13.9 C
Belluno
sabato, Dicembre 10, 2022
Home Cronaca/Politica Decreto Ucraina. Intervento alla Camera di De Menech. Si auspica la pace,...

Decreto Ucraina. Intervento alla Camera di De Menech. Si auspica la pace, ma si chiedono rafforzamenti militari Nato

Roma, 17 marzo 2022 – Il coordinatore dei deputati veneti del Partito democratico, Roger De Menech, è intervenuto oggi alla Camera in occasione delle dichiarazioni di voto sul decreto legge ‘Ucraina’.

De Menech parla di “ricerca della soluzione diplomatica per favorire la fine del conflitto”, ma non dimentichiemo che l’Italia fornisce armi all’Ucraina. Di più. Si vuole “riportare il conflitto sul tavolo del dialogo e della diplomazia” salvo mettere in campo “un rafforzamento dei dispositivi militari della Nato nelle aree di crisi”. Un’area di crisi è certamente l’Ucraina. E rafforzare i dispositivi militari Nato in Ucraina è esattamente ciò che Putin non vuole. Perché un missile lanciato da una ipotetica base militare in Ucraina impiegherebbe dai 3 ai 5 minuti a colpire Mosca e sarebbe difficile per i russi intercettarlo. Ricordiamo tutti la crisi di Cuba del 1962. E questa sarebbe la risposta europeista alla pace? Sembrerebbe fatta sotto dettatura Nato. Inutile parlare di negoziati di pace, insomma, se l’Ucraina non rimane uno stato cuscinetto tra Est e Ovest.

Qui di seguito la sintesi dell’intervento dell’onorevole De Menech:

«La guerra in Ucraina colpisce tutti perché è un assalto nel cuore dell’Europa ai valori di democrazia, libertà e rispetto dei diritti umani, che l’Ue coltiva fin dalla sua nascita. Proprio per questo, l’Unione europea ha risposto con prontezza e unità, sia nel sostegno alla popolazione ucraina che alle sanzioni molto onerose per la Russia. Dal punto di vista normativo, con questo testo, anche l’Italia fa la sua parte per sostenere l’Ucraina come Stato libero che si autodetermina e per continuare con determinazione la ricerca della soluzione diplomatica, tenendo aperti tutti i tavoli per favorire la fine del conflitto. Il decreto che stiamo approvando tenta di mettere in campo le opportune strategie per consentire esattamente di riportare il conflitto sul tavolo del dialogo e della diplomazia. Si tratta di un insieme di misure che operano su due terreni diversi: un rafforzamento dei dispositivi militari della Nato nelle aree di crisi e interventi straordinari di assistenza e di cooperazione in favore dell’Ucraina e dei milioni di profughi in cerca di rifugio. Sottolineo le numerose iniziative di solidarietà degli Italiani per sostenere la popolazione ucraina: il Pd ha messo a disposizione i suoi 5 mila circoli per la logistica e per la raccolta del materiale. Il mondo cattolico, il terzo settore, le scuole sono già fortemente impegnate per organizzare l’accoglienza. In questo momento di grande difficoltà dobbiamo essere orgogliosi della risposta italiana all’aggressione russa, una risposta che continua a fondarsi su fermezza e disponibilità al dialogo, che non accetta compromessi al ribasso sui principi fondamentali di libertà, democrazia, stato di diritto, una risposta europeista e per la pace».

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Legge di bilancio: presentate ai parlamentari eletti nei collegi di Belluno e Treviso le richieste della Cisl

Piena rivalutazione delle pensioni e nessun vincolo su Opzione Donna, riduzione ulteriore del cuneo fiscale, taglio del 3% per i redditi fino a 35...

Oggi l’Hockey Feltre sfida l’Hc Real Torino alle 18:30 al PalaFeltre

La prima squadra dell’Hockey Feltre continua con la seconda fase del campionato dopo la vittoria in casa dello scorso sabato contro l’HC Milano Old...

Il volontariato bellunese sfida il futuro. Venerdì 16 dicembre il convegno al Teatro comunale

Assessore Dal Pont: “Vogliamo diventi un appuntamento fisso per il terzo settore” Alle associazioni di volontariato della provincia, alle istituzioni e a tutta la comunità:...

Ponte nelle Alpi. Il Comune eroga 12mila euro di contributi alle associazioni di volontariato

Il Comune di Ponte nelle Alpi eroga 12mila euro di contributi alle associazioni di volontariato che operano in favore della comunità. In seguito alla crisi...
Share