13.9 C
Belluno
giovedì, Giugno 30, 2022
Home Cronaca/Politica Regione del Veneto. Bilancio di fine anno. La relazione del presidente Zaia

Regione del Veneto. Bilancio di fine anno. La relazione del presidente Zaia

23 dicembre 2021, Venezia – Ecco il dossier “Regione Veneto 2021” sui vari temi affrontati dal presidente della Regione, Luca Zaia, nel corso dell’incontro di fine anno con la stampa.

I MONDIALI DI CORTINA
• 5 febbraio: sul territorio ampezzano arrivano quasi 100 milioni di euro, di cui 40 di finanziamento statale impiegati per investimenti duraturi nel rilancio di tutta la montagna veneta. Anche se è un evento a porte chiuse, oltre 500 milioni spettatori si collegano in diretta televisiva.
• 7 febbraio: ha inizio la Cerimonia di inaugurazione dei Mondiali di Sci. Il Presidente Zaia: “La pandemia ha stravolto i piani, ma nessuno qui si è arreso, a distanza di 70 anni dall’edizione dei giochi olimpici invernali di Cortina, emerge la capacità del sistema Veneto di trasformare le opportunità in certezze”.

LE OLIMPIADI MILANO – CORTINA 2026
• 1 gennaio 2021: tra la fine del 2020 e l’inizio del 2021 viene sottoscritto dal Presidente della Regione Luca Zaia, dal Presidente della Provincia di Belluno Roberto Padrin e dal Sindaco di Cortina Gianpietro Ghedina un accordo che vede i tre enti impegnati a redigere e condividere in tempi brevi un masterplan in vista delle Olimpiadi 2026.
• 13 febbraio: la Regione costituisce un vero e proprio Comitato di Garanzia e Legalità Olimpiadi, composto da dirigenti e legali per monitorare lo stato di avanzamento delle procedure e delle opere, nel rispetto degli obblighi previsti.
• 22 novembre: nasce la Società “Infrastrutture Milano Cortina 2026 Spa” con partner i Ministeri dell’Economia e delle Infrastrutture, le Regioni Lombardia e Veneto, le Province Autonome di Bolzano e Trento.
• 16 dicembre: la Fondazione Milano-Cortina 2026 sigla a Venezia l’intesa con il Ministero della Cultura per un ampio programma di iniziative.

L’EMERGENZA COVID E LA CAMPAGNA VACCINALE
• 14 gennaio: sono 87.147 le persone fin qui vaccinate in Veneto. Oggi siamo arrivati a 8.646.898 dosi somministrate (dato aggiornato al 20/12)
• 29 gennaio: il Veneto passa in zona gialla. A questa data la Germania è in lockdown, la Francia annuncia nuove restrizioni e l’Inghilterra supera i 100.000 morti.
• 30 aprile: il Veneto tocca il record delle quasi 50mila vaccinazioni anti-Covid (48.492) in un giorno.
• 10 maggio: a Villorba (TV) si inaugura il nuovo hub vaccinale, operativo dal 12 maggio. Con 5.700 mq e un parcheggio di 350 auto, si tratta del più grande polo vaccinale della provincia di Treviso.
• 13 maggio: il generale Figliuolo è in visita all’hub vaccinale della Fiera di Padova e al PalaExpo di Mestre, uno dei più grandi del Veneto.
• 5 giugno: si registra un boom di prenotazioni under20 e trentenni.
• 23 giugno: la Regione rafforza, anche durante l’estate, il testing e il sequenziamento delle varianti per il monitoraggio della circolazione virale.
• 2 luglio: si avvia la vaccinazione nelle farmacie venete abilitate.
• 20 luglio: il Veneto supera quota 5 milioni di dosi somministrate, grazie alle 1600 persone che operano in 60 punti vaccinali, ai medici di famiglia e alle farmacie.
• 18 settembre: parte il progetto veneto delle scuole sentinella, attraverso la somministrazione volontaria dei salivari ogni 2 settimane per monitorare l’andamento dell’epidemia all’interno della realtà scolastica.
• 20 settembre: il via alle terze dosi di vaccino anti-Covid. Si parte da Villorba con il generale Figliuolo.

FINANZIAMENTI, INVESTIMENTI E PRIMATI NELLA SANITÀ VENETA
• 4 febbraio: Il Veneto celebra la Giornata Mondiale contro il Cancro 2021 con un nuovo primato per il suo Registro Tumori, divenuto primo in Italia a ottenere la certificazione di qualità Iso 9001:2015.
• 26 febbraio: il Presidente della Regione nomina i nuovi direttori delle 9 Ulss, delle due Aziende ospedaliere di Padova e Verona, dell’Istituto Oncologico Veneto e dell’Azienda Zero.
• 26 aprile: grazie a un investimento pari a 30 milioni della Regione si dà l’avvio alla realizzazione di una nuova piastra degenze e ambulatori diurni all’ospedale di Cittadella.
• 12 maggio: si inaugura il nuovo Robot Chirurgico “Da Vinci” che entra in funzione all’Ospedale di Castelfranco Veneto.
• 5 giugno: parte la ristrutturazione dell’ospedale di Lamon (Belluno) per un importo complessivo di 5 milioni di euro, di cui 1 finanziato dalla Regione.
• 11 giugno: si assiste a uno straordinario intervento in prima mondiale di cardiologi e urologi a Padova di un paziente gravemente cardiopatico che aveva anche sviluppato un tumore al rene. I sanitari di Padova riescono ad arrivare dove nessuno al mondo era ancora riuscito.
• 18 giugno: viene inaugurata la nuova sede del Suem 118 provinciale all’ospedale San Bortolo di Vicenza, grazie a un investimento di quasi 2.300.00 euro. Nello stesso giorno si celebra il millesimo trapianto di rene alla Nefrologia del San Bortolo, diretta dal Prof. Claudio Ronco.
• 21 luglio: maratona di 7 trapianti a Padova. Il Covid non ferma i nostri medici.
• 19 agosto: la Regione promuove investimenti in sanità per oltre 77milioni di euro, mirati all’acquisto o al rinnovo di dotazioni tecnologiche, alla ristrutturazione o realizzazione di immobili.
• 27 settembre: viene inaugurata la nuova sala operatoria ibrida con angiografo all’ospedale di Bassano della Ulss 7 Pedemontana grazie all’investimento di oltre 1.500.000 euro della Regione e dell’Associazione Elios. È la prima sala ibrida in una struttura pubblica del Veneto.

UNESCO
• 11 maggio: l’organo tecnico a cui l’Unesco delega le valutazioni tecniche sui patrimoni dell’Umanità esprime un primo giudizio positivo sull’Urbs Picta di Padova.
• 2 luglio: Padova entra nella lista dei patrimoni Unesco per i cicli di affreschi del XIV secolo dei più grandi artisti dell’epoca, tra cui Giotto. Il Veneto annovera ora 9 siti nella World Heritage List UNESCO, in 2° posizione tra le regioni a livello nazionale con più siti Unesco.
• 24 agosto: arriva il primo sì dell’Unesco per l’iscrizione nella lista delle Riserve Unesco per il Monte Grappa, un’area di 66.067,3 ettari e coinvolge il territorio di 25 Comuni.

PRIMATI VENETI E NOMINE
• 12 marzo: al Quirinale vengono premiati 4 giovani Veneti con il titolo di Alfiere della Repubblica, conferito per atti di coraggio, solidarietà e impegno ambientale: Niccolò Brizzolari di Rovigo, Antonio Maria Granieri di Vigonza (PD), Mattia Piccoli di Concordia Sagittaria (VE), Francis Francis Fernando Chkrawarthige Praveen di Pove del Grappa (VI).
• 19 giugno: Daniela Mapelli è la prima donna eletta Rettore dell’Università di Padova dopo 800 anni.
• 19 luglio: l’Università di Padova è la seconda Università italiana nella classifica CENSIS, premiata per l’elevata qualità di organizzazione, amministrazione e didattica.
• 14 dicembre: la provincia di Treviso è la migliore per la qualità della vita secondo l’indagine curata dal Sole24ore. La Provincia di Treviso vince anche la classifica nella qualità per la vita delle donne, in particolare per la speranza di vita nella nascita. Nella top ten troviamo anche Verona.
• 16 dicembre: l’Università di Padova è tra i migliori 100 atenei nel mondo per la sua politica green, che si traduce in azioni sempre più rispettose per l’ambiente. È la prima volta che un Ateneo veneto conquista un risultato di questo calibro.

ANNIVERSARI E CELEBRAZIONI
• 25 Marzo: Venezia celebra i 1600 anni dalla sua fondazione, un’identità che vive ancora oggi nella nostra Regione. Il Presidente Zaia: “Venezia è una realtà storica universale, testimoniata nell’eccezionale patrimonio culturale, architettonico e artistico. Non sono molte le comunità umane che affondano le radici in una storia ed in una tradizione così lunga e significativa, plasmata storicamente dalla Repubblica Veneta”.
• 10 ottobre: 100 anni fa nasceva il poeta Andrea Zanzotto a Pieve di Soligo
• 13 ottobre: Papa Francesco autorizza la Congregazione per le Cause dei Santi a beatificare Papa Giovanni Paolo I, il bellunese Albino Luciani di Canale d’Agordo, già vescovo di Vittorio Veneto e Patriarca di Venezia.
• 31 ottobre: migliaia di alpini arrivano nel capoluogo della Marca per le celebrazioni conclusive dei 100 anni della sezione Ana di Treviso (oltre 10mila iscritti).

VITTORIE E RECORD SPORTIVI
• 1 maggio: Imoco Conegliano vince la Champions di Volley femminile.
• 20 maggio: Elia Viviani, campione di ciclismo di Isola della Scala (VR) è portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi di Tokio.
• 1 agosto: due ori storici di Gimbo Tamberi (marchigiano ma tesserato con l’Alt-Etica San Vendemiano (TV) ed entrato da poco nelle Fiamme Oro Padova) nel sato in alto e Marcell Jacobs nei 100 metri, corridore nelle Fiamme Oro Padova. Jacobs è l’uomo più veloce, il primo italiano in 125 anni di Olimpiadi ad aver partecipato e vinto la finale dei 100 m.
• 9 agosto: sono 12 le medaglie olimpiche conquistate da atleti nati o residenti in Veneto o tesserati in società sportive del territorio.
• 6 settembre: gli atleti veneti vincono 26 medaglie alle Paralimpiadi.
• 1 settembre: a 33 anni Federica Pellegrini si ritira. Dopo 20 anni di nuoto, 2 medaglie olimpiche, 11 mondiali, 20 europee, 8 mondiali in vasca corta e 17 continentali in distanza breve, la Divina si ritira, portandosi a casa una medaglia, la 130esima, ai campionati italiani di Riccione.

VINO
• 8 settembre: Villa dei Cedri a Valdobbiadene è ufficialmente la sede istituzionale dell’Associazione per il Patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano Valdobbiadene.
• 30 ottobre: il Presidente Zaia presenta la documentazione per bloccare le ambizioni di riconoscimento europeo del Prosek avanzate dalla Croazia.

