13.9 C
Belluno
mercoledì, Luglio 6, 2022
Home Meteo, natura, ambiente, animali Salvataggio anfibi. Chi desidera partecipare può contattare i gruppi di volontari

Salvataggio anfibi. Chi desidera partecipare può contattare i gruppi di volontari

Sta per partire la migrazione degli anfibi bellunesi ed i volontari hanno iniziato oggi l’opera di posa di reti e barriere, un lavoro che occuperà per i prossimi fine settimana diverse squadre di volontari da Ponte nelle Alpi a Rocca di Arsiè, da Borgo Valbelluna a Seren del Grappa.
Un grandissimo impegno per aiutare rospi e rane a raggiungere le pozze d’acqua per riprodursi.

Nel loro lungo cammino incontrano numerosi ostacoli e pericoli, sono molte le attività umane che ne mettono a rischio la sopravvivenza ma una delle maggiori minacce o almeno quella sulla quale i volontari possono intervenire è quella di aiutarli nell’attraversamento delle strade a maggior percorrenza sulle quali altrimenti troverebbero la morte.
Si sono viste 2 squadre operare sulla Statale Alemagna a fianco del Lago di Santa Croce, località Punta Trifina di Ponte nelle Alpi e Molinello di Borgo Valbelluna con le prime opere. La stagione è ancora fredda la sera, aggravata dalla siccità ma basteranno un paio di giorni di pioggia per mettere in cammino migliaia di rospi e rane sulle strade bellunesi.
Ora più che mai l’attenzione è volta alla conservazione degli ecosistemi e della biodiversità e nella nostra Provincia già dal 2013 sono impegnati una cinquantina di volontari che, muniti di torce frontali e secchi alla mano, gli immancabili guanti, stivali ed il giubbino catarifrangente si alternano in turni per tutto il tempo della migrazione per garantire la salvaguardia di queste preziose presenze.

Lac Belluno e Gruppo Salvataggio Anfibi Belluno cercano volontari per i salvataggi serali.
Sarà necessario formare i volontari prima di imbracciare il secchio ed iniziare l’attività di salvataggio, ricordiamo che gli anfibi sono delicatissimi e vanno maneggiati con ma massima attenzione, a tal proposito da quest’anno si vedranno susseguirsi degli incontri con esperti erpetologi per poter accrescere le competenze dei volontari, il 17 febbraio scorso si è tenuto il primo di una serie di webinar formativi a cura del dott. Vincenzo Ferri del Comitato Conservazione della SHI, Societas Herpetologica Italica.

Chi volesse partecipare alla posa delle reti e delle barriere, oppure ai salvataggi serali, può scriverci una mail all’indirizzo: grupposalvataggioanfibibelluno@gmail.com oppure contattare le referenti dei siti di salvataggio:
Francesca per Punta Trifina di Ponte nelle Alpi 349/0779187
Isabella per Molinello di Borgo Valbelluna 349/4474104
Michela per Rocca di Arsié e Seren del Grappa 328/9204968

Gruppo Salvataggio Anfibi Belluno e LAC sezione di Belluno insieme per la migrazione degli anfibi in provincia di Belluno
DOVE: Rasai di Seren del Grappa, Molinello di Borgo Valbelluna, Punta Trifina di Ponte nelle Alpi, Rocca di Arsiè
COME: Attività di posa reti e barriere e salvataggi per aiutare gli anfibi nella migrazione riproduttiva annuale
QUANDO: Da fine febbraio a metà maggio
PERCHE’: Ogni anno con l’arrivo della primavera la Provincia di Belluno è interessata dal passaggio di migliaia di rospi e rane che si dirigono verso stagni, laghetti, zone umide temporanee per riprodursi.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Marmolada, aggiornamento delle ore 19:40 Prosegue la ricerca dei dispersi con i droni

Canazei, 6 luglio 2022 - Si è tenuto poco fa a Canazei un breve punto stampa al termine di una riunione tecnica fra tutti...

Marmolada: chi non rispetta i divieti sarà denunciato

Canazei, 6 luglio 2022 -  Il sindaco di Canazei, Giovanni Bernard, ha firmato una nuova ordinanza attraverso la quale viene circoscritta l'area di chiusura...

Tutto pronto per VinoVip Cortina 2022

Il 10 e l'11 luglio la perla delle Dolomiti accoglie professionisti e appassionati con oltre 170 vini e distillati da degustare Luglio 2022 - Brindisi...

Nubifragio e grandine: il Comune di Ponte nelle Alpi richiede lo stato di crisi per la calamità del 21 giugno

Dopo un'attenta valutazione dei danni da parte dei tecnici del Comune di Ponte nelle Alpi, è stato richiesto alla Regione lo stato di crisi...
Share