13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 16, 2021
Home Cronaca/Politica 58mo Vajont. De Menech e Lotto (Pd): "La Rai mandi in onda...

58mo Vajont. De Menech e Lotto (Pd): “La Rai mandi in onda ogni anno l’Orazione civile di Marco Paolini”. Berton (Confindustria): “Competenze e menoria sono alla base del talento”

Roger De Menech, deputato

Monica Lotto

Belluno, 9 ottobre 2021 – «A 58 anni dalla catastrofe che ha causato 1912 vittime, raso al suolo tre Comuni e sconvolto la comunità bellunese e l’Italia, si pone il problema della memoria».

Lo affermano il deputato Roger De Menech e la segretaria provinciale del Partito democratico, Monica Lotto.

«La storia del Vajont è attualissima», dicono i due esponenti democratici, «racconta dello sfruttamento illimitato delle risorse naturali, della prevaricazione e della prepotenza dei forti contro i deboli, degli abbagli e dei pericoli di far prevalere la tecnica asettica sulla politica e sui saperi stratificati delle comunità locali. In un’ottica di conservazione attiva della memoria proponiamo che ogni 9 ottobre o comunque a ridosso dell’anniversario della catastrofe la Rai mandi in onda l’Orazione Civile di Marco Paolini attraverso uno dei suoi canali. L’opera, originariamente realizzata per il teatro e basata sul libro ‘Sulla Pelle Viva’ di Tina Merlin e sulla vita della scrittrice e giornalista dell’Unità, rimane probabilmente la più alta e allo stesso tempo più accessibile rappresentazione dei fatti e delle vicende che portarono alla catastrofe».

Lorraine Berton

“La memoria del Vajont, oggi più che mai, deve farci trovare la forza per rimanere su questo territorio, avere rispetto della montagna e delle sue genti. Siamo ripartiti allora, dopo una tragedia inenarrabile, stiamo ripartendo anche oggi con una pandemia ancora in corso e che ha lasciato tante, troppe, cicatrici. Non dimenticare la nostra storia è il modo migliore per affrontare il presente e le sue incertezze, formulando politiche efficaci e sostenibili, a misura d’uomo, di famiglia e di impresa”.
A dirlo – nel giorno del 58esimo anniversario della catastrofe del Vajont – è Lorraine Berton, presidente di Confindustria Belluno Dolomiti.
“Ricordare quanto successo è doveroso, ma la memoria non deve essere mai fine a sé stessa. Il vero rispetto nasce dall’azione e dalla capacità di creare le condizioni per assicurare un futuro ai nostri territori e alle nuove generazioni. Anche per questo oggi è necessario cogliere tutte quelle opportunità che possano trattenere persone e talenti. Le Istituzioni, su questo, devono responsabilizzarsi: qualcosa è stato fatto, ma tanto resta da fare”.
E proprio sui giovani si concentra Berton: “Sviluppare i loro talenti significa anche coltivare la loro memoria. Le competenze tecniche sono indispensabili per crescere professionalmente, ma la conoscenza della storia e del territorio è la base per essere donne e uomini consapevoli e non strumentalizzabili. Che la memoria del Vajont sia preservata nelle scuole, non solo in quelle bellunesi, è un dovere civico, morale e storico al quale nessuno – Istituzioni, scuole, imprese, terzo settore – si può sottrarre”.

 

Share
- Advertisment -



Popolari

Domani a Feltre la cerimonia di conferimento delle borse di studio dell’Associazione Buzzati

Si terrà domani, sabato 16 ottobre, in occasione dell’anniversario della nascita di Dino Buzzati (Belluno 16 ottobre 1906-Milano 28 gennaio 1972) l’annuale cerimonia di...

Esercitazione del Soccorso alpino della Guardia di Finanza con unità cinofile del Triveneto

Belluno, 15 ottobre 2021 - Si è svolta oggi, nel campo macerie dell’ex caserma “Toigo” sede del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di...

Trasporti. Assessore Elisa De Berti: “In Veneto situazione sotto controllo”

Venezia, 15 ottobre 2021  -  “Per oggi c’era molta preoccupazione per il servizio di trasporto pubblico locale in tutta la Regione. Si ipotizzava una giornata...

Ulss Dolomiti. Sospesi altri 4 operatori sanitari dipendenti non vaccinati

Belluno, 15 ottobre 2021 -  L’Ulss 1 Dolomiti informa che sono stati sospesi altri 4 operatori sanitari dipendenti non vaccinati, in base agli atti...
Share