13.9 C
Belluno
sabato, Novembre 26, 2022
Home Cronaca/Politica Elezioni politiche 2022. Maria Teresa Cassol (PD): “Partito Democratico da rifondare: si...

Elezioni politiche 2022. Maria Teresa Cassol (PD): “Partito Democratico da rifondare: si torni tra le gente, si parta dai giovani”

“I partiti, iniziando dal Partito Democratico, devono tornare a stare tra la gente: il PD è un grande partito, che va però rifondato identificando le priorità e ripartendo dai giovani, quei giovani che tanto hanno supportato la mia campagna elettorale dal punto di vista dei temi, delle strategie comunicative e – banalmente – anche dell’organizzazione dei mercati con i montaggi dei gazebo”.

E’ il commento di Maria Teresa Cassol, candidata all’uninominale per la Camera come esponente del centrosinistra (Partito Democratico, Alleanza Verdi e Sinistra, +Europa e Impegno Civico) nel collegio elettorale di Belluno.

“Sono pronta a mettermi a disposizione in questa transizione e a farmi poi da parte per dare vita a un vero rinnovamento. – continua Cassol – Intanto, non posso che sottolineare l’ottimo risultato ottenuto soprattutto nel capoluogo, superiore a tutti gli altri capoluoghi del Veneto tranne Padova, e ringraziare le 488 persone che in città mi hanno votata pur non votando nessuna delle liste. Un risultato ottenuto grazie al grande lavoro della squadra che mi ha sostenuto e alle 40318 persone che mi hanno votata; voti che mi riempiono d’orgoglio, ma che non sono bastati a raggiungere l’elezione per poter rappresentare in Parlamento la nostra Provincia”.

Tanti i temi locali e globali da tenere sotto osservazione, dalle particolari caratteristiche e difficoltà del territorio fino alla lotta al cambiamento climatico, al superamento delle disuguaglianze, alla collocazione europea dell’Italia, ai diritti delle persone: “La nostra provincia ora rischia di trovarsi rappresentata da un solo parlamentare di una forza che non è maggioranza nel paese, pur avendo acquisito la maggioranza dei seggi”, analizza ancora Cassol.

Ottimi i ricordi di questa breve e inusuale campagna elettorale: “Un mese scarso, ma ricco di tante esperienze ed incontri; un’avventura cominciata con spirito di servizio e supportata dalla mia grande famiglia, dagli amici di una vita, dai colleghi più vicini. In queste giornate ho partecipato a incontri tematici e confronti con altri candidati in cui ho cercato anche di raccontare chi sono poiché, come diceva Nenni, “le idee camminano sulle gambe delle persone”. Con le parti sociali è stata conoscenza reciproca e disamina della situazione del lavoro nella nostra provincia, di progetti di sviluppo rispettoso dell’ambiente e che porti benessere a tutti, per una montagna abitata”.

Il futuro prossimo di Cassol sarà legato al lavoro; alla famiglia, anche quella “allargata”; allo studio, per dare gli ultimi esami per la seconda laurea; alla politica, che la vedrà ancora impegnata come consigliere di minoranza e di membro della commissione pari opportunità in Comune di Belluno.

Share
- Advertisment -

Popolari

Hanno calato la maschera. L’Epifania della Verità * di Filiberto Dal Molin

Al Politecnico di Torino è stato annullato il grande Convegno “Poli-covid-22 salute, scienza e società alla prova della pandemia” per un bilancio scientifico sui...

CortinAteatro, un inverno spettacolare a Cortina d’Ampezzo

La rassegna, promossa e sostenuta dal Comune di Cortina D’Ampezzo e organizzata da Musincantus, torna all’Alexander Girardi Hall con un ricco cartellone per il...

Misurina, Istituto Pio XII. Zanoni (PD): “Regione scongiuri la chiusura”

"La perdita di questo punto di riferimento sanitario per bambini e adolescenti affetti da malattie respiratorie sarebbe pesantissima. L'Istituto Pio XII di Misurina è...

Come la moda crea cultura e innovazione: arte, design, chimica e meccatronica protagonisti del 5° Mastertech di Verona

Verona, 25 novembre 2022 – L’industria del Tessile, Moda e Accessorio Made in Italy è un asset strategico per il Paese non solo per...
Share