13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 6, 2022
Home Cronaca/Politica Dopo l’Ucraina toccherà alla Georgia. Il monito del professor Orsini, come una...

Dopo l’Ucraina toccherà alla Georgia. Il monito del professor Orsini, come una Cassandra inascoltata

Se parliamo di guerra, non possiamo non tener conto di quanto affermano due generali a tre stelle e della precisa analisi dei fatti del professor Orsini docente universitario alla Luiss, intervenuto l’altra sera a Piazza Pulita, la trasmissione televisiva condotta da Formigli su La7.

Iniziamo da quanto hanno detto i due alti ufficiali  “In questo momento inviare armi in Ucraina sarebbe estremamente dannoso” generale di Corpo d’Armata Fabio Mini. “Inviare armi in Ucraina riduce la possibilità di dialogo” generale di Corpo d’Armata Marco Bertolini.

Qui di seguito l’intervanto del professor Alessandro Orsini docente di Sociologia del terrorismo internazionale alla Luiss.

“La Nato ha fatto in Ucraina tre gigantesche esercitazioni militari con scenari di guerra. Una nel giugno 2021 denominata “Brezza marina” cui parteciparono 32 Paesi (i 28 aderenti alla Nato più altri paesi amici invitati tra cui l’Australia). La Nato ha fatto un’altra gigantesca esercitazione nel luglio del 2021, chiamata “Tre spade”. E un’altra nel settembre del 2021 chiamata “Tridente rapido”. Durante quest’ultima esercitazione del settembre 2021, Putin stava sparando a delle navi della Nato e ha detto ‘Fermatevi, perché state portando questa situazione a un punto di collasso’. Io mi domando, dov’era la Von der Leyen quando succedeva questo?”. Nel 2017 l’allora presidente statunitense Trump e il dittatore nordcoreano Kim Jong-un iniziarono a litigare, Trump ha detto ‘voglio invadere la Corea del Nord’ e i suoi generali gli hanno detto ‘avremo un milione di morti perché Kim Jong-un può sparare i suoi missili sulla base americana di Guam, nel Pacifico, e può sventrare la città di Seul, capitale della Corea del Sud perché è a portata di tiro. Trump, nel giugno del 2018 ha detto ‘se devono morire tutti questi soldati americani io rischio addirittura un attacco sul suolo americano io vado a pranzo con Kim Jong-un. E nel giugno del 2018 Trump va a pranzo a Singapore con Kim Jong-un e diventa suo amico. Poi c’è stata la crisi nel Venezuela tra Nicolas Maduro e Juan Guaidó e Trump disse ‘voglio invadere il Venezuela’. E gli è stato detto ‘non lo puoi fare perché avemmo troppi morti nell’esercito americano e porteremo la guerra dentro il nostro emisfero, perché dietro il Venezuela ci sono la Turchia, la Russia e la Cina. E Trump disse non invado. Noi dobbiamo imparare dagli Stati Uniti che pensano a salvaguardare i loro interessi e a salvaguardare la vita degli americani e a proteggere il territorio nazionale. Secondo voi è possibile affermare che l’Unione europea sia un’organizzazione politicamente fallita? Un’organizzazione che nasce nel 1951 per mettere insieme le risorse fondamentali per impedire la guerra in Europa, poi crea la Comunità economica europea nel 1957, poi nasce l’Unione europea per non fare la guerra in Europa. Ora l’Unione europea regala le armi agli ucraini. Dov’era la Commissione europea quando era chiarissimo che Putin avrebbe sfondato il fronte. Io ho fatto un’audizione in Senato il 4 dicembre 2018, queste cose le ho dette che avrebbe sfondato il fronte.

Se non capiamo questi passaggi non capiamo che sta scoppiando un’altra guerra nella Georgia perché la situazione è speculare a quella dell’Ucraina. Putin nel 2008 in Georgia ha fatto la stessa cosa che ha fatto in Ucraina nel 2014, ha creato due repubbliche indipendenti per proteggere il territorio nazionale e noi nel 2021 abbiamo fatto una gigantesca esercitazione militare nella Georgia”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Marmolada, aggiornamento delle ore 19:40 Prosegue la ricerca dei dispersi con i droni

Canazei, 6 luglio 2022 - Si è tenuto poco fa a Canazei un breve punto stampa al termine di una riunione tecnica fra tutti...

Marmolada: chi non rispetta i divieti sarà denunciato

Canazei, 6 luglio 2022 -  Il sindaco di Canazei, Giovanni Bernard, ha firmato una nuova ordinanza attraverso la quale viene circoscritta l'area di chiusura...

Tutto pronto per VinoVip Cortina 2022

Il 10 e l'11 luglio la perla delle Dolomiti accoglie professionisti e appassionati con oltre 170 vini e distillati da degustare Luglio 2022 - Brindisi...

Nubifragio e grandine: il Comune di Ponte nelle Alpi richiede lo stato di crisi per la calamità del 21 giugno

Dopo un'attenta valutazione dei danni da parte dei tecnici del Comune di Ponte nelle Alpi, è stato richiesto alla Regione lo stato di crisi...
Share