13.9 C
Belluno
mercoledì, Dicembre 7, 2022
Home Cronaca/Politica Lavori galleria Comelico. Oggi la terza riunione di confronto tra Anas, sindaci,...

Lavori galleria Comelico. Oggi la terza riunione di confronto tra Anas, sindaci, Forze dell’ordine, Dolomiti bus

Venezia, 31 gennaio 2022 – Si è tenuta oggi, in modalità telematica, la prima riunione del tavolo tecnico di confronto sul piano dei lavori della galleria “Comelico”, lungo strada statale 52 “Carnica” in provincia di Belluno.

Al tavolo tecnico hanno preso parte oltre ai rappresentanti Anas, i Sindaci dei Comuni di Comelico Superiore, Danta di Cadore, San Nicolò Comelico, San Pietro di Cadore, Santo Stefano di Cadore e Sappada oltre agli esponenti delle Forze dell’Ordine e dei servizi di tutela del territorio, nonché un rappresentante della Dolomiti Bus per tenere debito conto della necessità dei servizi di soccorso e del trasporto pubblico locale nella pianificazione della gestione del traffico.

Nel corso dell’incontro – in attesa che vengano formalizzate la nomine dei professionisti incaricati dagli enti territoriali – Anas ha ribadito che gli interventi, ritenuti improcrastinabili innalzeranno sensibilmente gli standard di sicurezza della circolazione stradale ed il comfort di guida​scongiurando il rischio di ulteriori, ripetuti e comunque non risolutivi interventi di manutenzione localizzata dell’opera. I suddetti interventi rientrano nel Piano viadotti e gallerie predisposto dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

Come convenuto nel corso della riunione tenutasi in Prefettura a Belluno lo scorso 22 dicembre, lo scenario di cantiere ritenuto più adeguato è quello che prevede la galleria chiusa al traffico durante le ore notturne e aperta al traffico a senso unico alternato durante il giorno. Tale ipotesi determina il minore disagio possibile per l’utenza anche se comporta un aumento dei tempi di ultimazione dei lavori che si prevedono in 745 giorni. Rimarrà sempre consentito il transito ai mezzi di emergenza mediante la definizione di un protocollo condiviso anche esso oggetto del tavolo tecnico.

Il tavolo tecnico di confronto permanente nasce per condividere e concordare con il territorio la gestione della mobilità, dei percorsi alternativi e per minimizzare l’impatto ed il disagio conseguente all’avvio dei lavori.

Nel corso della riunione, Anas ha illustrato il progetto, definendone l’articolazione tecnica e la conseguente impossibilità di dividere l’intervento in fasi separate, che avrebbero durata pluriennale ponendo in ulteriore difficoltà il territorio.

Anas ha esposto anche nel dettaglio le caratteristiche di cantierizzazione, che consentono di realizzare gli interventi più impattanti in orario notturno e di eseguire le restanti lavorazioni – in sicurezza sia per le maestranze che per il traffico veicolare – mediante l’istituzione del senso unico alternato in orario diurno. Sono state illustrate le analisi di traffico (sia leggero che pesante) oggi transitante nella galleria al fine di stabilire le fasce di apertura con relativa direzione più idonee per il territorio, tenendo conto anche delle corse del trasporto pubblico locale.

Infine è stato specificato che verrà data ampia comunicazione all’utenza, sia attraverso il corredo segnaletico sul posto, sia attraverso una campagna informativa dedicata all’utenza oltre che ad un aggiornamento settimanale sull’avanzamento dei lavori per tenere informati e aggiornati, in piena trasparenza, gli Enti territoriali.

Le attività del tavolo tecnico sono state aggiornate al 17 febbraio per valutare in particolar modo la soluzione di minor disagio per il trasporto pubblico locale, mentre gli Amministratori Locali intervenuti non hanno ritenuto di offrire un contributo di valutazione sulle soluzioni viabilistiche proposte, limitandosi a richiedere la realizzazione di viabilità alternative prima dell’esecuzione dei lavori.

Sul punto Anas, pur manifestando la massima disponibilità a collaborare nel perimetro del proprio ruolo di gestore stradale su viabilità non di propria competenza, ha ribadito che – indipendentemente dalla concreta data di avvio dei lavori, che sarà definita al termine dell’iter progettuale di cui il tavolo tecnico è parte integrante – le tempistiche pluriennali degli interventi richiesti dalle Amministrazioni intervenute non sono compatibili con le necessità attuali della Galleria Comelico.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Scherma storica. Argento al Trofeo Ducale 2022 di Parma

Scherma Storica Dolomiti sul secondo gradino del podio in Spada a Due Mani Lo scorso fine settimana (3-4 dicembre) due atleti di ASD Scherma Storica...

Nuoto. Trofeo Città di Belluno: un grande successo dentro e fuori dall’acqua

Grazie a uno splendido, armonioso ed efficace gioco di squadra, la Sportivamente Belluno manda in archivio con successo quella che è ormai diventata la...

Settantamila euro dalla Regione per la bonifica al campo sportivo di Castion

La Regione stanzia 70mila euro per la bonifica al campo sportivo di Castion. Il sito contaminato dagli idrocarburi sarà bonificato con un contributo eccezionale. “Avevamo...

Poste italiane assume in Cadore

Belluno, 6 dicembre 2022 – Poste Italiane prosegue la ricerca di personale da inserire nel proprio organico negli uffici postali e di recapito del...
Share