FIERE ED EVENTI
• 18 giugno: la fiera di Verona ospita il Motorbike, primo evento fieristico nazionale dopo lo stop per il Covid. 250 aziende presenti, di cui circa il 20% estere.
• 29 settembre: avvio alla 55esima edizione MARMOMAC alla Fiera di Verona, il più importante evento mondiale incentrato su pietra, graniti, tecnologie di lavorazione, mezzi di trasporto. Presenti 756 aziende esportatrici da 39 Paesi del mondo e 250 top buyer esteri.
• 11 ottobre: a Longarone Fiere si tiene il Dolomiti Show e il Buy Veneto – Speciale Montagna, una serie di incontri B2B tra gli operatori internazionali della domanda e gli operatori turistici dell’area dolomitica veneta, che presentano e commercializzano la propria offerta.
• 17 ottobre: a Verona si tiene il Vinitaly Special Edition, in attesa della 54esima edizione della rassegna ad aprile 2022. Presenti 35 nazioni in un’area espositiva con più di 400 aziende produttrici italiane. In questa occasione il Presidente Zaia premia 41 attività venete della ristorazione d’eccellenza selezionati da FIPE Confcommercio.
• 22 ottobre: a Padova si tiene la mostra auto d’epoca, attualmente il più grande mercato del settore in Europa. 115.000 mq di mostra in 11 padiglioni hanno ospitato 1.600 espositori e più di 5.000 macchine. Tra queste anche la mitica Fulvia.
• 4 novembre: si apre a Verona Fieracavalli, il salone dedicato al mondo equestre più importante del mondo. La manifestazione, aperta al pubblico, prevede 3.000 cavalli di 60 razze provenienti da tutto il mondo.
• 7 novembre: si inaugura a Padova, al Centro Culturale Altinate – San Gaetano, la mostra “Andrà tutto bene” con le opere realizzate dai bambini veneti durante la pandemia. La mostra, itinerante, mette insieme 838 disegni.
• 28 novembre: parte la 61esima mostra internazionale del gelato artigianale a Longarone, la più antica tra le manifestazioni di settore, con oltre 200 aziende espositrici, provenienti da tutte le Regioni d’Italia e da molti Paesi esteri, con 23mila visitatori. È stato promosso un DDL regionale che disciplina la produzione del gelato artigianale regionale di qualità in Veneto.

INFRASTRUTTURE
• 12 febbraio: partono i lavori di elettrificazione della tratta Treviso-Belluno, con interventi di sistemazione delle Stazioni di Feltre e Santa Giustina.
• 9 marzo: a Marghera vengono consegnati i treni Pop e Rock di Trenitalia
• 28 maggio: si inaugura il tratto tra Bassano e Montebelluna (35 km) della Pedemontana.
• 4 giugno: la Regione e la Rete Ferroviaria Italiana sottoscrivono un Protocollo d’intesa per la realizzazione dei lavori di raddoppio della Padova-Vigodarzere, sulla linea Padova-Castelfranco Veneto-Montebelluna, grazie a un finanziamento promosso dalla Regione di 40 milioni di euro del FSO.
• 28 luglio: posa della prima pietra del “Progetto Romeo” dell’Aeroporto Catullo di Verona che prevede l’ampliamento del terminal passeggeri, trampolino di lancio per preparare il territorio all’accoglienza di atleti, spettatori e turisti in vista delle Olimpiadi.
• 30 luglio: la Regione finanzia la realizzazione di una nuova passerella ciclopedonale sul torrente Campea, lungo il cammino storico naturalistico delle colline del prosecco, tra i Comuni di Farra di Soligo e Follina.
• 3 ottobre: il Ponte di Bassano torna ai suoi cittadini dopo 7 anni di lavoro e quasi 7 milioni di euro, tra risorse statali, regionali, comunali e di Fondazione Cariverona, oltre ai 170mila euro raccolti dai cittadini. Gli Alpini donano il nuovo impianto di illuminazione.

BANDI, FINANZIAMENTI E FONDI
• 20 gennaio: in attesa del governo, la Regione anticipa 133 milioni di euro del fondo nazionale per il trasporto pubblico locale ferroviario, automobilistico e di navigazione lagunare.
• 27 gennaio: la Regione approva un bando da 1.500.000 euro a fondo perduto, per l’imprenditoria femminile e per l’acquisto di macchinari, impianti produttivi, attrezzature, opere edili etc.
• 31 gennaio: anche quest’anno il Veneto rinnova l’Assegno per il lavoro con 20 milioni di euro, favorendo la ricerca attiva di occupazione.
• 19 agosto: la Regione approva un bando da 3 milioni a fondo perduto per giovani veneti, tra i 18 e i 35 anni, che scelgono di fare impresa nella propria terra.
• 26 maggio: tutte le Forze dell’Ordine che riscontrano infortuni in servizio, da questa data in poi, sono esenti da ticket per prestazioni di Pronto Soccorso e successive.
• 29 ottobre: via libero definitivo al programma 2021 a favore delle “famiglie fragili”, dotato di un totale di 3 milioni 980mila euro di contributi.
• 22 novembre: la Regione destina 3 milioni di euro per contributi a fondo perduto per maestri vetrai di Murano, messi in ginocchio dai rincari delle bollette.

AMBIENTE E SOSTENIBILITÀ
• 19 marzo: viene approvato lo sviluppo del Progetto “Venezia Capitale Mondiale della Sostenibilità”, un piano di interventi funzionali allo sviluppo sostenibile per il territorio.
• 9 aprile: si realizza il nuovo acquedotto di 18km in località Bova, nel comune di Belfiore, in provincia di Verona (24,2 milioni di euro). L’evento dà l’inizio ufficiale alla graduale fase di spegnimento dei pozzi contaminati dai PFAS.
• 8 luglio: Treviso è il capoluogo e la provincia più ricicloni d’Italia, con l’86,7% di raccolta differenziata. Ottimi piazzamenti vengono registrati da Legambiente per molti Comuni veneti.

INFRASTRUTTURE – TRASPORTI – LAVORI PUBBLICI
VICEPRESIDENTE DE BERTI

PEDEMONTANA VENETA
• I lavori di costruzione sono ormai giunti circa al 95% rispetto al quadro economico. A maggio è stata aperta la quarta tratta funzionale, tra il casello di Bassano del Grappa Ovest (VI) e Montebelluna (TV). Da tale data risultano pertanto fruibili quasi 60 km della nuova infrastruttura, distribuiti su 10 caselli aperti tra le due province. Da inizio anno 2021 sono state messe in funzione anche le due nuove aree di servizio Sile Est ed Ovest sulla A27, sostitutive delle dismesse aree Piave Est e Ovest.
OLIMPIADI MILANO CORTINA 2026
• Completamento del progetto definitivo per la Variante di Longarone e la variante di Cortina, già finanziati dallo stato per circa 600 mln di euro. Sottoscrizione dell’accordo tra Regione e Comune di Cortina d’Ampezzo per la cooperazione per individuare la migliore soluzione per effettuare le gare di bob, parabob, slittino e skeleton.
• Sigla dell’atto costitutivo della società di Infrastrutture Milano Cortina 2026 S.r.l., SIMICO Srl..
• Assegnazione ulteriore contributo pari a 24,5 milioni di euro per l’impianto di Bob ed espressa l’intesa per la destinazione dell’importo di 35 mln per opere sportive stanziati dei quali 17,5 mln di euro per la riqualificazione della pista da bob di Cortina. L’intervento risulta già finanziato con fondi statali per 24,5 mln più 17,5 mln, oltre ai 3 mln di Comune e Provincia, per totali 45 mln.
INTERVENTO “VIA DEL MARE” – COLLEGAMENTO A4 – JESOLO E LITORALI
• Nomina ed insediamento della commissione giudicatrice al fine di proseguire con l’iter di aggiudicazione del Project Financing.

INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

RINNOVO MATERIALE ROTABILE FERROVIARIO

• Proseguito il rinnovo del parco rotabile di Trenitalia S.p.A. con la messa in linea di 26 nuovi treni (12 Pop e 14 Rock) facendo così salire a 39 (19 treni Pop e 20 Rock) il numero complessivo di nuovi treni circolanti in Veneto a partire da fine 2019. Il contratto di servizio con Trenitalia prevede la messa in servizio di complessivi 78 nuovi treni (di cui 47 Rock e 31 Pop), con investimenti per complessivi € 661,7 milioni, di cui 42,6 cofinanziati dalla Regione Veneto. I nuovi treni hanno cominciato a sostituire i convogli Media Distanza e Taf su quasi tutte le linee ferroviarie elettrificate e con il progredire delle consegne la flotta del Veneto diventerà via via più moderna per tendere, nel 2023, ad una età media di 4,6 anni. Approvati finanziamenti per oltre 64,8 milioni di euro per l’acquisto di nuovi treni, dei quali 10 milioni a valere su fondi regionali e i restanti a valere su fondi ministeriali (principalmente a valere su fondi PNRR).
RINNOVO MATERIALE ROTABILE SU GOMMA
• Proseguita la gestione dei programmi pluriennali di investimento per il rinnovo della flotta del Trasporto Pubblico Locale (TPL) su gomma e avviate nuove linee di finanziamento, quantificabili in circa 51 milioni di euro, utilizzate per sviluppare programmi di investimento volti a sostituire un numero complessivo di mezzi pari a circa 230 bus differenziati tra alimentazioni diesel, elettrica e metano.
RINNOVO FLOTTA VAPORETTI
• Stipulato l’Accordo di Programma con il Comune di Venezia finalizzato all’ammodernamento della flotta impiegata nei servizi di TPL lagunari, comprendendo anche interventi sui puntili e pontoni per un importo di circa 131 milioni di euro di fondi statali assegnati alla Regione. Tale programma di investimenti si svilupperà nell’arco del prossimo decennio interessando il rinnovo di circa 100 unità navali di varia stazza.
TRASPORTO PUBBLICO LOCALE
• Garantita l’ordinaria programmazione dei servizi di trasporto pubblico locale sull’intero territorio regionale mediante l’assegnazione agli Enti affidanti di Euro 259.652.201,71 e la determinazione del livello dei servizi, pari a 85,89 milioni di chilometri di servizi automobilistici extraurbani, 41,24 milioni di chilometri di servizi urbani automobilistici e tramviari e 360.690 ore moto del servizio di navigazione.
• Per il trasporto pubblico ferroviario sono stati finanziati i contratti di servizio con le società affidatarie dei servizi per l’ammontare complessivo di Euro 146.000.000,00 per il contratto con Trenitalia S.p.A. e per 15.462.465,52 per il contratto con Sistemi Territoriali S.p.A.In particolare si evidenzia che la Regione ha integrato i finanziamenti a valere sul Fondo Nazionale Trasporti con risorse regionali per circa 15M di Euro per il solo esercizio 2021.
• Ripartizione e assegnazione dei finanziamenti statali straordinari specificamente assegnati alla Regione Veneto per fronteggiare l’emergenza sanitaria da COVID 19, pari a complessivi Euro 30.558.467,43, da destinare agli Enti titolari dei contratti per l’esercizio dei servizi di trasporto pubblico locale automobilistico, tramviario e di navigazione lagunare ed alla società regionale Infrastrutture Venete S.r.l. titolare dei contratti per l’esercizio dei servizi ferroviari, come di seguito riepilogato:
– Euro 10.254.582,76 da destinare alla compensazione dei minori ricavi tariffari registrati dalle aziende di trasporti;
– Euro 20.303.884,67 da destinare al finanziamento dei servizi aggiuntivi.
A questo si aggiunge l’ulteriore riparto dei finanziamenti statali straordinari, pari a Euro 17.561.254,75, assegnati al Veneto da destinare a copertura del fabbisogno finanziario necessario per l’esercizio di servizi aggiuntivi fino al 31 dicembre 2021.

