13.9 C
Belluno
mercoledì, Giugno 29, 2022
Home Cronaca/Politica Amministrative Belluno. Bard: niente alleanze! Autonomia ed elettività, poca attenzione nei programmi

Amministrative Belluno. Bard: niente alleanze! Autonomia ed elettività, poca attenzione nei programmi

Movimento Belluno autonoma Regione Dolomiti

Il movimento Belluno Autonoma Regione Dolomiti non appoggerà nessun candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative del capoluogo: a deciderlo, dopo gli incontri con i tre candidati in corsa per Palazzo Rosso, l’assemblea locale del movimento.

«Nel corso degli incontri, abbiamo chiesto ai tre candidati le loro posizioni su temi cari al movimento e ai nostri iscritti: l’elettività della Provincia, una maggiore attenzione al rapporto tra la città e le sue “terre alte”, l’importanza di contraddistinguere Belluno come città alpina, lontana quindi dalla visione che la considera periferia della pianura veneta. – fanno sapere dalla sezione cittadina del Bard – Nonostante siano emerse affinità di vedute e spunti di riflessione condivisi con tutti i e tre i candidati, non abbiamo potuto ravvisare nei loro programmi e negli impegni assunti la spinta e la determinazione necessaria a conseguire gli obiettivi che ci stanno a cuore».

Questo ha portato alla decisione condivisa di non schierarsi a favore
di uno specifico candidato; agli iscritti viene quindi lasciata la più ampia libertà di scelta, con il consiglio di valorizzare i candidati consiglieri che più reputano sensibili alle questioni relative all’autonomia e con una visione del proprio comune all’interno di un più ampio contesto provinciale e alpino.

«È solo nell’unità che potremo risolvere le nostre difficoltà. – concludono dal movimento – In questo momento, il nostro territorio soffre a causa di numerosi fattori (dai postumi di Vaia alla pandemia, dalle crisi aziendali agli aumenti di materie prime, luce e gas) che ci colpiscono più di altre zone. Si pensi solo ai costi per il riscaldamento, in montagna acceso per oltre sei mesi all’anno, o per l’energia elettrica, che il Bellunese vede rincarata quanto tutto il resto d’Italia, nonostante il suo territorio sia segnato dalle centrali idroelettriche».
Nell’augurare a tutti i candidati sindaco il migliore risultato possibile, il movimento Bard conferma la più ampia apertura a qualsiasi forma di futura collaborazione, nell’auspicio che chiunque rivestirà il ruolo di primo cittadino del capoluogo riesca ad anteporre «l’interesse della città e dei suoi abitanti a sterili campanilismi e a bieche logiche di schieramento».

Share
- Advertisment -

Popolari

I centri diurni “Via Medaglie d’Oro” e “Le Casette” partecipano alla Mostra dell’Artigianato di Feltre

I Centri Diurni per persone con disabilità del distretto di Feltre “Via Medaglie d’Oro” e “Le Casette” partecipano anche quest’anno alla Mostra dell’Artigianato, in...

Veneto is fabulous. Tre giorni in e-bike sulle Dolomiti Bellunesi, fino Tre Cime di Lavaredo, con Francesco Moser. E non solo

Partirà domani, giovedì 30 giugno, da Longarone un tour di tre giorni in e-bike per scoprire Veneto is Fabulous, la filiera turistica che raggruppa...

Oltre 6mila euro per giovani con disabilità, dalla Mongolfiera di Giorgia

Un impegno costante quello de “La mongolfiera di Giorgia” che, ancora una volta, dà aiuto ai giovani bellunesi. Quattro i ragazzi con certificazione di disabilità...

Sentieri sulle Dolomiti bellunesi. Sabato 23 luglio 11:55 Rai Uno Linea Verde

Lino Zani e Margherita Granbassi, conduttori di Linea Verde Sentieri, sono arrivati lunedì sulle Dolomiti Bellunesi per raccontare il territorio nel nuovo format di...
Share