13.9 C
Belluno
sabato, Dicembre 3, 2022
Home Prima Pagina 48ma Alpe del Nevegàl: l’appuntamento si avvicina

48ma Alpe del Nevegàl: l’appuntamento si avvicina

Diego De Gasperi Vincitore 2021- Foto Flavio Casoni

L’appuntamento con la 48^ Alpe del Nevegàl si avvicina a passi da gigante. In queste settimane Tre Cime Promotor asd, il gruppo organizzatore dell’atteso evento, ha continuato senza sosta a profondere energie. Lo scopo di tanto prodigarsi è quello di approntare e mettere a punto, al meglio come vuole la tradizione, una competizione di elevato livello agonistico, sportivo e spettacolare che rispetti puntualmente gli standard di sicurezza dettati dalla federazione ACI Sport e dagli Enti ed Organi interessati e coinvolti nella gestione extra sportiva della manifestazione.

In vista della classica tre giorni motoristica di respiro internazionale, quest’anno valida quale ottavo atto del Campionato Italiano Velocità Montagna CIVM, quarta tappa del Trofeo Italiano Velocità Montagna zona Nord e terzultimo appuntamento del Campionato austriaco 2022, evento sportivo che farà di Belluno e della “sua montagna” la capitale delle cronoscalate, è stata fissata la prima riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. A Palazzo dei Rettori, lo storico edificio risalente al XV secolo che è sede della Prefettura di Belluno, martedì 5 luglio, alle 10.30, invitati dal prefetto dottor Mariano Savastano, si incontreranno, oltre ai rappresentanti di Tre Cime Promotor asd, il presidente della Provincia, Roberto Padrin; il sindaco del Comune capoluogo, Oscar De Pellegrin; i rappresentanti della Questura, dei Comandi provinciali di Carabinieri, Guardia di Finanza e Vigili del fuoco; i dirigenti della Polizia Stradale e di Veneto Strade, i direttori del Dipartimento prevenzione dell’ULSS 1 Dolomiti e del Suem di Pieve di Cadore. All’ordine del giorno dell’importante incontro, l’esame delle misure di sicurezza da adottare in occasione della 48^ Alpe del Nevegàl. Nei giorni scorsi il comitato organizzatore, presieduto da Achille “Brik” Selvestrel, ha avuto cura di trasmettere a tutti i funzionari ed Enti coinvolti la corposa documentazione tecnica inerente la riunione.

La manifestazione, che fece il suo esordio ben 68 anni orsono, come gara sociale dell’Automobile Club Belluno, su un tracciato in alcuni tratti sterrato, ha intanto ottenuto le importanti conferme di patrocinio da parte di Regione del Veneto, Provincia di Belluno, Comune di Belluno, Automobile Club Belluno. Enti del territorio che sono vicini ad una competizione che, da sempre, si propone come interessante volano per lo sviluppo turistico dell’intera Valbelluna. La 48^ Alpe del Nevegal godrà di notevole visibilità, non solo sui canali social ufficiali e sul sito internet di Tre Cime Promotor asd, ma anche su quelli di ACI Sport, su ACI Sport TV e sul sito istituzionale e sui canali social della Provincia di Belluno.
Mentre stanno per essere definiti i dettagli di una significativa iniziativa di contorno alla corsa, sono già confermati: la “Nogherazza”, come funzionale centro operativo dell’evento e sede della Direzione gara; il piazzale della ditta Triches Enrico & Diego Srl di Castion, nelle adiacenze delle aree riservate ai paddock, come sede delle verifiche tecniche. Venerdì 29 luglio sarà dedicato alle verifiche amministrative e tecniche; sabato 30 luglio si svolgeranno due turni di prove lungo i 5.500 metri che da Caleipo portano all’Alpe in Fiore; Domenica 31, gara 1 inizierà con autostoriche, concorrenti TIVM e quindi quelli del CIVM. Dopo il ritorno a valle di tutte le vetture, gara 2 vedrà impegnati per primi i partecipanti al CIVM, seguiti da tutti gli altri.

Abbinata alle tre competizioni principali, dedicate anche quest’anno a Lino De Salvador e Mario Facca, compianti personaggi dell’automobilismo bellunese che furono fra i maggiori promotori e animatori della cronoscalata del Nevegàl, si svolgerà la sesta edizione della parata Alpe del Nevegàl. Lo scopo di questa manifestazione è quello di consentire la sfilata di veicoli per finalità commerciali, associative e/o storico – rievocative, quindi lo svolgimento della parata non ha alcun carattere competitivo. Per ogni vettura è ammesso a partecipare un singolo conducente oppure un equipaggio formato da due persone maggiorenni. Il percorso è da considerarsi sempre “aperto al traffico” e quindi soggetto alle norme del Codice della Strada. Alla 6^ Parata Alpe del Nevegàl sono ammesse esclusivamente vetture di interesse storico e collezionistico, vetture moderne per finalità commerciali, vetture iscritte a club di marca e/o associazioni. Tutte le vetture devono essere dotate di propria copertura assicurativa, non sono ammesse vetture con targa “prova”.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

La Consulta e i vaccini * di Filiberto Dal Molin

Abbiamo avuto in questi giorni la ventura di sapere come si sono articolate le discussioni e le argomentazioni in tema di obbligo vaccinale anti...

Certificata la presenza della lontra europea in Comelico. De Bon: «Scoperta di grande rilievo. È una specie rara e un indicatore di eccellente qualità ambientale»

La lontra è tornata ad abitare il Bellunese. La scoperta è avvenuta attorno a metà novembre, grazie a una serie di ritrovamenti. L'animale, che...

Violenza sulle donne e lo scivolone della maggioranza * di Ilenia Bavasso

"Io so di non sapere". Ignoranza s. f. . – L’ignorare determinate cose, per non essersene mai occupato o per non averne avuto notizia: i....

Dalle grandi dimissioni all’abbandono silenzioso: le condizioni del lavoro nelle province di Belluno e Treviso

Ricerca della Cisl su un campione di 2.550 lavoratori e lavoratrici Un giovane su 6 ha cambiato lavoro nell'ultimo anno: 4.765 dimissioni volontarie nel primo...
Share