13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 10, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti I centri diurni “Via Medaglie d’Oro” e “Le Casette” partecipano alla Mostra...

I centri diurni “Via Medaglie d’Oro” e “Le Casette” partecipano alla Mostra dell’Artigianato di Feltre

I Centri Diurni per persone con disabilità del distretto di Feltre “Via Medaglie d’Oro” e “Le Casette” partecipano anche quest’anno alla Mostra dell’Artigianato, in programma da giovedì a domenica con uno stand ai Palazzetti Cingolani in Piazza Maggiore a Feltre, dove saranno esposti i lavori eseguiti durante il laboratorio grafico pittorico espressivo manuale.

Tra le attività educativo-riabilitative proposte dagli operatori, ci sono vari laboratori grafico pittorici espressivi manuali all’interno dei quali vengono realizzati quadri e oggetti di stoffa dipinti a mano utilizzando diversi materiali. L’attività grafico pittorica contribuisce ad accrescere il livello di competenze comunicative ed espressive dando ad ogni ragazzo la possibilità di sentirsi libero di esprimersi e valorizzato per la propria unicità, favorendo la crescita dell’autostima e della fiducia in se stesso. Il risultato è un’esplosione di colori che si potrà apprezzare visitando lo stand.

La partecipazione alla Mostra dell’Artigianato è un valore aggiunto all’attività dei centri in quanto contribuisce a valorizzare e gratificare gli utenti e le loro famiglie e, nel contempo, a dare visibilità ai centri stessi nel contesto sociale in cui operano.

 

Anche il Il Ser.D. partecipa alla Mostra dell’Artigianato di Feltre

Il Ser.D. partecipa alla Mostra dell’Artigianato, in programma da giovedì a domenica, con uno stand dal tema “S/OGGETTI SMARRITI” – stand n°M7 al Monte di Pietà, Salita Muffoni (lato Palazzo Tomitano) a Feltre – dove saranno esposti i lavori realizzati durante un laboratorio artistico organizzato in collaborazione con l’artista Alfonso Lentini.

Un’esperienza artistica che ha coinvolto i ragazzi e le ragazze del Ser.D., da marzo a giugno, in una serie di incontri dove, attraverso il lavoro di gruppo, sono state realizzate delle opere con materiale di recupero come vecchie gabbie, vecchie valigie e scarpe. Il tutto è stato trasformato in un racconto visivo: quello che all’inizio poteva sembrare un cantiere di cianfrusaglie è stato trasformato in un vero e proprio cantiere dei sogni.

L’iniziativa ha voluto avviare una riflessione emozionale sul vissuto di ciascuno, rivitalizzare la quotidianità, stimolare la creatività, valorizzare le singole personalità attraverso un’esperienza di socializzazione e di confronto con l’esterno: di qui la valenza creativa delle arti espressive come mezzo per comunicare emozioni, sentimenti, disagi, senza fermarsi alle apparenze.

Lo stand sarà inaugurato giovedì 30 giugno 2022 alle ore 18.30.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Tre Cime. Dolomiti Bus si scusa con i viaggiatori: «Stiamo installando una nuova obliteratrice per diminuire i tempi di attesa»

Questa mattina si sono registrati alcuni ritardi nel servizio Dolomiti Bus relativo alle Tre Cime di Lavaredo. La biglietteria è rimasta inattiva per un'ora...

Auronzo Comelico, De Menech: “Sentenza storica del Tar”

Belluno, 9 agosto 2022   -   "Accogliamo con soddisfazione la sentenza del Tar grazie alla quale sono stati rigettati i nuovi vincoli paesaggistici su Auronzo...

Rigenerazione dell’ex caserma Fantuzzi, il consiglio provinciale vara l’atto di indirizzo preliminare alla permuta con l’Agenzia del Demanio

Approvato anche il Dup 2023-2025. Padrin: «Raggio dell'azione di governo ridotto per il crollo delle entrate» L'idea di riqualificare l'ex caserma Fantuzzi e realizzare una...

Vincoli Comelico-Auronzo, la Provincia tra i vincitori del ricorso. Il presidente: «La tutela della montagna non può prescindere dalla lotta allo spopolamento»

«Se c'è una pietra tombale sulla tutela della montagna e dei paesaggi dolomitici, è lo spopolamento, nient'altro. Lo ha compreso anche il Tar». È il...
Share