PIANO REGIONALE DEI TRASPORTI
• A seguito dell’approvazione del Piano Regionale dei Trasporti, (luglio 2020), si è dato avvio alle attività di redazione dei seguenti Piani di secondo livello o di Settore:
1. Piano Regionale della Viabilità – in fase di avanzata attuazione
2. Piano Regionale della mobilità ciclistica – in fase di avanzata attuazione
3. Piano Regionale della portualità e navigazione e relativa stato ricognitivo della rete
4. Piano Regionale Neve e studio dei collegamenti intervallivi (con fulcro Cortina d’Ampezzo)
5. Documento di analisi del fabbisogno Logistica
Impegnati circa 1 milione di euro

INTERVENTI STRADALI
• “Terraglio Est – 2^ stralcio nei Comuni di Casier e Treviso”Concluso l’iter approvativo dell’intervento di realizzazione “Terraglio Est – 2^ stralcio nei Comuni di Casier e Treviso”. L’opera riguarda il completamento del primo stralcio, già realizzato ed attualmente in esercizio. L’intervento prevede un costo di circa 26 M€, per il quale è in fase di perfezionamento il pieno finanziamento mediante risorse FSC 2021-2027.
• PROTOCOLLO TRENO DELLE DOLOMITI Perfezionato il Protocollo d’Intesa finalizzato alla realizzazione di una mobilità sostenibile nel comprensorio dolomitico bellunese.
• SOPPRESSIONE DI PASSAGGI A LIVELLO Convocato 7 Conferenze di Servizi decisorie per l’approvazione di interventi di eliminazione di passaggi a livello sul territorio regionale. Tali interventi prevedono la soppressione di 9 passaggi a livello mediante la realizzazione di 7 sottopassi stradali, per un investimento totale di oltre 83 milioni di Euro, opere tutte finanziate che RFI potrà appaltare già a partire dal 2022. Gli interventi sono localizzati nei comuni di Loreggia, Monselice, Castello di Godego, Montebelluna, Resana, Paese, Treviso.
• CICLABILITA’ – TREVISO OSTIGLIA Finanziati ulteriori 2 lotti funzionali della “ciclabile Treviso Ostiglia”, che si sommano ai 5 lotti finanziati a partire dal 2016, per un importo totale di finanziamento, con risorse regionali, pari ad Euro 13.121.041,84. Con questo finanziamento, l’importo totale di risorse destinate alla progettazione e realizzazione della ciclabile, ammonta ad Euro 21.531.962,52.
• CICLOVIE NAZIONALI Delle 5 ciclovie nazionali (Vento, Sole, Venezia-Trieste, Adriatica, del Garda) che interessano il territorio del Veneto, sono state predisposte:
• le progettazioni definitive ed esecutive dei primi lotti funzionali delle 2 ciclovie, Vento e Sole.
• le progettazioni di fattibilità tecnico economica dei tracciati delle 3 ciclovie nel territorio veneto, Garda, Trieste-Venezia e Adriatica, oltre che i tracciati dei primi lotti funzionali delle stesse ciclovie.

FINANZIAMENTI PER INTERVENTI DI SICUREZZA STRADALE
• Stanziate risorse per l’attuazione di interventi per complessivi 29,3 M€ destinate in parte allo scorrimento della graduatoria del Bando 2020, ed in parte al finanziamento di interventi inseriti nella graduatoria del Bando 2021. Complessivamente le risorse disponibili hanno consentito il finanziamento di 223 interventi di sicurezza stradale, presentati dalle Amministrazioni comunali, che costituiscono un volano per la realizzazione di oltre 58 M€ di opere.
NAVIGAZIONE INTERNA
• Finanziati circa 10 interventi per oltre 2,3 milioni di Euro sul sistema idroviario padano-veneto (Fissero-Tartaro-Canalbianco-Po di Levante, Litoranea Veneta), e 5 interventi per oltre 2,1 milioni di Euro sulle vie navigabili di esclusiva competenza regionale (naviglio Brenta e padovano). Si sono inoltre programmati e finanziati interventi sul sistema idroviario padano-veneto per il 2022 per complessivi 6,1 milioni di Euro e per il 2023 per complessivi 1,75 milioni di Euro circa. Sul tema del servizio escavazione porti in attuazione delle funzioni amministrative conferite alla Regione in materia di trasporti sono stati finanziati con 350.000,00 euro di risorse regionali 2021 interventi di dragaggio in somma urgenza per la laguna di Barbamarco.

LAVORI PUBBLICI
SISMICA
• Aggiornamento dell’elenco delle zone sismiche del Veneto. Tutto il territorio viene suddiviso in 3 zone sismiche con la possibilità di estendere il sismabonus a tutto il Veneto (prima rimaneva esclusa la zona sismica 4. Si è dato avvio ad un bando di contributi per la prevenzione sismica del territorio e sono state approvate le graduatorie di merito, per complessivi Euro 5.992.720,61, finanziando le seguenti tipologie:
– N. 45 Indagini di microzonazione sismica per Euro 659.199,27
– N. 19 interventi strutturali di rafforzamento locale o di miglioramento sismico relativi a costruzioni pubbliche strategiche per Euro 5.255.377,78
– N. 10 verifiche sismiche su edifici ed opere pubbliche strategiche per Euro 78.143,56
“PICCOLE OPERE”: Sostegno finanziario ai lavori pubblici di interesse locale di importo fino ad € 200.000,00 (L.R. n. 27/2003, art. 50)
• E’ stato approvato il Secondo Piano di riparto dei contributi relativi al “Sostegno finanziario ai lavori pubblici di interesse locale di importo fino ad € 200.000,00. Sono stati investiti € 5.000.000,00 che hanno consentito di finanziare ulteriori n. 86 istanze

OSSERVATORIO REGIONALE LAVORI PUBBLICI
AVVIO APPLICATIVO INFORMATIVO SIAV (SISTEMA INFORMATIVO APPALTI VENETO)
• La Regione ha avviato le fasi propedeutiche all’avvio di un nuovo applicativo informativo per gli appalti pubblici che coinvolgerà tutte le Stazioni appaltanti del Veneto che fanno capo all’Osservatorio regionale degli appalti. In tale prospettiva è stata sottoscritta una Convenzione con le Regioni Toscana, Emilia Romagna e la Provincia autonoma di Trento che condividono con il Veneto il medesimo sistema informatico. La Convenzione consente di effettuare una procedura di gara in forma aggregata.
AVVIO DELLA RETE DEGLI OSSERVATORI REGIONALI DEGLI APPALTI
• Sottoscritto da parte di tutti i Presidenti di regione e Province autonome il Protocollo d’intesa fra le Regioni e le Province autonome e ITACA per la costituzione e l’organizzazione della Rete degli Osservatori regionali dei Contratti Pubblici.
APPROVAZIONE AGGIORNAMENTO 2021 PREZZARIO REGIONALE OPERE PUBBLICHE

ADOZIONE DELLA RELAZIONE ANNUALE SULL’ANDAMENTO DEGLI APPALTI PUBBLICI IN AMBITO REGIONALE ANNUALITÀ 2020
PROGRAMMAZIONE DEI LAVORI PUBBLICI DI INTERESSE REGIONALE E DEGLI ACQUISTI DI SERVIZI E FORNITURE
• Il programma Triennale 2021-2023 prevede risorse totali pari a circa 181 milioni di euro, di cui circa 57 milioni di euro provenienti dal bilancio regionale. Durante l’arco temporale di validità del programma 2021-2022 sono previsti acquisti di beni e servizi per un totale di circa 60 milioni di euro di cui circa 48 milioni di euro da stanziamenti di bilancio.

ASSESSORATO AMBIENTE, PROTEZIONE CIVILE, DISSESTO IDROGEOLOGICO
ASS. BOTTACIN

RIFUITI
ADOTTATO PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI URBANI E SPECIALI. PER IL 2030 SI PUNTA A NON APRIRE NUOVE DISCARICHE, ANZI, AD ABBANDONARLE

• DGR 726 del 8 giugno 2021, la Giunta della Regione del Veneto ha avviato la procedura di aggiornamento del Piano regionale di gestione rifiuti, approvato dal Consiglio regionale con delibera 30/2015, individuando le linee strategiche e incaricando ARPAV di fornire il necessario supporto tecnico-scientifico.
• Con successiva DGR 1458 del 25 ottobre 2021 ha adottato la proposta di aggiornamento del Piano e i relativi allegati e si sono avviate le procedure di verifica di assoggettabilità a valutazione ambientale strategica (VAS) e di Valutazione d’Incidenza Ambientale (VINCA).
Il documento conferma e rafforza gli ambiziosi obiettivi del Piano vigente: si punta, per il 2030, a una percentuale di differenziata all’84% e a una produzione di rifiuto urbano residuo ridotta a 80 chilogrammi per abitante l’anno, con l’obiettivo di consolidare il primato veneto senza la necessità di aprire nessuna nuova discarica (nemmeno in ampliamento rispetto a quanto già autorizzato) e nessun ulteriore termovalorizzatore (né incremento di potenzialità degli stessi rispetto a quanto già autorizzato oggi). Inoltre, entro il 2030, si vuole arrivare al totale abbandono del ricorso alla discarica.

APPROVATI DUE BANDI PER LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATAE SMALTIMENTO DEI RIFIUTI ABBANDONATI

• Con DGR 1534 e 1535 del 3 novembre 2021, sono stati promossi due bandi rivolti alle amministrazioni comunali del Veneto, a sostegno di interventi di adeguamento e/o manutenzione straordinaria degli esistenti centri comunali di raccolta di rifiuti urbani, al fine di migliorare la percentuale di raccolta differenziata (stanziamento 1.050.000 euro) e a sostegno di interventi di rimozione e smaltimento di rifiuti abbandonati, pericolosi e non pericolosi (stanziamento 1.290.000 euro).

FINANZIAMENTI PER BONIFICHE AMBIENTALI:

• Con la DGR 1472/20 è stato approvato un bando per l’individuazione di interventi di rimozione e smaltimento amianto da edifici scolastici, ospedalieri e altri edifici di proprietà pubblica (stanziamento di 10.157.796 euro).
• Con DGR n. 662/21 è stata assegnata la somma di 10.727.597 euro per interventi urgenti di bonifica ambientale di siti inquinati. Con DGR 951/2021 è stato pubblicato un bando rivolto alle amministrazioni comunali del Veneto, a sostegno di ulteriori interventi di bonifica ambientale di siti inquinati, per l’ammontare complessivo di 20.620.826 euro.

ARIA

PIANO REGIONALE DI TUTELA E RISANAMENTO DELL’ATMOSFERA

• Con DGR 238 del 2 marzo 2021 è stato approvato un pacchetto di misure straordinarie per la qualità dell’aria finalizzate alla riduzione delle emissioni. Misure che si aggiungono già alle numerose azioni promosse dalla Regione del Veneto e che rispondono anche all’esigenza di dare ulteriori riscontri alla sentenza del 10 novembre 2020 della Corte di Giustizia europea, con la quale lo Stato Italiano è stato condannato per la violazione delle disposizioni della direttiva sulla qualità dell’aria.
• Con lo stesso obiettivo, la Giunta, con DGR 1537/21, ha inoltre avviato la procedura di aggiornamento del Piano Regionale di Tutela e Risanamento dell’Atmosfera, avvalendosi del supporto dell’ARPAV, che sarà sviluppato in adeguamento alle normative nazionali e agli accordi interregionali intervenuti con le regioni del Bacino Padano, che soffrono di problematiche similari.

