizzazione dal Sindaco a seguito di specifica richiesta scritta;
• il divieto di spreco energetico nelle attività commerciali e assimilabili, in particolare il divieto di tenere le porte aperte negli esercizi commerciali per evitare dispersione termiche.
• obbligo di copertura delle vasche di stoccaggio dei liquami zootecnici;
• il divieto per tutti i veicoli di sostare con motore acceso;
• negli edifici classificati in base al D.P.R. n. 412/1993, con le sigle: E.1 – residenza e
assimilabili, E.2 – uffici e assimilabili, E.5 – attività commerciali e assimilabili la temperatura
media in ambiente, misurata ai sensi del D.P.R. n. 74/2013, non potrà superare i 18°C (con
tolleranza di + 2°C);
• negli edifici classificati in base al D.P.R. n. 412/1993, con la sigla E.8 – attività industriali ed artigianali e assimilabili la temperatura media in ambiente, misurata ai sensi del D.P.R. n. 74/2013, non potrà superare i 17°C (con tolleranza di + 2°C).
con livello di allerta 1 (arancio) e allerta 2 (rosso):
• Tutti i divieti di cui all’art. 1 riferiti al livello di allerta 0 (verde);
• Il divieto di accendere fuochi per barbeque, fuochi d’artificio a scopo di intrattenimento, falò rituali, legati a consolidate tradizioni pluriennali, fatte salve possibili deroghe che potranno essere concesse con relative prescrizioni e con specifica autorizzazione dal Sindaco a seguito di specifica richiesta scritta.Tali fuochi, qualora concessi, possono essere allestiti con il solo utilizzo di materiali naturali (fascine di residui vegetali, carta non patinata e tela di origine vegetale), non esagerando con la quantità di materiale da bruciare. E’ comunque sempre vietato bruciare plastiche, sacchetti, legno verniciato, riviste patinate e tessuti sintetici;
• il divieto nelle porzioni di territorio ricadenti nell’area Valbelluna IT0516 (oggi Fondovalle
IT0526) di utilizzare generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (legna,
cippato, pellet,…), con una classe di prestazione emissiva inferiore alle “4 stelle” secondo
la classificazione ambientale introdotta dal Decreto n. 186/2017, in presenza di impianto di
riscaldamento alternativo;
• il divieto di spandimento di liquami zootecnici.
ART. 2 Limitazioni al traffico
Nel periodo compreso tra il 31.10.2022 e il 30.04.2023, dal lunedì al venerdì, nella fascia oraria 08.30-18.30, limitatamente all’area interna circoscritta dalle vie Dante Alighieri, Carlo Rizzarda, Bagnol Sur Ceze, XIV Agosto, Vignigole, Viale Monte Grappa, Panoramica. è vietata la circolazione ai seguenti veicoli:
Tipologia veicolo Categoria Euro
Veicoli M1-M2-M3 per trasporto di persone fino a un max di 8 posti compreso il conducente, oppure aventi più di 8 posti a sedere oltre al conducente
Benzina E0, E1
Diesel E0, E1, E2
Veicoli N1-N2-N3 veicoli destinati al trasporto merci
Benzina E0, E1
Diesel E0, E1, E2
Ciclomotori e motocicli L
Si specifica che i camper sono definiti anche autocaravan e classificati come autoveicoli M1. Per rendere operativa la presente ordinanza, sarà attuato nei minimi dettagli un piano di segnaletica stradale di indicazioni, obblighi e divieti che, lungo le vie citate, avviseranno e obbligheranno i conducenti dei mezzi “EURO O” a “baipassare”la città percorrendo i corridoi consentiti. Si da atto che rimangono raggiungibili da qualsiasi mezzo l’Ospedale civile e la Stazione Ferroviaria. Inoltre non sono soggetti a tale divieto i mezzi di pronto intervento e pubblico servizio, i mezzi della Protezione Civile.
INFORMA
• Che il Comune darà notizia del livello di allerta raggiunto, a seguito di emissione del
bollettino di ARPAV nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì, attraverso il portale
istituzionale (http://www.comune.feltre.bl.it) ed altri strumenti informativi, al fine di
consentire alla cittadinanza di adeguarsi alle misure del presente atto. Al raggiungimento
dei livelli di allerta le misure temporanee si attiveranno il giorno successivo a quello di
emissione del bollettino (ovvero il martedì, giovedì e sabato) e resteranno in vigore fino al
giorno del bollettino successivo;
• che per quanto riguarda i limiti alla temperatura media in ambiente interno agli edifici è
vigente il DPR 74/2013, fatte salve le modifiche introdotte Decreto del Ministero della
Transizione Ecologica 383/2022 relativamente alla stagione invernale 2022-2023;
• che per il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (legna, cippato, pellet…), con riferimento alla classe di prestazione emissiva, vanno
rispettate le indicazioni previste dall’Accordo di Bacino Padano;
• che il cittadino per verificare la classe di prestazione emissiva del proprio generatore a
biomassa legnosa può fare riferimento alla documentazione fornita dal produttore o
consultare il proprio installatore;
• che, con la sottoscrizione dell’Accordo Padano, sono state disciplinate disposizioni inerenti:
─ il divieto di installazione di generatori a biomassa legnosa con classe emissiva inferiore alle “3 stelle”;
─ il divieto di installazione di generatori a biomassa legnosa con classe emissiva inferiore alle “4 stelle” a partire dal 01/01/2020;
─ il divieto, nei generatori a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, di utilizzo di pellet che oltre a non rispettare l’Allegato X, Parte II, sezione 4, paragrafo 1, lettera d) alla parte V del D.Lgs. 152/2006, non sia certificato conforme alla classe A1 della UNI EN ISO 17225-2;
• che avverso questo provvedimento è ammesso il ricorso al Tribunale Amministrativo
Regionale entro il termine di sessanta giorni dalla data di avvenuta pubblicazione. E’ inoltre
ammesso il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica ai sensi del DPR
24/11/1971 n° 1199, entro il termine di centoventi giorni dalla data di avvenuta
pubblicazione;
• che, salvo il fatto non costituisca reato, la violazione alle disposizioni della presente
ordinanza è punita con sanzione amministrativa da € 25,00 ad € 500,00, ai sensi dell’art. 7
bis, comma 1 bis del D.Lgs 267/2000.

