13.9 C
Belluno
lunedì, Gennaio 30, 2023
Home Arte, Cultura, Spettacoli Stimate 7mila presenze totali alla 26ma edizione della rassegna Oltre le vette...

Stimate 7mila presenze totali alla 26ma edizione della rassegna Oltre le vette conclusasi a Belluno

Il programma, diversificato e aperto a molteplici spunti, ha attratto un pubblico vasto
Apprezzate le novità: dall’allargamento al territorio allo scrittore in residenza

Con un ultimo, grande concerto del gruppo Al Tei dedicato alla figura di Loris Tormen,
compianto protagonista della scena culturale bellunese, si è conclusa la 26ma edizione di
Oltre le vette – Metafore, uomini, luoghi della montagna, la rassegna culturale che
trasforma per quasi due settimane la piccola città ai piedi della Dolomiti nella capitale
italiana della cultura della montagna.

Dar conto di tutti gli eventi del programma – oltre quaranta – è ovviamente impossibile,
ma molte serate al Teatro Comunale hanno segnato il tutto esaurito, le presentazione dei
libri e i convegni hanno visto una costante partecipazione del pubblico che ha riempito le
sale, le scuole superiori cittadine hanno partecipato a diversi appuntamenti e le mostre
(aperte ancora per diverse settimane) segnano una assidua presenza di visitatori.
Ricordiamo che il tema di quest’anno, vero filo conduttore di tanti appuntamenti, era La
montagna: limiti e libertà, una apparente contraddizione che ha suscitato molte utili
riflessioni.

Tra i tanti appuntamenti di successo, va almeno segnalata la prima nazionale dello
spettacolo teatrale tratto dal libro Come si fanno le cose, edito da Marsilio, che ha goduto
degli applausi di cinquecento entusiasti spettatori. Oppure la serata con l’alpinista inglese
Nick Bullock (per la prima volta in Italia), un vero showman nel raccontare le sue
avventure; o quella con l’antropologo David Bellatalla, sul fascino e i misteri delle
antiche vie carovaniere e, ancora, il costante successo della serata dedicata al cinema,
realizzata in collaborazione con il Trento Film Festival. Un altro esempio, tra i diversi
possibili, è stato lo spettacolo sui mutamenti climatici A qualcuno piace caldo, con il
docente Stefano Caserini, in un Teatro Comunale gremito da quasi cinquecento ragazzi
provenienti da varie scuole della provincia.

In questa edizione, in particolare, va sottolineata la dimensione internazionale della
rassegna, grazie alla presenza di tre protagonisti di altrettanti eventi molto partecipati: gli
alpinisti Denis Urubko e Nick Bullock, e l’americana Dierdre Wolownick, madre
dell’arrampicatore Alex Honnold. Questi ultimi due sono arrivati per la prima volta in Italia
grazie a Oltre le Vette.

Per la serata di cinema è stato stabilito un contatto con il regista iraniano Arman
Dashtaki, di cui è stato proiettato il film Zari, sulla condizione femminile, e prima della
visione del film Icefall Doctors, sulla condizione degli sherpa che attrezzano la cascata di
ghiaccio dell’Everest, è intervenuto a salutare il pubblico Tenji Sherpa, una delle guide di
punta per la salita degli Ottomila, alpinista nepalese che solo nella primavera estate del
2022 ha salito ben sette Ottomila e ha fallito di poco l’ottavo.

Un’altra significativa novità è data dall’allargamento ad altri comuni bellunesi, in
particolare quelli di Sedico e Cesiomaggiore, in collaborazione dei quali sono stati
organizzati eventi importanti, e due mostre che sono ancora in corso.
Riuscita anche l’idea di ospitare per alcuni giorni uno “scrittore in residenza”: in questa
prima occasione Tiziano Fratus, che ha condotto passeggiate nella natura, guidato
meditazioni all’alba nei boschi, presentato colleghi scrittori.

Dare un numero totale degli spettatori e partecipanti ai diversi appuntamenti è difficile,
anche perché tutti gli eventi erano ad ingresso senza biglietto con offerta libera, e le
diverse mostre sono ancora visitabili fino, almeno, alla fine di ottobre. Una prima, realistica
e prudente valutazione, in ogni caso fa stimare in almeno 7.000 persone i partecipanti, a
vario titolo, alla rassegna. In ogni caso va sottolineato che gli spettatori sono pervenuti
dall’intero Veneto e, in qualche caso, anche da altre zone del nord Italia costituendo, per
una realtà come Belluno, una dimensione significativa anche dal punto di vista turistico ed
economico.

Piena soddisfazione, dunque, del comitato tecnico che organizza la rassegna, Valeria
Benni, coordinatrice generale, Flavio Faoro, per i libri e i cinema, Francesco
Vascellari, per gli eventi dell’alpinismo, Diego Cason, per i convegni scientifici e di
sociologia, e Valentina Ciprian, che ha gestito il fondamentale settore della
comunicazione e dei social. E soddisfatti anche i diversi partner della manifestazione – la
Fondazione Dolomiti UNESCO, il Parco nazionale Dolomiti Bellunesi e la sezione
di Belluno del CAI – e gli sponsor che assicurano un sostanziale contributo: l’azienda di
abbigliamento tecnico Montura, Allianz agenzia di Belluno, Manzotti automobili e il
gruppo SEST Luve.

Ricordiamo che Oltre le vette è una manifestazione del Comune di Belluno –
assessorato alla cultura, con la gestione operativa della Fondazione Teatri delle
Dolomiti.
Per rivivere i momenti salienti del festival, sono disponibili le pagine social e il sito ufficiale
di Oltre le Vette, www.oltrelevette.it

Share
- Advertisment -

Popolari

Dolomiti Bellunesi: pareggio casalingo con la Virtus Bolzano

Inizio scoppiettante, poi a vincere è solo l'equilibrio DOLOMITI BELLUNESI-VIRTUS BOLZANO 1-1 GOL: pt 10' Corbanese, 13' Okoli. DOLOMITI BELLUNESI: Virvilas; Alcides, Conti, Alari (st 34' Vavassori),...

Val di Zoldo, Campionati italiani di biathlon Ragazzi – Allievi. Il comitato altoatesino totalizza quattro “scudetti” in otto gare e si aggiudica il Trofeo...

Val di Zoldo (Belluno), 29 gennaio 2023 – Si sono svolti sabato 28 e domenica 29 gennaio al centro biathlon di Palafavèra, in Val...

Lo svizzero Odermatt vince anche il secondo superG a Cortina d’Ampezzo precedendo l’azzurro Paris e l’austriaco Hemetsberger

Il presidente di Fondazione Cortina Stefano Longo e il sindaco Gianluca Lorenzi: «La Regina delle Dolomiti si conferma pronta a sfide sempre più importanti» Cortina...

Che fa il nesci, Eccellenza? …

Egregio Presidente dell’Ordine dei Medici di Belluno, dal maggio del 2021 Maurizio Federico, ricercatore dell’ISS, ha portato avanti gli studi su un vaccino italiano, capace...
Share