VIA LIBERA AL BANDO PER LA ROTTAMAZIONE DI VEICOLI INQUINANTI E PER INCENTIVI

• Il bando, approvato con DGR 491/21, ha previsto incentivi economici di importo variabile da 3.500 a 8.000 euro per la rottamazione di veicoli inquinanti e sostituzione con veicoli a basso impatto ambientale di nuova immatricolazione dedicato alle persone fisiche. Con successiva delibera (1235/21), lo stanziamento iniziale di 5 milioni è stato portato a 12.866.000 euro.

RIDUZIONE TEMPI ROCEDIMENTI DI “VIA”

• Nel biennio 2020-2021 vi è stato un incremento dell’efficienza nelle valutazioni attuate da parte della Regione del Veneto, che ha portato a una significativa riduzione nei tempi. Il frutto di tali migliori performances va attribuito alla L.R. 4/2016 e ai suoi aggiornamenti, ma anche a seguito dell’applicazione della DGR 1620/2019.
• I procedimenti risultano ad oggi, salvo rare e motivate eccezioni, in linea se non addirittura in anticipo rispetto alla tempistica stabilita per la chiusura degli stessi.

 

PROTEZIONE CIVILE

STATI DI CRISI: DICHIARAZIONE 13 STATI DI CRISI IN VENETO

• Nel corso dell’anno, il territorio regionale è stato colpito da numerosi eventi meteo avversi che hanno portato alla dichiarazione di ben tredici Stati di Crisi da parte del Presidente della Giunta Regionale.
• 3 gennaio 2021: eccezionali nevicate che hanno interessato la montagna veneta e ha ottenuto il riconoscimento dello stato di emergenza nazionale con deliberazione del Consiglio dei Ministri e successiva ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile.
• Gli altri eventi hanno interessato, in primavera e in estate, soprattutto la pianura veneta e sono stati causati da intensi fenomeni temporaleschi con nubifragi, grandine e forte vento. Per tutti gli stati di crisi è stata chiesta la dichiarazione dello stato di emergenza nazionale.
• Da non dimenticare, inoltre, la gestione di un altro rilevantissimo evento calamitoso, verificatosi a inizio dicembre 2020, quando è piovuto più del 1966 e molto più del 2010. Grazie, peraltro, ai numerosi investimenti fatti in termini di previsione e prevenzione negli ultimi anni, pur di fronte a danni davvero rilevanti (ben 293 milioni di euro, causati dal maltempo del 5 e 6 dicembre), non ci sono stati né i cento morti del 1966, né mezzo Veneto allagato come nel 2010.
• 1 milione e 800mila euro sono stati i contributi stanziati dalla Regione del Veneto in assenza di interventi statali per i privati. La Giunta regionale ha ritenuto, in assenza di un intervento statale, di sostenere i privati che hanno visto danneggiati i veicoli o i natanti negli eventi emergenziali dell’autunno 2018 (Vaia) e negli eventi per i quali è stato dichiarato lo stato di crisi con decreto del Presidente della Giunta Regionale negli anni 2019-2020.
• A tale scopo, con DGR 663/21 è stato stanziato 1 milione di euro.
• Con DGR 796/21 sono stati ulteriormente stanziati 800mila euro provenienti dal conto corrente di solidarietà per il ristoro dei privati, che hanno subito danni ai beni mobili registrati a seguito di Vaia.

RIORGANIZZAZIONE DEL SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE E ADEGUAMENTO NORMATIVO

• Potenziamento del ruolo della PC grazie alla ridefinizione degli ambiti territoriali con il DDL 10/21: la Giunta ha adottato e trasmesso al Consiglio Regionale il testo del disegno di legge “Disciplina delle attività di protezione civile”. Lo scopo è quello di sostituire il vecchio testo della Legge Regionale 58/84 con conseguente adeguamento alla normativa nazionale e, in particolare, allo sviluppo che la Protezione Civile ha avuto negli ultimi anni. Particolare attenzione è stata dedicata al ruolo delle Province che, a seguito della legge “Del Rio”, è stato alterato, pur mantenendo l’importanza del suo presidio sul territorio in ambito di prevenzione.
• Con DGR 1169/21 ha approvato gli indirizzi relativi alla procedura per la definizione degli ambiti territoriali, che andranno a sostituire gli attuali distretti di Protezione Civile potenziandone il ruolo. Il percorso iniziato è imperniato sulla massima condivisione con le componenti e strutture operative di protezione civile direttamente coinvolte, quali i comuni attraverso l’ANCI, le Prefetture, le Province e la Città Metropolitana, i Vigili del Fuoco, oltre al volontariato organizzato di Protezione Civile.

VOLONTARIATO

STANZIATO CONTRIBUTO DI 1 MILIONE DI EURO
• Allo scopo di sostenere le organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile coinvolte, con la DGR 1493/21 la Giunta Regionale ha deliberato un contributo di 1 milione di euro (tratti dalla raccolta di fondi del conto corrente “Sostegno emergenza Coronavirus”), ad integrazione degli oltre 2,5 milioni già stanziati lo scorso anno, per l’attività svolta dal Volontariato di Protezione Civile nell’emergenza COVID-19.
• L’attività della Protezione Civile nell’ambito dell’emergenza COVID-19 è di supporto al sistema sanitario e alla popolazione veneta. Il volontariato è impegnato per l’operatività dei centri vaccinali, garantendo da fine marzo la propria presenza con oltre 110mila giornate uomo (380mila dall’inizio della pandemia, oltre 3 milioni di ore di lavoro).
• Ulteriori interventi economici della Giunta sono stati previsti per le attività generali delle associazioni di Protezione Civile e anche appositi stanziamenti per il delicato settore dell’antincendio boschivo.

DISSESTO IDROGEOLOGICO: INTERVENTI ORDINARI E STRAORDINARI, BACINI DI LAMINAZIONE

 

INTERVENTI ORDINARI E STRAORDINARI: PIANIFICATI LAVORI PER 40 MILIONI DI EURO. IN DUE ANNI SONO STATI AVVIATI BEN OLTRE 2000 CANTIERI:
• Sono continuati sia gli interventi previsti dai programmi annuali delle strutture territoriali dei Geni Civili e dei Servizi forestali, che pianificano lavori per circa 40 milioni di euro l’anno nell’ordinarietà, sia gli interventi straordinari, collegati a progettazioni nell’ambito delle diverse attività commissariali in essere.
• Tra gestione diretta o in coordinamento con altri Enti, parliamo di 2.221 cantieri avviati negli ultimi due anni per un valore di quasi 700 milioni di euro.

BACINI DI LAMINAZIONE: STANZIATI MILIONI DI EURO PER I LAVORI DI PREVENZIONE PER CONTENERE LE PIENE DEI FIUMI

Nel 2021 si è giunti a:
• conclusione del bacino di Trissino di Monte sul fiume Agno-Guà (22,7 milioni il valore dell’intervento)
• 40% di quello di Trissino di Valle (20 milioni di intervento);
• prossimo alla conclusione bacino di San Lorenzo nei comuni veronesi di Soave e San Bonifacio (opera da 5,9 milioni di euro);
• 80% di quello sul fiume Bacchiglione a monte di Viale Diaz nel capoluogo Vicentino (18,75 milioni di euro di intervento);
• 70% del primo lotto funzionale di quello sul torrente Muson, nei comuni di Fonte e Riese Pio X nel Trevigiano (valore 18,6 milioni di euro).
• E’ stata completata la progettazione definitiva dei lavori al bacino di Prà dei Gai per la laminazione delle piene del fiume Livenza alla confluenza con il Meduna (intervento da 39 milioni di euro)
• Completata la progettazione esecutiva del bacino di Montebello a servizio del torrente Chiampo (51 milioni di euro di intervento);
• E’ in corso della progettazione esecutiva per i lavori sull’Astico nei comuni di Sandrigo e Breganze (35,5 milioni di euro di intervento).
• Avviata la gara per la progettazione delle casse di espansione presso le Grave di Ciano per le piene del fiume Piave (intervento da 55,3 milioni di euro).
ASSESSORATO BILANCIO E PATRIMONIO, AFFARI GENERALI, ENTI LOCALI
Ass. CALZAVARA

PATRIMONIO: VALORIZZAZIONI E DISMISSIONI

1) Ex Centro di Formazione Professionale di San Donà di Piave: approvato lo schema d’atto di concessione ad uso gratuito alla Città Metropolitana di Venezia
2) Rocca di Monselice: siglato protocollo di collaborazione tra Immobiliare Marco Polo srl, Regione del Veneto e Università degli Studi di Padova per far ripartire gli scavi archeologici.
3) Complesso Monumentale di Villa Contarini in Piazzola sul Brenta (PD): importanti opere di restauro e consolidamento strutturale.
4) Recoaro Terme: fondi Tempesta Vaia (450mila euro) per ripristino del suolo e del sottosuolo del Parco Termale e messa in sicurezza del complesso. Nel 2022 nuovo bando per l’assegnazione delle concessioni di valorizzazione degli immobili e di quelle minerarie.
POLITICHE FINANZIARIE
– Relazioni finanziarie Stato-Regioni: partecipazione alle riunioni tecniche del coordinamento Affari finanziari della Conferenza dei Presidenti sul tema di federalismo fiscale; legge delega per la riforma fiscale per salvaguardia dell’autonomia regionale; ottenuta la compensazione delle minori entrate 2020 dovute all’emergenza sanitaria; ottenuta la sospensione delle compensazioni tra le Regioni e lo Stato dei maggiori gettiti sulla tassa automobilistica.

BILANCIO
1) Bilancio Tax Free: anche per gli anni 2020-2021 non è stata istituita alcuna addizionale regionale Irpef aggiuntiva (rispetto a quella nazionale). La regione Veneto risulta l’unica Regione a Statuto Ordinario che non ha mai imposto alcuna maggiorazione rispetto all’aliquota base stabilita dallo Stato a garanzia dei fabbisogni sanitari minimi e ha mantenuto la misura agevolativa in favore di disabili e famiglie con a carico disabili con redditi familiari complessivi medio bassi. Il valore del tax free nelle tasche dei cittadini veneti è di 1,150 miliardi annui circa.

2) Virtuosità ed efficienza nel contenimento della spesa corrente rispetto ad altre regioni: al primo posto tra le RSO per la più bassa spesa corrente pro capite 2019 (ultimo anno disponibile) (2.262 euro, -5,6% rispetto alla media di 2.397 euro delle Regioni a Statuto Ordinario (RSO). Al primo posto tra le RSO per la più bassa spesa di funzionamento (personale + acquisto di beni e servizi): 133 euro, -36% rispetto alla media di 207 delle RSO. Per effetto della bassa spesa di personale, la Regione ha ricevuto una premialità nel 2021 dal Ministero dell’Economia consistente in circa 15 milioni da destinare alla spesa per investimenti.

Approvati con ampio anticipo le leggi che consentono all’amministrazione di essere immediatamente operativa a partire dal nuovo anno: nello specifico
LEGGE REGIONALE N. 34 del 15/12/2021
Collegato alla legge di stabilità regionale 2022.
LEGGE REGIONALE N. 35 del 17/12/2021
Legge di stabilità regionale 2022.
LEGGE REGIONALE N. 36 del 20/12/2021
Bilancio di previsione 2022-2024.
3) Tempestività dei pagamenti: la Regione paga in anticipo i propri debiti commerciali di 12 giorni sul termine previsto.