Share
- Advertisment -

Popolari

Dolomiti Bellunesi: pareggio casalingo con la Virtus Bolzano

Inizio scoppiettante, poi a vincere è solo l'equilibrio DOLOMITI BELLUNESI-VIRTUS BOLZANO 1-1 GOL: pt 10' Corbanese, 13' Okoli. DOLOMITI BELLUNESI: Virvilas; Alcides, Conti, Alari (st 34' Vavassori),...

Val di Zoldo, Campionati italiani di biathlon Ragazzi – Allievi. Il comitato altoatesino totalizza quattro “scudetti” in otto gare e si aggiudica il Trofeo...

Val di Zoldo (Belluno), 29 gennaio 2023 – Si sono svolti sabato 28 e domenica 29 gennaio al centro biathlon di Palafavèra, in Val...

Lo svizzero Odermatt vince anche il secondo superG a Cortina d’Ampezzo precedendo l’azzurro Paris e l’austriaco Hemetsberger

Il presidente di Fondazione Cortina Stefano Longo e il sindaco Gianluca Lorenzi: «La Regina delle Dolomiti si conferma pronta a sfide sempre più importanti» Cortina...

Che fa il nesci, Eccellenza? …

Egregio Presidente dell’Ordine dei Medici di Belluno, dal maggio del 2021 Maurizio Federico, ricercatore dell’ISS, ha portato avanti gli studi su un vaccino italiano, capace...
Share