13.9 C
Belluno
giovedì, Febbraio 29, 2024
HomeLavoro, Economia, TurismoNuovi cartelli in Nevegal

Nuovi cartelli in Nevegal

Belluno, 19 ottobre 2022 – Posati i nuovi cartelli tematici in Nevegal. Ora restano da sostituire quelli danneggiati.

Da qualche giorno sul Colle ci sono 4 nuovi percorsi segnalati con l’apposita cartellonistica e dedicati rispettivamente a Natura, Bosco, Famiglia e Paesaggio. Una ventina di punti informativi, utili per segnalare il percorso e fornire indicazioni relative alla località, alla flora e alla fauna.

“Si tratta di un’iniziativa dalla passata amministrazione – spiega il sindaco, Oscar De Pellegrin -, l’abbiamo semplicemente portata a termine facendo posare la cartellonistica che era stata fatta realizzare. Ora proseguiremo la manutenzione della sentieristica intervenendo sui cartelli già posati, quelli dei tracciati storici e ben noti del Colle, perché purtroppo continuano a verificarsi danneggiamenti. Ringrazio il consigliere Massimo Garzotto per aver seguito l’iter e essere andato di persona ad affiggere le tabelle alle bacheche e ringrazio la ditta Parente di Castion per la disponibilità e la cura con cui ha svolto il lavoro”.

I percorsi tematici, ideati dalla scorsa amministrazione, sono quattro e portano l’escursionista ad esplorare i versanti del Colle noti e meno noti. Il Natura parte dal piazzale e, passando per Vallavia, sbuca in Faverghera. Il Bosco parte dal piazzale zona bassa e, compiendo un tragitto ad anello, porta alla Grava, quindi a Costa Legner per scendere verso Valbruna e tornare al parcheggio passando per Col Canil. Il Famiglia invita a imboccare la stradina della forestale poco sotto la Casera per poi salire fino a Malga Toront. Il Paesaggio, infine, parte dalla Casera e porta fino alla penultima cresta del Visentin. A segnalarli ci sono ora 20 cartelli affissi alla loro pensilina in legno.

Il prossimo passaggio sarà la sostituzione di oltre una ventina di cartelli danneggiati lungo gli altri sentieri. “Dispiace dover spendere soldi pubblici per sostituire una segnaletica posata appena un anno fa – conclude il sindaco -, ma più che la spesa in sé ad amareggiare è il gesto di inciviltà”.

 

- Advertisment -

Popolari