13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 29, 2023
Home Arte, Cultura, Spettacoli Da Sex di Rai Tre alle scuole di Vittorio Veneto: incontro di...

Da Sex di Rai Tre alle scuole di Vittorio Veneto: incontro di Angela Rafanelli

Angela Rafanelli: “Quando si parla di sesso, l’unica cosa davvero scandalosa è l’ignoranza” 

Vittorio Veneto, 19 ottobre 2022   Dopo il successo di SEX (Rai Tre), primo programma sulla televisione pubblica dedicato all’educazione sessuale, Angela Rafanelli si apre proprio a Vittorio Veneto all’incontro con i più giovani grazie a un talk che esplorerà vari aspetti dell’educazione sessuale oggi in Italia in modo anticonvenzionale.

Grande risposta ed entusiasmo da parte delle scuole del vittoriese che hanno aderito all’iniziativa.

“Parlare di sessualità e affettività – dichiara Angela Rafanelli – è un atto necessario e che richiede un continuo aggiornamento di approcci e modalità. Con questi incontri voglio continuare a dialogare con i ragazzi e le ragazze, perché anche se le telecamere sono spente la curiosità e il bisogno di conoscere sono e devono essere sempre accesi; del resto quando si parla di sesso l’unica cosa davvero scandalosa è l’ignoranza! Sostenere ragazzi e ragazzi nella loro voglia di conoscersi ed esplorare è un diritto che tutti gli adulti hanno il dovere di tutelare. Le scuole del vittoriese sono state le prime a rispondere a questa proposta.”

Partendo da alcune scene del famoso documentario di Pierpaolo Pasolini “Comizi d’Amore”, autore di cui quest’anno ricorre il centenario, Angela Rafanelli (volto amatissimo della tv, protagonista di trasmissioni storiche della Rai come “Linea Verde”, “Domenica IN”, “Quelli che il calcio”, e conduttrice di programmi di punta di Radio 2 come “I love Radio2” e reduce dal successo di “SEX” – la trasmissione divulgativa di Raitre) accompagnerà i ragazzi e le ragazze in un dialogo aperto che affronterà temi quali le relazioni, i rapporti affettivi e l’educazione sessuale. Angela sarà accompagnata dalla Dott.ssa Elena Mozzo, pediatra ed esperta di educazione sessuale. A partecipare saranno più di 100 studenti e studentesse dell’ Alberghiero Beltrame e del Liceo artistico Bruno Munari di Vittorio Veneto.

Angela Rafanelli sarà a Vittorio Veneto come giurata della terza edizione del 30_____70 DOC FEST, il festival di documentari indipendenti presentati per la prima volta in Italia, in programma dal 20 al 23 ottobre a Vittorio Veneto.

Dal concorso di 30_____70 DOC FEST inoltre c’è molta attesa per l’anteprima mondiale di Dreamland – La verité sur l’affaire “Convoi de la liberté” di Marco Pinnavaia, film che divisivo che tenta di gettar luce sulle proteste No Vax degli scorsi mesi e più precisamente sul Convoglio della Libertà partito da Nizza in direzione Bruxelles. Un reportage che svela il volto umano dietro il mostro No Vax.

Il programma del festival:

Ad aprire il ricco programma della terza edizione del festival, giovedì 20 alle ore 19:00, c’è l’anteprima mondiale di 13 SIGARETTE di Simone Rovellini, regista tra gli altri dei videoclip di Myss Keta, La Rappresentante di Lista e Mahmood, documentario girato all’interno di COMGIOVA la Comunità Giovanile di Conegliano.

Il film di chiusura è Comizi d’amore di Pier Paolo Pasolini, in occasione del centenario della nascita di Pasolini, e introdotto dalla giurata Angela Rafanelli, conduttrice anche di Linea Verde; ad introdurre ogni proiezione ci sarà un cortometraggio di Giuseppe Taffarel di cui ricorre il centenario della nascita, grazia alla collaborazione con la Cineteca di Bologna.

E le anteprime nazionali dei alcuni tra i documentari più importanti del 2022 come Aribada di Simon(e) Jaikirima Paetau e Natalia Escobar, sulla comunità Las Traversias di donne trans indios in Colombia, Burial di Emilija Skarnulyte, ultima opera di una delle giovani videoartiste più importanti degli ultimi anni.

