13.9 C
Belluno
domenica, Gennaio 29, 2023
Home Società, Associazioni, Istituzioni Sabato 1° ottobre si festeggiano i 40 anni delle Squadre antincendio boschivo...

Sabato 1° ottobre si festeggiano i 40 anni delle Squadre antincendio boschivo e protezione civile Ana di Mel

Manifestazione rivolta a tutta la popolazione e ai giovani studenti. Presenti in Piazza a Mel postazioni con mezzi e operatori

Squadre antincendio boschivo e protezione civile Ana di Mel. Adunata Ana Udine 1983

Sarà la piazza centrale di Mel, titolata a Papa Luciani, ad ospitare sabato 1° ottobre la celebrazione del quarantennale delle Squadre Antincendio Boschivo e Protezione Civile ANA, la prima realtà del genere nata nella provincia di Belluno.

Non sono solo i pronti interventi nelle emergenze a distinguere i volontari della Protezione Civile ANA di Mel, ma anche l’intensa attività che si sviluppa tutto l’anno a favore della Comunità. Infatti, numerosi sono gli interventi manutentivi sul territorio, le attività di servizio e di assistenza in manifestazioni e a favore delle persone bisognose. L’ elenco delle operazioni, degli interventi e delle opere realizzate in quarant’anni sarebbe troppo lungo da enumerare.
Non è costume e nello spirito degli aderenti voler apparire, ma quello del fare senza chiedere, di donare tempo ed energie per il bene comune.

Per il Presidente Mario Sitta: “Non abbiamo voluto creare una manifestazione autocelebrativa, ma un’occasione per avvicinare i giovani al volontariato, ai valori e allo spirito che anima gli alpini e gli aggregati della nostra Protezione Civile. Per far ciò abbiamo pensato alla partecipazione degli studenti delle Scuole Medie che potranno vedere alcune attrezzature che utilizziamo nei nostri interventi e chiedere ai volontari, che saranno presenti nelle postazioni che andremo a predisporre in piazza, notizie e informazioni sulla nostra attività. Probabilmente fra le postazioni presenti, quella che maggiormente attrarrà la curiosità dei giovani sarà il Nucleo cinofili da soccorso ANA che è intervenuto in varie calamità apportando aiuto nella ricerca dei superstiti e si è distinto a livello nazionale nelle prove di ricerca”.

Il programma prevede alle ore 9,30 l’alzabandiera alla presenza degli studenti, il saluto introduttivo e la dimostrazione di alcune attività di Protezione Civile che, rivolte alle scolaresche e alla popolazione, hanno lo scopo di divulgare l’operato delle squadre e far conoscere l’importanza della loro presenza nel territorio.
La manifestazione si svilupperà nel corso della giornata e alle ore 12,30, presso il capannone della Pro Loco, si terrà l’incontro con le autorità per manifestare il riconoscimento pubblico ai tanti volontari che in questi anni hanno operato senza clamori ma con risultati concreti per il bene della nostra collettività.

Le squadre si costituirono con atto notarile nel 1982 e l’8 maggio 1983 a Udine le “Squadre Antincendio” di Mel sfilarono alla 56° Adunata Nazionale degli Alpini a Udine. (foto A)
Ideatore e promotore delle “Squadre” fu lo stimato Presidente del Gruppo Alpini Nino Sartori (il primo a destra nella foto) che trovò subito l’appoggio dell’allora Sindaco Giovanni De Paris che si interessò presso le autorità forestali regionali e provinciali per ottenere prima il loro riconoscimento e poi le somme necessarie per l’acquisto delle varie attrezzature indispensabili per ben operare in caso di incendi boschivi.

L’anno successivo, 1984, fu l’anno del 50° anniversario di fondazione del Gruppo Alpini di Mel. La cerimonia commemorativa accompagnata da grandi festeggiamenti, tra cui una corsa a staffetta con la torcia di fuoco dalla chiesetta di Zelant fino al Tempio ai Caduti, furono svolte il 28-29 luglio 1984 e Nino Sartori colse l’occasione di sfruttare l’evento alpino per sensibilizzare e soprattutto promuovere le neonate “Squadre antincendio” invitando varie autorità, tra cui il Senatore bellunese Arnaldo Colleselli. (foto B).
La notizia fece il giro della provincia dando vita a nuove “squadre” in vari comuni della provincia di Belluno.
Da allora, ininterrottamente sino ad oggi, le “Squadre” hanno lavorato con passione per il bene del loro territorio e con orgoglio invitano la popolazione a unirsi sabato con loro per festeggiare questo importante traguardo.

Share
- Advertisment -

Popolari

Dolomiti Bellunesi: pareggio casalingo con la Virtus Bolzano

Inizio scoppiettante, poi a vincere è solo l'equilibrio DOLOMITI BELLUNESI-VIRTUS BOLZANO 1-1 GOL: pt 10' Corbanese, 13' Okoli. DOLOMITI BELLUNESI: Virvilas; Alcides, Conti, Alari (st 34' Vavassori),...

Val di Zoldo, Campionati italiani di biathlon Ragazzi – Allievi. Il comitato altoatesino totalizza quattro “scudetti” in otto gare e si aggiudica il Trofeo...

Val di Zoldo (Belluno), 29 gennaio 2023 – Si sono svolti sabato 28 e domenica 29 gennaio al centro biathlon di Palafavèra, in Val...

Lo svizzero Odermatt vince anche il secondo superG a Cortina d’Ampezzo precedendo l’azzurro Paris e l’austriaco Hemetsberger

Il presidente di Fondazione Cortina Stefano Longo e il sindaco Gianluca Lorenzi: «La Regina delle Dolomiti si conferma pronta a sfide sempre più importanti» Cortina...

Che fa il nesci, Eccellenza? …

Egregio Presidente dell’Ordine dei Medici di Belluno, dal maggio del 2021 Maurizio Federico, ricercatore dell’ISS, ha portato avanti gli studi su un vaccino italiano, capace...
Share