GREEN ECONOMY
Il “green public procurement” e le iniziative legate al Piano d’Azione Regionale sugli Acquisti Verdi costituiscono parte integrante della Strategia regionale per lo sviluppo sostenibile contribuendo all’attuazione del “GOAL 12” avente lo scopo di “Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo”. Nel 2021 la Regione ha organizzato il FORUM degli Acquisti Verdi (arrivato alla sua 5^ edizione); il PREMIO COMPRAVERDE VENETO per le stazioni appaltanti e le imprese con il sostegno di UNIONCAMERE, Confindustria, Confartigianato, e CNA Veneto.
POLITICHE FISCALI E TRIBUTI
1) Nuovo servizio di supporto alla gestione della tassa automobilistica:
sottoscritto un contratto d’appalto, unico nel suo genere in Italia, per il supporto agli uffici regionali nella gestione della tassa automobilistica. L’appalto prevede la gestione e postalizzazione degli avvisi di scadenza, degli atti di accertamento tributario, della consulenza specialistica al contribuente sia a mezzo call center che con apertura di uffici regionali su base provinciale su tutto il Veneto, gestione dei rimborsi pervenuti alla Regione, gestione delle bonifiche del data base regionale su base di dati e documenti provenienti direttamente dai contribuenti.
2) Nuovo portale per l’interrogazione dei propri dati e pagamento della tassa auto con accesso tramite Spid: online il nuovo ” Portale Bollo Auto” che consente agli automobilisti del Veneto di verificare la propria posizione tributaria direttamente accedendo ai servizi regionali con SPID, Cie o CNS.
3) Proroga scadenze “covid” senza costi aggiuntivi: è stato consentito ai contribuenti di versare la tassa auto dovuta nelle scadenze tra il 01.01.2021 e il 31.08.2021 entro il 30 settembre 2021 senza applicazione di alcuna sanzione e interesse.
ENTI LOCALI, PROCEDIMENTI ELETTORALI E GRANDI EVENTI
1) Istituite due nuove conferenze dei sindaci: quella del Delta del Po e della Riviera del Brenta”, che si aggiungono alle altre due già esistenti, la Conferenza dei Sindaci del Veneto Orientale e la Conferenza dei Sindaci del Litorale Veneto. Compito delle Conferenze è la promozione ed il coordinamento delle iniziative volte alla realizzazione di opere pubbliche o di interesse pubblico ed il sostegno delle realtà che operano nel campo di ambiente, pesca, agricoltura, paesaggio, turismo sicurezza e cultura.
2) Il piano di riordino territoriale: è stato dato avvio al procedimento di aggiornamento del Piano di Riordino Territoriale, previsto dalla Legge regionale 18/2012. E’ stato affidato uno studio conoscitivo sullo stato delle Unioni di Comuni, delle Unioni Montane e delle Fusioni per definire le linee guida del nuovo Piano di riordino.
DIREZIONE ICT E AGENDA DIGITALE
1) Fondo Innovazione: l’azione della Regione del Veneto, Direzione ICT e Agenda Digitale, in collaborazione con ANCI VENETO, ha permesso di coinvolgere 538 comuni del Veneto pari al 97% ( su 563) per diffondere i pagamenti digitali, l’utilizzo di SPID e integrazione del APPio erogando tutti i 3,5 milioni di euro ricevuti dal Ministero per Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale.

2) Pagamenti digitali pubblica amministrazione: grazie alla propria piattaforma Mypay integrata con PagoPA il Veneto si conferma nel 2021 la prima regione come pagamenti digitali in Italia – seconda solo ad ACI e Agenzie delle Entrate. La crescita delle transazioni – oltre 3, 5 milioni – nei primi 10 mesi del 2021 è stata circa del +40%, con una crescita per gli enti del territorio (comuni e asl) del + 600%.
3) Agenda digitale del Veneto 2025: avviato il percorso di “ascolto” del territorio e degli stakehoders organizzando 9 incontri tematici con tutti gli Assessori Regionali presso gli innovation lab del Veneto, coinvolgendo più di 750 persone, oltre 50 relatori, 30 laboratori di co-design per raccogliere spunti per progettare la nuova Agenda Digitale del Veneto 2025.
4) Sperimentazione fascicolo digitale del fabbricato: avviata la sperimentazione in 14 comuni Veneti – attraverso un accordo tra Regione del Veneto, Anci Veneto e Consulta dei Geometri – per progettare il fascicolo digitale unico del fabbricato allo scopo di semplificare le procedure per i professionisti, sostenere gli uffici tecnici delle amministrazioni locali e favorire la trasparenza verso i cittadini.

SOCIETA’ PARTECIPATE ED ENTI STRUMENTALI
1) Proseguimento della razionalizzazione e riorganizzazione delle società partecipate dalla Regione del Veneto:
2) Avvio del portale cloud per la gestione dei rapporti intercompany per conoscere, fruire e visionare i dati contabili reciproci

DIREZIONE ORGANIZZAZIONE E PERSONALE
1) Nuova articolazione e snellimento della struttura amministrativa: nuova articolazioni delle Aree (passate da 7 a 6) e delle Direzioni e Unità organizzative, riduzione del numero dei dirigenti (da 204 a 160) con evidente contenimento dei costi della macchina amministrativa.
2) Attivazione del lavoro agile emergenziale, con una fruizione media giornaliera di tale istituto nell’ordine del 59% da parte del personale di comparto. L’Amministrazione ha voluto cogliere l’esperienza del lavoro agile quale opportunità per l’efficientamento, lo snellimento e la modernizzazione della macchina amministrativa. E’ stato avviato il lavoro agile ordinario, quale modalità innovativa di svolgimento della prestazione lavorativa, che soddisfa esigenze di flessibilità e conciliazione vita-lavoro dei dipendenti.
3) Procedure legate all’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR): reclutamento e conferimento degli incarichi di collaborazione per il supporto ai procedimenti amministrativi connessi all’attuazione del PNRR. Entro il 31/12/2021 è prevista la conclusione dei procedimenti con la sottoscrizione dei 66 incarichi ai professionisti e agli esperti che andranno a coadiuvare l’Amministrazione regionale.

ASSESSORATO FONDI UE, TURISMO, AGRICOLTURA, COMMERCIO ESTERO
ASS. FEDERICO CANER
TURISMO

RISTORI ECONOMICI ALLA FILIERA TURISTICA

Nel corso del 2021 sono stati emanati ulteriori provvedimenti per garantire ristori alle imprese della filiera turistica, al fine di attenuare gli effetti economici negativi della pandemia:
• Bando per contributi a supporto delle professioni turistiche (guide turistiche, accompagnatori turistici, guide naturalistiche e animatori turistici) colpite dall’emergenza epidemiologica da COVID-19” euro 2.645.000
• Ristoro delle categorie soggette a restrizioni in relazione all’emergenza COVID-19 agenzie di viaggi, professioni turistiche, fattorie didattiche, altri soggetti per euro 2.250.000
• 3.386.673 euro destinati a ristoro dei maestri di sci e delle scuole di sci soggette a restrizioni in relazione all’emergenza COVID-19.

ALTRE INIZIATIVE
• Approvazione del Piano Turistico Annuale P.T.A. 2021 e contestuale attività di revisione e riprogrammazione del Piano Strategico per il Turismo 2021-2023, alla luce dei modificati scenari nazionali ed internazionali indotti dalla Pandemia da Covid-19.
• Attivazione dell’iniziativa “Le Porte dell’Accoglienza”, seconda fase, in attuazione al Piano Turistico Annuale (PTA) 2021 che prevede un accordo di collaborazione integrativo con i Comuni di Belluno, Rovigo e Vicenza per la gestione delle attività di informazione ed accoglienza turistica (euro 120.000)
• Aggiornamento del Sistema informativo regionale del turismo (SIRT) con semplificazione delle procedure informatiche
• Approvazione delle disposizioni attuative per il rilascio dei tesserini regionali di riconoscimento delle professioni turistiche e degli operatori di agenzie di viaggio e per l’istituzione e tenuta degli elenchi regionali delle professioni turistiche
• Disposizioni in materia di durata della classificazione delle strutture ricettive e delle sedi congressuali
INFRASTRUTTURE
IMPIANTI A FUNE

• Completata l’istruttoria delle domande pervenute per l’ammissione a contributo di cui al bando per “Interventi a valenza strategica regionale – nuovi impianti di risalita e ammodernamento di impianti esistenti. Approvazione del bando per la concessione di contributi in conto capitale per lo sviluppo delle aree sciabili attrezzate di cui alla legge regionale n. 21/2008”. La graduatoria di merito approvata ricomprende n. 13 interventi volti a promuovere azioni di sviluppo e adeguamento degli impianti a fune e a migliorare l’accessibilità ai territori montani, in modo sostenibile. La richiesta di finanziamento per il completo scorrimento della graduatoria di merito approvata determina un importo complessivo pari a 37.767.028 euro a fronte di una spesa ammissibile dei progetti quantificata in un totale di 104.719.499,04 euro.
• Sono stati da subito destinati circa 9 milioni di euro per i primi due interventi, cantierabili nel 2022. Nel 2022 si prevede di assegnare allo scorrimento della graduatoria ulteriori risorse destinate alla Regione del Veneto, per un importo complessivo pari a 28 milioni di euro.

AGROALIMENTARE

FONDI FEAGA OCM VINO
Interventi contributivi per il sistema vitivinicolo con fondi UE:
– “Promozione dei vini nei paesi terzi” euro 15.924.000 (46 progetti)
– “Investimenti vino” euro 12.384.000 (326 progetti)
– “Ristrutturazione e riconversione vigneti” euro 10.487.000 (684 progetti)

SPERIMENTAZIONE VITICOLA
• Finanziato progetti di R&S e formazione per la sostenibilità della filiera viticola con euro 224.300 con Università di Padova, Veneto agricoltura, UVIVE, CIRVE, CREA-VE di Conegliano Veneto

RISARCIMENTO DANNI CALAMITÀ E AVVERSITÀ BIOTICHE
• Erogati 30.500.000 € ai frutticoltori per i danni causati dagli attacchi di cimice asiatica (fondi nazionali) per 934 soggetti.
• Determinati i danni per il 2021 da gelo su colture e apicoltura con una assegnazione da parte MIPAAF di euro 25.128.000 (per 1.850 soggetti) da erogarsi nei primi mesi 2022.

APICOLTURA

• Attivati due bandi di finanziamento (totale 820.000 euro) per investimenti in attrezzature e attività di assistenza tecnica; con fondi regionali per euro 230.000, con fondi UE per euro 590.000.