Uno dei temi cardine di questa terza edizione sarà la politica, intesa nel suo significato più ampio di vivere assieme, e ci si ragionerà grazie a film come Dreamland – La verité sur l’affaire “Convoi de la liberté” di Marco Pinnavaia, presentato in anteprima mondiale, sull’esperienza del Convoglio della libertà partito da Nizza in direzione Bruxelles per protestare contro le misure anti covid, Brotherhood di Ugo Simon, sulle violenze commesse dalla polizia francese nella periferia di Parigi, e A Thousand-Year Stage di Daphne Xu in cui entreremo in contatto con i residenti e i lavoratori che gravitano attorno alla realizzazione di una nuova ferrovia avveniristica nella campagna cinese.

Come da abitudine del festival ampio spazio verrà dato alle generazioni future con opere come Soum di Alice Brygo, che attraverso la vicenda di uno squat occupato indagherà il passato e il futuro dei giovani di seconda generazioni in Francia e non solo, e The Calm After the Storm di Mercedes Gaviria con il quale la figlia del celebre regista colombiano Victor Gaviria indaga il suo ruolo di giovane donna nel mondo del cinema.

Il festival inoltre si conferma catalizzatore di giovani talenti del cinema documentario, registi che debuttano in Italia a 30____70 DOC FEST, dopo aver calcato importanti palcoscenici internazionali come Prantik Basu che con il suo Bela ci fa entrare in contatto con i riti, le tradizioni e la comunità di un villaggio indiano, e il dissidente russo Vadim Kostrov, autore di I Saw, canto antiguerra su una generazione di giovani russi spezzata dalla follia di un dittatore, Luka Papic capace con Without di raccontare con tono ironico e umoristico le vicende di un uomo alla ricerca del suo cane, e Jannes Callens che con Dor (longing) dipinge un ritratto intimista ed esistenzialista di un giovane pastore romeno.

La giuria:

Una giuria internazionale di esperti del cinema e delle arti visive giudicherà i film in concorso:

Angela Rafanelli, giornalista e conduttrice televisiva, conduce Linea Verde, è stata inviata per Le Iene ed è ideatrice e conduttrice di SEX, primo programma di educazione sessuale trasmesso sulla tv pubblica italiana.

Jean-Pierre Rehm, direttore dell’importante FidMarseille dal 2002 al 2021 e redattore dei Cahiers du Cinéma.

Marco Dalla Gassa, professore associato all’Università Ca’ Foscari di Venezia dove insegna “Analisi del film” e “Cinema e culture visuali”, autore di importanti saggi sul cinema asiatico

Maggiori informazioni e programma completo sul sito 3070docfest.com.

Share
- Advertisment -

Popolari

Dolomiti Bellunesi: pareggio casalingo con la Virtus Bolzano

Inizio scoppiettante, poi a vincere è solo l'equilibrio DOLOMITI BELLUNESI-VIRTUS BOLZANO 1-1 GOL: pt 10' Corbanese, 13' Okoli. DOLOMITI BELLUNESI: Virvilas; Alcides, Conti, Alari (st 34' Vavassori),...

Val di Zoldo, Campionati italiani di biathlon Ragazzi – Allievi. Il comitato altoatesino totalizza quattro “scudetti” in otto gare e si aggiudica il Trofeo...

Val di Zoldo (Belluno), 29 gennaio 2023 – Si sono svolti sabato 28 e domenica 29 gennaio al centro biathlon di Palafavèra, in Val...

Lo svizzero Odermatt vince anche il secondo superG a Cortina d’Ampezzo precedendo l’azzurro Paris e l’austriaco Hemetsberger

Il presidente di Fondazione Cortina Stefano Longo e il sindaco Gianluca Lorenzi: «La Regina delle Dolomiti si conferma pronta a sfide sempre più importanti» Cortina...

Che fa il nesci, Eccellenza? …

Egregio Presidente dell’Ordine dei Medici di Belluno, dal maggio del 2021 Maurizio Federico, ricercatore dell’ISS, ha portato avanti gli studi su un vaccino italiano, capace...
Share