13.9 C
Belluno
venerdì, Giugno 24, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Raccontare la verità: sabato 13 novembre la conclusione del corso di alta...

Raccontare la verità: sabato 13 novembre la conclusione del corso di alta formazione di Fnsi e Università di Padova contro le fake news

Contro le fake news: un dialogo a quattro e la voce delle corsiste e dei corsisti. Si conclude con una giornata aperta al pubblico, sabato 13 novembre dalle 9 al Bo, il corso di formazione “Raccontare la verità: come informare promuovendo dei contesti inclusivi”, organizzato da Università di Padova e Federazione nazionale della stampa (Fnsi), con Sindacato giornalisti Veneto (Sgv) e Articolo 21.

Dopo i saluti, le riflessioni di due docenti universitari, i professori Salvatore Soresi e Laura Nota su “L’indignazione e il coraggio di dire e riferire” e a seguire le riflessioni di due giornalisti, Carlo Verdelli – ex direttore di Repubblica che ha appena pubblicato per Feltrinelli “Acido” – e Roberto Reale su “Dalla Galassia Gutenberg alla galassia Zuckerberg dove tutti parlano e nessuno ascolta”.

Quindi il via alle sessioni parallele che vedranno protagonisti gli studenti, una cinquantina, che presenteranno i loro elaborati finali, frutto del percorso di studio avviato lo scorso aprile per un totale di 60 ore.  Sono stati loro che, aderendo alla proposta formativa, hanno permesso la realizzazione del primo laboratorio multidisciplinare contro le fake news avviato in Italia e basato sull’alleanza tra il mondo del sapere e il mondo dell’informazione, sancita nel protocollo d’intenti siglato fra Ateneo di Padova e Fnsi.

«Il corso, rivolto a chi opera nell’ecosistema complesso della comunicazione, quindi non solo ai giornalisti, – spiega la segretaria regionale Sgv, Monica Andolfatto – si è posto l’obiettivo di offrire un luogo, uno spazio di analisi, approfondimento e confronto su temi cruciali che impattano in maniera pesante sulla quotidianità delle professioni. L’indagine del mercato e delle condizioni di lavoro di chi opera in particolare nell’informazione e lo sviluppo di un approccio critico alla realtà sono stati i presupposti per promuovere contesti inclusivi in grado di smascherare e combattere le “fabbriche del falso” e i meccanismi della produzione e della proliferazione delle bufale».

Per seguire on line i lavori inviare una mail a info@sindacatogiornalistiveneto.it o iscriversi attraverso il form dedicato cliccando qui

Le lezioni sono state tenute da Fabrizio Barca, Paola Barretta, Ilaria Di Maggio, Tiziana Ferrario, Enrico Ferri, Ombretta Gaggi, Maria Cristina Ginevra, Giuseppe Giulietti, Giampiero Griffo, Stefano Lamorgese, Raffaele Lorusso, Stefania Mannarini, Elisa Marincola, Marco Mascia, Vincenzo Milanesi, Roberto Natale, Antonio Nicita, Laura Nota, Maurizio Paglialunga, Paolo Pagliaro, Walter Quattrociocchi, Sigfrido Ranucci, Roberto Reale, Paola Rosà, Sara Santilli, Salvatore Soresi, Giancarlo Tartaglia, Mirco Tonin, Fabiana Zollo.

Share
- Advertisment -

Popolari

Tutto quello che c’è da sapere sul Nevegal * di Jacopo Massaro

"Circa 20 giorni fa abbiamo ufficialmente portato a casa 300.000 euro da parte della Regione per lo sviluppo del Nevegal". Ne dà notizia Jacopo Massaro...

La Leggenda di Bassano, prima tappa

Dopo il ritrovo per le verifiche in Villa Ca’ Cornaro di questa mattina e un veloce brunch ad anticipare il saluto del presidente del...

Il sindaco di Belluno De Pellegrin ha consegnato copia della Costituzione ai neo diciottenni alla Sagra del Campanot

Ieri sera, giovedì 23 giugno, il sindaco Oscar De Pellegrin ha accolto l'invito della Pro Loco Pieve Castionese, impegnata nella sagra del Campanot. Come da...

Detenzione e spaccio di stupefacenti. Un ventenne agli arresti domiciliari

La sera di mercoledì 22 giugno, la Squadra Mobile e le Volanti della Questura di Belluno hanno arrestato un giovane per detenzione di stupefacenti...
Share