13.9 C
Belluno
martedì, Febbraio 7, 2023
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Sabato al Giovanni 23mo di Belluno lo spettacolo teatrale Mamma a carico...

Sabato al Giovanni 23mo di Belluno lo spettacolo teatrale Mamma a carico – Mia figlia ha novant’anni, di e con Gianna Coletti

Gianna Coletti

Sabato 15 Ottobre 2022, alle ore 18:30, al Teatro del Centro Giovanni XXIII di Belluno in piazza Piloni, va in scena lo spettacolo Mamma a carico – Mia figlia ha novant’anni, di e con Gianna Coletti. L”evento si terrà nell’ambito del Convegno sulla gestione perioperatoria dell’anziano fragile organizzato dall’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Belluno.

Lo spettacolo tratto dal libro della stessa Coletti edito da Einaudi, affronta con leggerezza e profondità il tema del prendersi cura di un genitore fragile, situazione che riguarda ancora moltissime donne perché ritenute dalla collettività più “adeguate” a farsi carico degli impegni domestici e familiari.

Lo spettacolo è una condivisione coraggiosa e importante, un aiuto per le tante donne che vivono questa situazione, e che troppo spesso vengono lasciate sole. Nasce dal libro omonimo e fa tesoro delle immagini di un film, Tra cinque minuti in scena.
Spettacolo, libro e film formano una trilogia sul rapporto madre-figlia, sul prendersi cura dei nostri cari non più autonomi.
Tre modi diversi di raccontare una storia unica: la storia di Gianna e di sua madre, Anna. Una storia che parla a tutti.

Lo spettacolo
Mamma a carico – Mia figlia ha novant’anni è un monologo ironico e struggente, sul rapporto tra una donna di cinquant’anni, Gianna, e una vecchia ribelle di novanta, cieca, che porta occhiali 3D perché da sempre è abituata ad avere qualcosa sul naso, non
cammina più e la testa ogni tanto va per conto suo.
Quella vecchia è Anna, la madre di Gianna: spirito ribelle, ironia graffiante, e grande cuore sempre più egoista.
Due donne che si sorreggono l’una con l’altra, ma incredibilmente è la figlia ad avere più bisogno della madre per vivere.
E tra uno scontro e l’altro, sensi di colpa, una risata, una cantata, si dipana il loro rapporto.
Mamma a carico è una pièce unica nel suo genere, perché è un monologo teatrale con
una voce in più: quella di Anna, la vera madre di Gianna, che rivive sul palcoscenico attraverso preziosi frammenti video tratti dal film Tra cinque minuti in scena di Laura
Chiossone, con protagonista la stessa Coletti, acclamato dalla critica e vincitore di numerosi
premi.
Questi estratti, che immortalano sequenze di vita reale tra le due donne, completano la
messa in scena e interagiscono con il racconto di Gianna.
Il pubblico ride e si commuove per questa storia personalissima ma universale che suscita
empatia e affronta il tabù della vecchiaia coinvolgendo spettatori di ogni età.
In Italia sono principalmente le donne ad accudire genitori fragili, donne che trascorrono
anni chiuse nelle loro solitudini senza alcuna possibilità di un confronto, di una parola che
possa placare l’anima perennemente in subbuglio. Non è semplice accettare che un tuo
caro un giorno dopo l’altro perda i pezzi.

Mamma a carico – Mia figlia ha novant’anni non è solo una condivisione, ma un aiuto
per fare sentire meno sole le tante donne che si prendono cura dei loro cari.
Lo spettacolo viene normalmente inserito in festival, rassegne e stagioni teatrali.
Vincitore dell’Earthink Festival 2017, selezionato dal portale Milano Teatri tra le
migliori rappresentazioni della stagione 2017/18, ospitato all’Alzheimer Fest 2018,
2019, 2021 e 2022

Gianna Coletti
Attrice, cantante, chitarrista. Allo Sferisterio di Macerata è la protagonista di un’operina di
Gino Negri: Modì, sulla vita di Amedeo Modigliani. Per parecchi anni fa parte della
Compagnia Stabile Milanese di Piero Mazzarella.
Sotto la ditta Garinei e Giovannini recita con Gino Bramieri e Johnny Dorelli.
Collabora con svariati registi tra i quali Tato Russo del Teatro Bellini di Napoli, Andrée Ruth
Shammah del Franco Parenti di Milano, Marco Bernardi del Teatro Stabile di Bolzano, Gino
Landi, Carlo Mazzacurati, Giancarlo Sepe, Walter Manfrè, Antonio Syxty, Lorenzo Alessandri, Alberto Oliva, Emilio Russo, Roberto Recchia, Ivan Stefanutti, Carlo Mazzacurati.
Con Dario D’Ambrosi, fondatore del Teatro Patologico, lavora su diversi testi che riguardano
la malattia mentale.
È la protagonista del film “Tra cinque minuti in scena” di Laura Chiossone, uscito nel 2013
nelle sale italiane e vincitore di numerosi premi: Cicae Art Cinema ad Annecy, Fice miglior
film indipendente, miglior film al Miff di Mosca.
Per la televisione conduce “Fresco fresco”, programma pomeridiano di Rai 1, ed ha ruolo fisso nelle sit-com “Casa Vianello” e in “Cotti e mangiati” con F. Insinna, oltre a vantare
partecipazioni in varie fiction.
Dal 2017 porta in scena lo spettacolo MAMMA A CARICO – Mia figlia ha novant’anni di cui è
anche autrice. Tratto dall’omonimo libro della stessa Coletti edito da Einaudi nel 2015.

Share
- Advertisment -

Popolari

Cultura e reunion dei Pooh, la giornata bellunese a Casa Sanremo

Red Canzian, Dodi Battaglia, Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. Di nuovo insieme per la prima serata di Festival, con un aneddoto tutto longaronese. Perché...

Il lupo della Sportful Dolomiti Race domani ulula a Casa Sanremo 

Domani la Sportful Dolomiti Race sbarca a "Casa Sanremo", l'area ospitalità della famosa manifestazione canora. Il ciclismo in provincia dii Belluno sarà l'argomento della trasmissione "Buongiorno Sanremo" di domani, mercoledì...

Successo per l’occhialeria veneta allo stand della Regione Veneto al Mido. Presenti 5 aziende bellunesi

A Mido la Regione del Veneto mette a disposizione di 5 aziende venete del settore dell'occhialeria uno spazio nel proprio stand regionale. La Regione del...

Interreg Italia-Austria. Conoscere la storia e i beni culturali nell’area Dolomiti live.

Il programma di febbraio nei musei cadorini è ricco e variegato: laboratori, dimostrazioni, concerti, escursioni consentiranno a bambini e adulti di imparare e approfondire...
Share