CREDITO ALLE IMPRESE AGRICOLE ED AGROINDUSTRIALI
• Prorogata fino al 31/12/2022 ed aumentata di euro 2.000.000 la disponibilità del fondo per finanziamenti agevolati per esigenze di liquidità delle imprese agricole colpite dall’emergenza epidemiologica da Covid-19.
• Aumentata di euro 4.000.000 la disponibilità del fondo per investimenti nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli finalizzata al cofinanziamento degli accordi si sviluppo e accordi di programma con il MISE per il comparto agroalimentare

• PIANO REGIONALE CONTRO LA CIMICE ASIATICA
• Prosecuzione del piano regionale per il contrasto alla diffusione di insetti alloctoni dannosi per il triennio 2020-2022, mediante attività di R&S, lotta biologica, attivazione del network di monitoraggio e controllo territoriale, emissione indicazioni di lotta e bollettini fitosanitari, formazione ed aggiornamento, per euro 1.000.000

NUOVE FILIERE
• Finanziamento progetti di sperimentazione e di divulgazione per nuove filiere agricole venete: produzione di seme di Canapa di luppolo per la filiera brassicola (totale euro 130.000) con Università di Padova, CREA – Rovigo, Veneto Agricoltura

ADG FEASR BONIFICA E IRRIGAZIONE

• Per il settore agricolo e il sistema rurale regionale l’evento cruciale del 2021 è rappresentato dalla proroga di ulteriori due anni della PAC 2014-2020 e dall’assegnazione di ulteriori 392 milioni di euro al Programma di Sviluppo Rurale (PSR). Con la DGR 64/CR del 30 giugno 2021 la Giunta regionale ha proposta la modifica del PSR per il Veneto che ne estende la durata al 2022 e applica sulle principali misure le nuove risorse.
• Con la DGR 1687 del 29 novembre 2021 sono stati approvati 10 bandi che rendono disponibili oltre 150 milioni di euro a sostegno dei progetti di investimento degli agricoltori e delle imprese agroalimentari finalizzati al ricambio generazionale, all’innovazione e alla sostenibilità ambientale.

PROGRAMMAZIONE UNITARIA

• “Orientamenti in materia di aiuti di Stato a finalità regionale 2022-2027” (Comunicazione C (2021) 2594 final): approvazione delle aree del territorio della Regione del Veneto quali ammissibili ai sensi dell’art. 107, paragrafo 3, lettera c) del TFUE ed eleggibili alla Carta degli aiuti a finalità regionale per il periodo 2022-2027
• Presa d’atto del Piano Sviluppo e Coesione (PSC) della Regione del Veneto e conseguente nomina dell’Autorità Responsabile e dell’Organismo di Certificazione ed istituzione del Comitato di Sorveglianza. Riclassificazione delle Aree Tematiche della Sezione Ordinaria e rimodulazione dei contenuti della Sezione Speciale
• Piano Sviluppo e Coesione della Regione del Veneto. Sezione Ordinaria – Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) 2021 – 2027. Ricognizione interventi finanziabili con la prima anticipazione di risorse FSC 2021 – 2027 da inserire nella proposta di Piano Stralcio della Ministra per il Sud e la Coesione territoriale.
• Programmazione 2014-2020. Strategia Nazionale per le Aree interne. Approvazione Schema di Accordo di Programma Quadro “Area interna Unione montana Agordina”
• Approvazione del ‘Rapporto sugli Affari Europei – anno 2020’, relativo alle attività svolte ai fini della partecipazione della Regione del Veneto alle politiche dell’Unione Europea, nell’anno 2020. Relazione al Consiglio Regionale
• Piano Sviluppo e Coesione della Regione del Veneto. Sezione Ordinaria – Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) 2021 – 2027. Ricognizione interventi finanziabili con la prima anticipazione di risorse FSC 2021 – 2027 da inserire nella proposta di Piano Stralcio della Ministra per il Sud e la Coesione territoriale
• Programmazione Fondi SIE 2014-2020. Strategia Nazionale per le Aree interne. Approvazione Strategia d’area dell’Area interna Unione Montana Agordina
• Programma di Cooperazione Transfrontaliera Interreg V A Italia–Croazia (2014-2020). Avviso di apertura del bando ristretto per la selezione di “progetti – cluster” che indice l’apertura di un ultimo bando per l’utilizzo delle risorse residuali del ciclo di programmazione 2014-2020, corrispondenti a € 2.550.000 a carico del fondo FESR, al fine di completare il budget assegnato per il Programma
• Piano Sviluppo e Coesione della Regione del Veneto. Sezione Ordinaria – Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) 2021 – 2027.
• Ricognizione interventi finanziabili con la prima anticipazione di risorse FSC 2021 – 2027 da inserire nella proposta di Piano Stralcio della Ministra per il Sud e la Coesione territoriale.
• Piano Sviluppo e Coesione della Regione del Veneto. Sezione Ordinaria – Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) 2021 – 2027. Aggiornamento dell’elenco degli interventi individuati con DGR n. 623 del 20/05/2021 proposti a finanziamento con la prima anticipazione di risorse FSC 2021 – 2027 da inserire nel Piano Stralcio della Ministra per il Sud e la Coesione territoriale

ASSESSORATO AL TERRITORIO, CULTURA, SICUREZZA, FLUSSI MIGRATORI, CACCIA E PESCA
ASS. CORAZZARI
POLIZIA LOCALE – ANTIMAFIA – SICUREZZA
RIFORMA DELLA NORMATIVA REGIONALE IN MATERIA DI POLIZIA LOCALE
• Approvazione della L.R. 23/06/2020, n. 24 “Normativa regionale in materia di polizia locale e politiche di sicurezza” che ha riformato la normativa regionale in materia di polizia locale e sicurezza urbana

POTENZIAMENTO DELLA VIDEOSORVEGLIANZA E DELLE DOTAZIONI IN USO ALLE POLIZIE LOCALI
• Delibere di Giunta n. 599 del 12/05/2020 (Euro 789.797,78) e n. 821 del 22/06/2021 (Euro 1.100,000) di approvazione del bando regionale per la concessione di contributi agli enti locali per il potenziamento della videosorveglianza e delle dotazioni in uso alle polizie locali (LR n. 9/2002)

PROGETTI DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE
• Delibera di Giunta n. 1008 del 20/07/2021 di approvazione dell’avviso per il finanziamento di progetti di formazione per il personale della polizia locale presentati dai Comuni capoluogo di provincia (art. 11, LR n. 24/2020 – Euro 140.000,00)

PREVENZIONE DEL CRIMINE ORGANIZZATO E MAFIOSO, DELLA CORRUZIONE NONCHÉ PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA DELLA LEGALITÀ E DELLA CITTADINANZA RESPONSABILE
• Delibera di Giunta n. 1113 del 09/08/2021 (Euro 124.362,00) di approvazione della programmazione attuativa 2021-2022 della LR n. 48/2012.
Misure per l’attuazione coordinata delle politiche regionali a favore della prevenzione del crimine organizzato e mafioso, della corruzione nonché per la promozione della cultura della legalità e della cittadinanza responsabile” di cui alla lett. a), mediante il finanziamento di progetti in capo a diverse strutture regionali, Direzione Agroalimentare, Direzione Beni, Attività culturali e Sport, Direzione Protezione civile, Sicurezza e Polizia Locale–UO Polizie locali, antimafia e sicurezza, Direzione Istruzione e Formazione.

PARCHI REGIONALI
• Ricostituzione di tutti gli organi di governance dei Parchi regionali che a partire dal 2021 assumono una configurazione stabile per i prossimi anni fino al termine del mandato di legislatura regionale. Sono stati redatti ed emanati tutti i decreti di nomina a firma del Presidente che hanno individuato i nuovi Presidenti dei Parchi regionali e tutti i soggetti componenti gli organi di amministrazione.
• Quest’anno ha segnato l’incremento di assegnazione di fondi per le spese di funzionamento degli Enti Parco al fine di garantire l’assunzione della figura del Direttore.

LAVORI PUBBLICI ED EDILIZIA

BANDO IMPIANTISTICA SPORTIVA 2021 PER COMUNI
• Sostegno finanziario a favore di opere di miglioria, anche strutturale, di impianti sportivi di importo fino a 50.000,00 Euro – Approvazione Bando anno 2021. (L.R. n. 8/2015, art. 11). DGR n. 507 – 20/04/2021- Euro 700.000,00

EDIFICI DESTINATI AL CULTO
• Intervento finanziario della Regione a favore di lavori di particolare interesse o urgenza. Edifici destinati al culto (L.R. n. 27/2003, art. 53, comma 7). DGR n. 902 – 30/06/2021 – Euro 320.000,00

QUALITÀ DELL’ABITARE
• Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare. Autorizzazione alla presentazione al Ministero delle proposte di intervento coordinato a regia regionale e nomina del Responsabile del Procedimento. Legge 27.12.2019, n. 160. Decreto Interministeriale n. 395 del 16.09.2020. A seguito dell’approvazione da parte del MIMS, sono state immediatamente finanziate n. 2 proposte:
• A.T.E.R. di Padova e Comune di Este (PD) per Euro 15.000.000,00;
• ULSS n. 7 Pedemontana per Euro 11.830.000,00.
• La proposta dell’A.T.E.R. di Verona sarà finanziata per Euro 15.000.000,00 non appena si renderanno disponibili risorse aggiuntive. DGR. n. 273 – 09/03/2021

FINANZIAMENTI PER IL RECUPERO E LA RAZIONALIZZAZIONE DEGLI IMMOBILI E DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA.
• Approvazione del “Bando per la concessione di finanziamenti per il recupero e la razionalizzazione degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, destinati alla locazione ai sensi del Titolo III della legge regionale 3 novembre 2017, n. 39”. Art. 4, decreto legge 28 marzo 2014, n. 47, convertito con modificazioni dalla legge 23 maggio 2014, n. 80.
• L’iniziativa, rivolta alle A.T.E.R. e ai Comuni del Veneto, ha permesso di finanziare n. 24 proposte d’intervento finalizzate a rendere tempestivamente disponibili alloggi E.R.P. sfitti per un totale di risorse stanziate pari ad Euro 1.929.275,96; – DGR n. 587 ¬- 04/05/2021

FONDO COMPLEMENTARE AL PIANO NAZIONALE DI RIPRESA E RESILIENZA PER A.T.E.R.
• Approvazione dell’Avviso pubblico per l’individuazione delle iniziative finanziabili con il decreto legge 6.05.2021, n. 59 (articolo 1, comma 2, lettera c) punto 1 Fondo complementare al Piano nazionale di ripresa e resilienza – Sicuro verde e sociale: riqualificazione edilizia residenziale pubblica, convertito con modificazioni dalla legge 1.07.2021, n. 101.
• Nell’ambito dell’iniziativa è stato assegnato alla Regione del Veneto l’importo di Euro 99.705.727,33 per il finanziamento di iniziative che saranno realizzate dai Comuni e dalle Aziende Territoriali per l’Edilizia Residenziale del Veneto (A.T.E.R.), finalizzate alla verifica, il miglioramento e l’adeguamento sismico, nonché l’efficientamento energetico degli immobili e degli alloggi di edilizia residenziale pubblica (E.R.P.). DGR n. 1561 – 11/11/2021

CACCIA E PESCA

GESTIONE FAUNISTICO-VENATORIA
Le delibere “strategiche” approvate nel 2021 per la UO Pianificazione e gestione faunistico-venatoria:
• DGR n. 1069 del 3.8.2021 “Piano regionale di controllo della Nutria (Myocastor coypus). Articolo 2, comma 1 della Legge regionale 26 maggio 2016, n.15. Deliberazione/CR n.58 del 15 giugno 2021.”
• DGR n. 971 del 13.7.2021 “Piano di controllo del Colombo di città (Columba livia forma domestica) nel territorio regionale (2021-2025). Legge n. 157/1992, articolo 19 e L.R. n. 50/1993, articolo 17.”

• DGR n. 970 del 13.luglio 2021 “Piano di controllo dei Corvidi (Corvus cornix e Pica pica) nel territorio regionale (2021-2025). Legge n. 157/1992, articolo 19 e L.R. n. 50/1993, articolo 17.”
Si tratta di delibere importanti in quanto vanno ad approvare i Piani di controllo che hanno una validità quinquennale (con scadenza il 31.12.2025), definendo le misure di gestione- contenimento delle specie nutria, colombo e corvidi che dovranno essere applicate per i prossimi 5 anni.

