13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 5, 2022
Home Meteo, natura, ambiente, animali Gatto selvatico lotta con una faina e si ferisce. Soccorso e curato...

Gatto selvatico lotta con una faina e si ferisce. Soccorso e curato dalla Polizia Provinciale di Belluno è nuovamente libero

Gatto selvatico liberato nel Feltrino (Foto Antonio Galletti)

Il gatto selvatico torna a farsi vedere. La Polizia Provinciale di Belluno, pochi giorni fa, ha soccorso un esemplare di “Felis silvestris” in difficoltà, nel Feltrino.

L’episodio, alquanto singolare, è accaduto nel pomeriggio di lunedì 13 dicembre poco distante da Arsiè, nel cortile di un’abitazione. La signora Laura Nicoli ha sentito un tonfo provenire dal giardino di casa. È uscita e ha trovato a terra una faina morta e un grosso gatto sofferente. Secondo la ricostruzione della Polizia Provinciale, è probabile che i due animali stessero lottando tra di loro; oppure era in atto un tentativo di predazione da parte del gatto, e nella foga entrambi gli animali sono caduti dalle rocce sovrastanti l’abitazione della signora Nicoli, che, con spiccato senso civico e rispetto per gli animali, ha allertato i servizi veterinari.

Sul posto sono giunti poco dopo il dottor Franco Coriani e Cristina Gasparo (presidente dell’Associazione S. Francesco di Feltre, che da anni si occupa del soccorso a cani e gatti in stato di necessità). I due hanno prestato le prime cure all’animale, che appariva un po’ intontito e non riusciva a muoversi bene. Al veterinario però è apparso subito evidente che non si trattava di un gatto come tanti: l’animale era più grande e aveva una coda mai vista. A quel punto, è stato chiesto l’intervento della Polizia provinciale, che ha dato la conferma: si trattava di un gatto selvatico (Felis silvestris).

Immediato, come da protocollo, il coinvolgimento del veterinario referente per il Cras di Treviso: i due sanitari in contatto telefonico, valutati congiuntamente i sintomi presentati, hanno disposto di trattenere il gatto in osservazione per una notte, con adeguato nutrimento. Dell’operazione si è occupata la Polizia Provinciale.

La mattina successiva gli agenti hanno potuto constatare la totale ripresa della vitalità del gatto. Una vitalità talmente esuberante, alla vista degli agenti, che rischiava di provocare danni all’animale stesso. Il gatto infatti non voleva saperne di stare nella gabbia di contenimento. Immediata quindi la liberazione, nei dintorni di Feltre. Il selvatico è stato riportato nel suo habitat e con pochi passi rapidi si è addentrato nel bosco innevato.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Variazione di bilancio per bonifica sversamenti idrocarburi in Nevegal e Castion. De Kunovich: “Cerchiamo fondi esterni”

Belluno, 5 ottobre 2022 - Variazione al bilancio comunale per la bonifica di due sversamenti di idrocarburi: con 22 mila euro sarà incrementato lo...

Giornata Nazionale del Cane Guida 2022

In occasione della Giornata Nazionale del Cane Guida che si celebra il 16 ottobre di ogni anno, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti...

Gas. Trabucco: “Ecco perché aumenta e quali soluzioni adottare”

Il gas aumenta perché gli speculatori comprano e rivendono i "future", ossia quei contratti medianti i quali ci si impegna ad acquistare una certa...

Bimbo morto per hashish. Aldrovandi (Oss. Sostegno vittime): “Gravissime negligenze da parte degli adulti”

«Morire a due anni per droga. Sembra assurdo eppure è accaduto. Questa è la tragica fine del piccolo Nicolò, nel cui sangue è stata...
Share