13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Cronaca/Politica Semaforo di Baldenich. Interrogazione di Massaro relativa alla sicurezza ed accessibilità

Semaforo di Baldenich. Interrogazione di Massaro relativa alla sicurezza ed accessibilità

Belluno, 26 ottobre 2022 – E’ stata presentata oggi da parte del consigliere di opposizione della lista InMovimento ed ex sindaco di Belluno Jacopo Massaro un’interrogazione indirizzata al sindaco e all’assessore competente riguardante il semaforo di Baldenich, ora funzionante solo negli orari di punta.

“Per alcuni pedoni e per le persone cieche ed ipovedenti è impossibile attraversare, sottolinea Massaro che chiede, come si intenda risolvere il problema della
sicurezza e dell’accessibilità.

Ecco il testo dell’interrogazione che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale.

Premesso:
• che l’Amministrazione comunale intende effettuare una sperimentazione sul semaforo di
Baldenich, accendendolo solo nelle ore di punta e lasciandolo spento nelle altre fasce
orarie;
• che non intendo entrare nel merito degli effetti sulla circolazione veicolare, le cui somme
potranno essere tirate solo a sperimentazione conclusa;
• che convengo con l’Amministrazione che il traffico veicolare è più critico nelle ore di punta, ma più sostenibile negli altri orari, come d’altronde ben ci ha dimostrato il recente guasto del semaforo stesso, accompagnato dalla incomprensibile scelta dell’Amministrazione di non installare dei semafori provvisori da cantiere (reperibili gratuitamente) né di comandare un agente della Polizia Locale, almeno negli orari critici, posto che in alcune zone (ad es. all’attraversamento pedonale davanti alla Gabelli) vengono impegnati due agenti contemporaneamente;
• che gli attraversamenti pedonali all’incrocio di Baldenich, a prescindere dal numero di auto in transito, sono resi particolarmente pericolosi, se non governati da semaforo, dai
numerosi punti di conflitto (intersezione tra due strade, ciascuna delle quali con possibilità
di prosecuzione a diritto e di svolta a sinistra e a destra) e dal traffico elevato;
• che lo spegnimento del semaforo sta creando gravi pericoli e problemi ad alcune fasce di
pedoni: è diventato quasi impossibile l’attraversamento in sicurezza dei bambini (che
spesso transitano per recarsi a giocare all’Agosti o al Don Bosco), degli anziani (la cui
rallentata mobilità rende disagevole districarsi tra le auto in corsa, comunque tante anche
nelle fasce non critiche) e dei ciechi ed ipovedenti, che non possono più attraversare in
autonomia, sicché si fanno talora accompagnare dai passanti o dall’attento e disponibile
personale delle attività economiche adiacenti;

Ritenuto:
• che si debba intervenire urgentemente per l’incolumità dei pedoni, con particolare
riferimento ai più vulnerabili, ad esempio attraverso la possibilità di far scattare il rosso per
i veicoli a seguito di chiamata pedonale anche durante la fase di “spegnimento” del
semaforo.

Chiedo di sapere:
1. perché nella sperimentazione non sia stata effettuata la previsione di tutela delle fasce
deboli, posto che già durante il noto guasto si era subito resa evidente la pericolosità
dell’attraversamento per i pedoni;
2. se sia intenzione dell’amministrazione risolvere il problema sopra citato attivando il
sistema di chiamata pedonale anche nella fascia oraria non critica;
3. eventualmente, quale altro correttivo l’amministrazione intenda attuare urgentemente per
garantire anche alle fasce più vulnerabili la possibilità di attraversare in sicurezza l’incrocio
di Baldenich;
4. in ogni caso, se l’Amministrazione ritenga che l’interesse dei pedoni e degli automobilisti
vada contemperato, o se ritenga che nell’incrocio citato vi sia la necessità di tutelare
maggiormente un interesse rispetto all’altro.

Share
- Advertisment -

Popolari

Bando regionale per l’imprenditoria femminile. Domande on line dal 16 febbraio all’8 marzo

Venezia, 7 febbraio 2023 “Donne protagoniste dell'economia, dell'impresa e dello sviluppo produttivo della nostra regione. A loro dedichiamo questo importante bando di contributi regionali...

CAI – Coordinamento Sezioni Dolomiti Bellunesi. La Regione assicura l’aumento dei fondi per la manutenzione di sentieri e ferrate

Venezia, 7 febbraio 2023 - Aumentati i fondi regionali per i sentieri di montagna: la delegazione scesa ieri a Venezia e ricevuta dall'assessore al turismo...

Cortina sci ai piedi! Alta Badia – Ampezzo in 4 ore di sci con la nuova cabinovia Skyline

Un nuovo skitour dall'Alta Badia a Cortina per scoprire tutte le piste della Regina delle Dolomiti grazie alla nuova cabinovia Cortina Skyline. Un vero...

Sabato a Borgo Piave la presentazione del libro di Gobbato, Borovnica e altri campi di Tito

La Lega Nazionale delegazione di Belluno, in accordo e collaborazione con il Circolo culturale La Terra dei Padri - Belluno, commemorerà la Giornata del...
Share