“PIANO FAUNISTICO-VENATORIO REGIONALE (2021-2026)
• PDL n. 77 – Disegno di Legge di iniziativa della Giunta regionale (DGR 15/DDL del 5 luglio 2021) “Piano Faunistico-Venatorio Regionale (2021-2026), rideterminazione del termine di validità del piano faunistico-venatorio regionale approvato con legge regionale 5 gennaio 2007, n. 1 e modifiche alla Legge Regionale 9 dicembre 1993, n. 50 “norme per la protezione della fauna e per il prelievo venatorio”, assegnato all’esame della Terza commissione permanente del Consiglio regionale del Veneto. Nota: l’ultimo Piano faunistico-venatorio regionale (2007-2012) è stato approvato nel 2007 con LR n. 1/2007.

 

PESCA
Le Delibere “strategiche” approvate quest’anno per la UO Pianificazione, gestione risorse ittiche e FEAMP:

• DGR n. 1042 del 28.07.2021) “Adozione della Carta Ittica Regionale di cui all’articolo 5 della L.R. n. 19/1998 ai fini dell’avvio delle consultazioni previste dalla procedura di Valutazione Ambientale Strategica ai sensi del D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152, e della D.G.R. n. 791 del 31 marzo 2009.” (Euro 992.887,03)
• DGR n. 1409 del 12.10.2021 (Euro 992.887,03) “Sostegno alle imprese della pesca operanti nelle acque interne e marittime interne per far fronte ai danni diretti e indiretti derivanti dal perdurare dell’emergenza COVID-19 anche per l’anno 2021 e alle conseguenti crisi di liquidità che hanno determinato situazioni di difficoltà economiche. Approvazione del bando e contestuale apertura dei termini per la presentazione delle domande di sovvenzione.”
• DGR n. 1108 del 9.08.2021 (Euro 2.118.272,00) “Interventi nel settore della pesca e dell’acquacoltura cofinanziati dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP 2014-2020). Approvazione bando e ottava apertura termini per la presentazione delle domande di sostegno a valere sulla misura di intervento del Capo II “Misure sanitarie” del Reg. (UE) n. 2020/560 Articolo 1, Modifiche del Regolamento (UE) n.508/2014. Deliberazione/CR n. 73 del 20 luglio 2021.”

• DGR. n. 1043 del 28.07.2021 (Euro 1.723.43,00) “Interventi nel settore della pesca e dell’acquacoltura cofinanziati dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP 2014-2020). Approvazione bando e settima apertura termini per la presentazione delle domande di sostegno a valere sulla misura di intervento del Capo I “Arresto temporaneo della attività di pesca”.

Nota: Si tratta di importanti delibere in quanto la prima riguarda la Carta Ittica Regionale che, assieme al Regolamento regionale sulla pesca, consentirà di uniformare a livello di bacino idrografico e zone omogenee l’esercizio della pesca dilettantistico-sportiva e professionale nel Veneto.
Si prevede che la Carta ittica entrerà in vigore entro i primi 6 mesi del 2022. Tutte le altre DGR riguardano sostegni al settore della pesca e dell’acquacoltura sia nelle acque interne che marittime a seguito degli impatti negativi causati dalla pandemia sul settore. Gli aiuti sono finanziati a valere su fondi statali (DGR n.1409/2021) e su fondi FEAMP (DGR n. 1108/2021 -1043/2021) dove è previsto anche il cofinanziamento regionale

BENI, ATTIVITÀ CULTURALI E SPORT

CINEMA
• Nuovo bando per la produzione cinematografica e audiovisiva di 1 milione e 500 mila.
• Programma POR-FESR 2014-2022 della Regione del Veneto. Asse 3.3.2. “Supporto allo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali del territorio, anche attraverso l’integrazione tra imprese delle filiere culturali, turistiche, creative dello spettacolo”.

Delibera Assessore Corazzari di concerto Assessore Caner
CITTÀ VENETA DELLA CULTURA
• La Commissione regionale ha assegnato a Cittadella (Pd) il titolo di prima “Città Veneta della Cultura” in base alla legge regionale n. 20 del 30 giugno 2021.
Al Comune di Cittadella è stato assegnato un contributo di 100 mila euro per la realizzazione del progetto presentato

ISTITUITA GIORNATA REGIONALE PER I COLLI VENETI – 27 MARZO
• E’ nata la Giornata Regionale per i Colli Veneti, istituita ufficialmente con Legge regionale n. 25 del 3 agosto 2021. Il progetto è attuato dalla Giunta Regionale, Assessore alla Cultura Cristiano Corazzari, in collaborazione, per la parte operativa, con UNPLI Veneto. (Euro 50.000,00) Una collaborazione, quella con le pro loco, che evidenzia ancora una volta il prezioso e fondamentale legame con il territorio. Sarà celebrata il 27 marzo 2022 ma molti sono gli eventi che la anticiperanno
DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE N. 109/CR DEL 05/10/2021 “PROGRAMMA TRIENNALE DELLA CULTURA 2022-2024. PROPOSTA PER IL CONSIGLIO REGIONALE. ART. 7, COMMA 3, L. R. 17/2019”.
• Con tale importante provvedimento la Giunta, dopo aver acquisito il parere favorevole della Consulta della Cultura, ha dato attuazione a una delle più rilevanti novità delle LR 17/2019 – Legge – quadro sulla Cultura, approvando per la prima volta un importante strumento di programmazione degli interventi in materia di beni e patrimonio culturale, di sistema regionale degli istituti della cultura, di attività culturali e di spettacolo, ispirandosi ai principi e alle finalità della Legge stessa e assumendo quali documenti di riferimento ineludibili il Programma di Governo 2020 – 2025, il PNRR, il PRRR, la Strategia Regionale per lo Sviluppo Sostenibile approvata dal Consiglio regionale il 20 luglio 2020, il DEFR 2021-23, Il PR FESR 2021-27, l’Agenda Digitale e la Dichiarazione di Roma dei ministri del G20 della Cultura, approvata all’unanimità il 30 luglio 2021. La proposta, all’esame della Commissione Consiliare competente nei prossimi giorni, ha definito per il settore cultura e i diversi ambiti: criteri informatori, linee di indirizzo strategiche, priorità di intervento, obiettivi e modalità di realizzazione degli interventi, criteri per individuare le iniziative e i requisiti dei soggetti, criteri per individuare le iniziative di interesse e rilevanza regionale, modalità di finanziamento degli interventi, modalità di verifica sul funzionamento e sugli esiti degli interventi, nonché modalità di raccordo tra le politiche culturali e le politiche di altri settori.

RISTORI CULTURA E SPORT: DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE N.776 DEL 15/06/2021
• Con questo rilevante provvedimento, mediante convenzione con Unioncamere del Veneto, la Giunta ha assegnato ristori ad alcune delle categorie soggette a restrizioni a causa della pandemia, che svolgono attività appartenenti alle filiere “Turismo”, “Agricoltura”, “Cultura” e Sport”, in attuazione dell’art. 27 del DL 41/2021. Dotazione finanziaria per le filiere “Cultura e “port”= Euro 6.500.000,00, di cui Euro 500.000,00 sono stati riservati alle attività con codice ATECO 93.11.20 – Gestione piscine e con codice ATECO 93.11.30 – Gestione di impianti sportivi, trattandosi di attività con ingenti costi di gestione e quindi particolarmente colpite dalle misure restrittive adottate a causa della pandemia.
• Il Bando filiere “Cultura e Sport” è chiuso e i risultati sono i seguenti: n. 794 soggetti in possesso dei requisiti previsti ammessi a contributo, con un ristoro a ciascuno assegnato di Euro 7.556,67 (si tratta di soggetti esclusi dal precedente Bando ristori di cui alla DGR 1799/2020).
• Il Bando “Gestione piscine e impianti sportivi” è chiuso e i risultati sono i seguenti: assegnazione di ristori a n. 64 aventi diritto, per l’importo di euro 7.812,50 ciascuno.
RISTORI OPERATORI DELLO SPETTACOLO: DELIBERA DI GIUNTA REGIONALE N. 1705 DEL 29/11/2021
• Con questo rilevante provvedimento, acquisito il parere favorevole della competente commissione consiliare, la Giunta ha approvato criteri e modalità di assegnazione di contributi a sostegno degli investimenti degli operatori professionali dello spettacolo dal vivo con sede operativa in Veneto e ha stabilito che, mediante successivo accordo, venga affidata la gestione completa dell’iniziativa a Unioncamere del Veneto. Dotazione finanziaria: Euro 1.000.000,00 Si tratta di un importante supporto a questi operatori, particolarmente colpiti dalle misure restrittive adottate a causa della pandemia.
• Con delibera di Giunta regionale n. 1750 del 9/12/2021 la Giunta ha quindi approvato lo schema di convenzione con Unioncamere del Veneto. Il Bando verrà emanato nei prossimi mesi.

SPORT

• La Giunta regionale ha sostenuto la pratica sportiva concedendo contributi per euro 450.000,00 a favore delle associazioni sportive (DGR n. 617 del 11/05/2021 e n. 1437 del 19/10/2021), con riguardo anche agli atleti con disabilità per euro 200.000,00 (DGR n. 935 del 05/07/2021), oltre ad aver dato il suo sostegno economico per euro 150.000,00 alla realizzazione di un progetto di promozione della pratica motoria e sportiva in ambito scolastico (DGR n. 775 del 15/11/2021).
• È stato inoltre approvato il logo per l’iniziativa “Carta etica dello sport”

ASSESSORATO ALL’ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO
ELENA DONAZZAN

FORMAZIONE, ISTRUZIONE E LAVORO

DIRITTO ALLO STUDIO
● 13,5 milioni di euro stanziati per contributi per il Diritto allo studio ordinario: 5.105 ragazzi hanno ricevuto il buono scuola; 8.570 borse di studio e 33.326 ragazzi hanno ricevuto il buono libri
● 14 milioni di euro stanziati per contributi per il Diritto allo studio Universitario rivolte a circa 15.000 studenti universitari

NUOVE INIZIATIVE PER SOSTENERE LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DELLE PERSONE
● 17 milioni di euro di risorse FSC in attuazione delle misure exFSE di cui alla sezione speciale del PSC dedicate allo sviluppo delle competenze di lavoratori, liberi professionisti e imprenditori per rispondere alla sfida della trasformazione industriale in atto a seguito della pandemia e per effetto delle transizioni verde e digitale e per valorizzare i lavoratori over-54 nelle organizzazioni
● 11 milioni di euro (di cui 6 milioni dì risorse della Regione) per gli ITS, che coinvolgono 1.500 studenti, oltre che costituzione di una nuova Fondazione ITS Academy per l’Area “Tecnologie dell’informazione e della comunicazione” denominata Fondazione ITS Digital Academy “Mario Volpato”
● 94 milioni di euro a sostegno delle scuole dì formazione professionale rivolta a 20.000 studenti.

