13.9 C
Belluno
sabato, Ottobre 16, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Spade di leoni e aquile. La mostra al Fulcis fino al 9...

Spade di leoni e aquile. La mostra al Fulcis fino al 9 gennaio. Successo per la tre giorni di Klang dedicata alle spade antiche

spada al museo FulcisGraziato dal meteo, che solo nella serata di domenica ha rovinato i piani imponendo l’annullamento dello spettacolo di spade e fuoco, il grande evento transfrontaliero organizzato dal Circolo Cultura e Stampa nell’ambito del progetto Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020 KLANG è stato un successo. La tre giorni (17 – 19 settembre) ha portato in città persone da diverse parti d’Europa, che hanno soggiornato nel capoluogo per l’intero week end, così da poter partecipare a tutte le iniziative. Il programma, d’altra parte, era importante: la vernice della mostra documentaria “Acqua, Ferro, Fuoco. Arte delle Spade nel Bellunese” venerdì, il convegno internazionale sabato con 13 relatori da tante parti del mondo e dimostrazioni sulla lavorazione del ferro, sulla realizzazione dell’acciaio e sulla pulitura delle spade, così come avvenivano nell’antichità nella giornata di domenica.

La manifestazione ha rappresentato il momento clou dei due anni di attività di KLANG e, come da progetto, ha attirato a Belluno studiosi, storici ma anche famiglie e turisti. Il tutto con la finalità di celebrare e far conoscere la gloriosa storia della produzione di spade antiche che ha caratterizzato il distretto protoindustriale bellunese e non solo tra i secoli XIV e XVII.
“Sono arrivate persone da tutto il Veneto, ma anche appassionati di storia e di armi antiche dall’estero – spiega Marta Azzalini, coordinatrice dell’evento e del progetto KLANG per il Circolo Cultura e Stampa Bellunese -. Tre giovani sono arrivati da Lubiana appositamente e si sono fermati a Belluno per tre giorni e c’erano numerosi appassionati da diverse parti d’Italia. Al convegno abbiamo avuto un buon numero di iscritti e le dimostrazioni dei fabbri e degli studiosi in città hanno fatto il pienone. Per tutte le altre iniziative, poi, c’è stata una media di 50 partecipanti. Il progetto ha risvegliato la curiosità delle persone verso questo tassello della storia bellunese e non solo, gli appassionati di storia ora guardano a Belluno con una curiosità in più e chi non conosceva questa tradizione ora ne è informato e stimolato ad approfondire”.

La mostra documentaria inaugurata venerdì resterà visitabile all’ultimo piano del Museo Fulcis fino al 9 gennaio 2022. Raccoglie importanti testimonianze scritte relative alla produzione di spade nel Bellunese e al suo commercio e permette di capirne di più sull’organizzazione del distretto protoindustriale, sui rapporti tra produttori e acquirenti e su quanto fosse fiorente quel mercato all’epoca. La mostra ripercorre infatti l’intera filiera produttiva, dall’estrazione del minerale al suo utilizzo nelle spade. Molti dei documenti arrivano dall’Archivio di Stato d Belluno e dall’Archivio storico del Comune, ma non solo perchè al centro della sala svetta in una teca una preziosa spada di Andrea Ferrara, forse il più noto tra gli spadai che avevano bottega a Belluno. La preziosa arma è stata prestata dal Museo Poldi Pezzoli di Milano.

Share
- Advertisment -



Popolari

Domani a Feltre la cerimonia di conferimento delle borse di studio dell’Associazione Buzzati

Si terrà domani, sabato 16 ottobre, in occasione dell’anniversario della nascita di Dino Buzzati (Belluno 16 ottobre 1906-Milano 28 gennaio 1972) l’annuale cerimonia di...

Esercitazione del Soccorso alpino della Guardia di Finanza con unità cinofile del Triveneto

Belluno, 15 ottobre 2021 - Si è svolta oggi, nel campo macerie dell’ex caserma “Toigo” sede del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di...

Trasporti. Assessore Elisa De Berti: “In Veneto situazione sotto controllo”

Venezia, 15 ottobre 2021  -  “Per oggi c’era molta preoccupazione per il servizio di trasporto pubblico locale in tutta la Regione. Si ipotizzava una giornata...

Ulss Dolomiti. Sospesi altri 4 operatori sanitari dipendenti non vaccinati

Belluno, 15 ottobre 2021 -  L’Ulss 1 Dolomiti informa che sono stati sospesi altri 4 operatori sanitari dipendenti non vaccinati, in base agli atti...
Share