SOSTEGNO ALL’INSERIMENTO LAVORATIVO E/O ALL’INCLUSIONE ATTIVA ATTRAVERSO IL POTENZIAMENTO DELLE COMPETENZE
● 28,2 milioni di euro di risorse FSC in attuazione delle misure exFSE di cui alla sezione speciale del PSC per dare continuità alla misura sperimentale dell’Assegno per il lavoro per un volume di disoccupati che saranno coinvolti pari a circa 22.000 persone
● 10.150.000 euro tra risorse FSC e FSE 14-20 per favorire l’inclusione attiva di soggetti svantaggiati (667 persone coinvolte in lavori di pubblica utilità, 1.577 persone coinvolte in azioni integrate di coesione territoriale, 104 persone coinvolte in attività di inclusione lavorativa e supporto agli uffici giudiziari)
● 5 milioni di euro di risorse FSC in attuazione delle misure exFSE di cui alla sezione speciale del PSC per progetti di work experience destinati a 1.058 disoccupati over 30
● 12 milioni di euro programmati anche quest’anno in interventi di politica attiva a valere sul Fondo regionale per l’occupazione delle persone con disabilità con l’obiettivo di coinvolgere 1.700 partecipanti

50 CRISI AZIENDALI SEGUITE NEL 2021 DALL’UNITÀ DI CRISI DI VENETO LAVORO E DALLA DIREZIONE LAVORO

EDILIZIA PUBBLICA

• Sottoscritta convenzione con Regione Toscana per il servizio di hosting informatico dei dati e del software di gestione dell’Anagrafe nazionale dell’edilizia scolastica e sua articolazione regionale per il Veneto (ARES)
• Interventi regionali in materia di edilizia scolastica pubblica. Assegnati contributi regionali pari a 1.000.000 euro (a 27 beneficiari) per l’ampliamento, il completamento e la sistemazione di edifici scolastici per le scuole materne, elementari e medie (assegnazione dei contributi per il 2021 con scorrimento delle vigenti graduatorie dei beneficiari)

ASSESSORATO ALLA SANITA’ E SERVZI SOCIALI
ASS. LANZARIN
La situazione determinata dal protrarsi della pandemia da COVID-19 vede concentrare le attenzioni su questo tema con vari atti anche di natura organizzativa (piano di sanità pubblica, protocolli, accordi) al contempo si è concentrata l’attività per recuperare le liste d’attesa (screening, attività programmate).
Ciò nonostante i temi strategici non sono venuti meno, utile ricordare l’atto di approvazione dello studio di prefattibilità del nuovo Polo della Salute di Padova (Dgr 1062) e l’approvazione dello schema di articolato contrattuale ex art. 20 L. 67/88 (Dgr 1340) per l’assegnazione di 330 milioni di euro per interventi edilizi sul patrimonio ospedaliero.
L’assistenza alle persone anziane e disabili è garantita con 832 milioni dal Fondo per la non autosufficienza (Dgr 1608), il sostegno alle persone in stato di bisogno con il Piano per il contrasto alle povertà 8,2 mln (Dgr 1240), il sostegno agli empori 0,9 mln (Dgr 1035) ed il trasporto sociale Stacco con 0,6 mln (Dgr 1311-1681). Il sostegno alle famiglie è svolto indirettamente con 35 mln ai servizi asili nido e scuole dell’infanzia (Dgr 297-1239), nonché con i provvedimenti per sostenere le famiglie fragili (Dgr 1462-2390) e la sperimentazione del fattore famiglia con 5,3 mln (Dgr 1609).

ASSESSORATO ALLO SVILUPPO ECONOMICO E ENERGIA
ROBERTO MARCATO

INDUSTRIA, ARTIGIANATO, COMMERCIO, RICERCA, INNOVAZIONE ED ENERGIA
CONTINUA IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE IN DIFFICOLTÀ:
• Altri 23 milioni di euro per le imprese colpite dall’emergenza COVID-19
22.965.004,74 euro in un’azione congiunta fra Regione e Unioncamere del Veneto per un contributo una tantum a fondo perduto alle imprese della filiera matrimoni/eventi privati, trasporto turistico di persone e a parchi tematici, acquari, parchi geologici e giardini zoologici
• 3 milioni di euro per l’aumento del costo del gas naturale attraverso intervento straordinario per il sostegno delle imprese del vetro artistico di Murano di prima lavorazione con Veneto Sviluppo S.p.A.

NUOVE INIZIATIVE PER SOSTENERE GLI INVESTIMENTI DELLE IMPRESE

• Redazione e presentazione del “Piano di sviluppo strategico” per l’istituzione della Zona Logistica Semplificata Porto di Venezia-Rodigino
• 99 Distretti del commercio riconosciuti (a partire dal 2018) con il coinvolgimento di 191 amministrazioni comunali
• 31,5 milioni di euro di investimenti movimentati in Veneto attraverso il sostegno della Regione alla sottoscrizione con il MISE di Accordi per l’innovazione da parte di 6 imprese venete (Breton, Conceria Pasubio, Sicit Group, Zambon SPA, Techinnova e Enel Green Power SPA). La Regione ha concesso un finanziamento agevolato complessivo di Euro 1.545.720
• 52 milioni di euro a sostegno alle imprese femminili, giovanili e per la transizione digitale e verde
– 7.575.350,24 euro in contributi a 301 PMI a prevalente partecipazione femminile
– 3 milioni di euro in contributi a 129 PMI a prevalente partecipazione giovanile
– 33,5 milioni di euro contributi per investimenti “Industria 4.0”, di efficientamento energetico, digitalizzazione ed economia circolare
– 8 milioni di euro per la concessione di agevolazioni a fondo perduto e finanziamento agevolato per imprese e liberi professionisti per progetti di innovazione

PROMOZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI

• Promozione dell’istituzione delle Comunità energetiche e di autoconsumatori di energia rinnovabile che agiscono collettivamente sul territorio regionale
• 2 nuovi impianti fotovoltaici da 67 MGW (Loreo e Lendinara) e 5 nuovi impianti fotovoltaici da 12MGW (Marghera, Casier, Salara, Anguillara e Melara)

PROGETTI SPECIALI PER VENEZIA

INTERVENTI DI BONIFICA NEL TERRITORIO DEL BACINO SCOLANTE IN LAGUNA DI VENEZIA
• Legge Speciale per Venezia. Approvato nuovo programma di interventi di bonifica di siti contaminati ricadenti nel Bacino Scolante nella Laguna di Venezia individuati come prioritari, da attuarsi a valere sui fondi recati dalla Legge Speciale per Venezia per un importo complessivo € 10.335.800. L’elenco degli interventi prioritari è redatto dopo indagine svolta presso i comuni ricadenti nell’ambito del Bacino Scolante e secondo le priorità definite d’intesa con gli AULSS, ARPAV, Vigili del Fuoco, Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri, Province e Città Metropolitana di Venezia.

ATTIVITÀ DI CARATTERIZZAZIONE E INDAGINE AMBIENTALE
• Legge Speciale per Venezia. Approvata convenzione con Veneto Acque S.p.A. regolante le attività di caratterizzazione e indagine ambientale propedeutiche agli interventi di bonifica di siti contaminati nel Bacino Scolante nella Laguna di Venezia per l’importo complessivo di € 300.000. L’assegnazione consente di avviare una serie di attività di caratterizzazione e di indagine ambientale, da attuare d’intesa con le amministrazioni comunali, provinciali e ARPAV, nonché con altri soggetti istituzionali competenti in materia di tutela e controllo ambientale.

MONITORAGGI AMBIENTALI
• Legge Speciale per Venezia. Approvata Convenzione per 1.100.000 euro con ARPAV regolanti le modalità di attuazione dei progetti di monitoraggio ambientale dei corpi idrici della Laguna di Venezia (“Progetto Mo.V.Eco V” da 500.000 euro) e del suo Bacino Scolante (“Progetto BSL 6” attività di monitoraggio dei corpi idrici e delle microplastiche nel Bacino scolante da 600.000 euro).

TUTELA AMBIENTALE DELLA LAGUNA DI VENEZIA E DEL SUO BACINO SCOLANTE
• Legge Speciale per Venezia. Approvata convenzione tra Regione del Veneto e Arma dei Carabinieri, Comando Regionale CC. Forestale Veneto, regolante l’esecuzione di attività finalizzate alla Salvaguardia di Venezia, con particolare riferimento alla tutela ambientale ed al disinquinamento del Bacino Scolante in Laguna di Venezia. Le attività previste sono monitoraggio e controllo della qualità delle acque ai sensi della Dir. 2000/60 CE, in sinergia con ARPAV; collaborazione in indagini, studi e ricerche sugli inquinanti emergenti; collaborazione nella stesura del piano di gestione e monitoraggio attivo delle aree delle Casse di Colmata B e D-E; supporto nelle attività di controllo nelle aree soggette a bonifica ambientale nel Bacino Scolante in Laguna di Venezia; attività informative e di educazione ambientale mirate alla Salvaguardia di Venezia e della sua Laguna.

ATTIVITÀ DI RIMOZIONE E SMALTIMENTO RIFIUTI PERICOLOSI STOCCATI A PERNUMIA (PD)

• Avviata a giugno 2021 attività di rimozione e smaltimento delle 44 mila tonnellate di rifiuti pericolosi stoccati nell’area ex C&C di Pernumia (PD) regolata da convenzione tra la Regione Veneto e Veneto Acque con l’impiego di 12 milioni di euro di risorse regionali stanziate nel 2019 e 2020.

DIREZIONE ICT E AGENDA DIGITALE
o Piano di Sviluppo della Banda Ultra Larga nella Regione del Veneto “aree bianche”: il piano è in ritardo conclamato di circa 3 anni, come segnalato al MISE in numerose occasioni. Allo stato attuale (dati del 17/11/2021) risultano 335 Comuni con intervento di fibra ottica avviato, 174 Comuni con intervento di fibra ottica ultimato e 131 Comuni con certificato di collaudo in fibra ottica emesso
o Approvati gli aggiornamenti al Piano Tecnico BUL ed alle Convenzioni Operative per lo sviluppo della Banda Ultra Larga in Veneto a valere rispettivamente su POR FESR 2014-2020 e PSR FEASR 2014 – 2020;
o Data attuazione alla Convenzione Operativa sottoscritta tra Regione Veneto e MISE, per la destinazione al Progetto Banda Ultra Larga di risorse addizionali del Fondo FSC 2014-2020, resesi disponibili tramite il Piano di Sviluppo e Coesione.

Share
- Advertisment -

Popolari

Nominato Paolo Camerotta primario del Servizio Veterinario di Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche

Paolo Camerotto è il nuovo direttore del Servizio Veterinario di Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche del Dipartimento di Prevenzione dell’Ulss Dolomiti. Classe 1957,...

Torre delle fate. Gruppo PD: “Inchiesta L’Espresso, Zaia chiarisca la vicenda davanti ai cittadini veneti”

"Sulla vicenda relativa alla villa 'Torre delle fate', acquistata da Luca Zaia e oggetto di interventi di ristrutturazione, il PD aveva già chiesto nel...

Messa in sicurezza dell’abitato di Villaga: sei interventi per 1 milione di euro. Gosetti: «Primo stralcio che garantisce vivibilità alla frazione»

Feltre, 29 giugno 2022 - Taglio del nastro oggi, a Villaga, per il complesso di interventi di messa in sicurezza dell'abitato messo in campo...

I centri diurni “Via Medaglie d’Oro” e “Le Casette” partecipano alla Mostra dell’Artigianato di Feltre

I Centri Diurni per persone con disabilità del distretto di Feltre “Via Medaglie d’Oro” e “Le Casette” partecipano anche quest’anno alla Mostra dell’Artigianato, in...
Share