13.9 C
Belluno
mercoledì, Ottobre 5, 2022
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Libri & Labbra - Biblioteche sognanti e risonanti. Torna la rassegna a...

Libri & Labbra – Biblioteche sognanti e risonanti. Torna la rassegna a Villa Buzzatti. Green pass, prenotazione, offerta libera

Villa Buzzati San Pellegrino, Belluno: 3, 5, 8 e 10 settembre torna Giardino Buzzati, la rassegna culturale ospitata nella casa natale di Dino Buzzati.

Il Granaio di Villa Buzzati

Dopo la lunga battuta d’arresto imposta dall’emergenza sanitaria, Giardino Buzzati riapre i cancelli della villa a San Pellegrino con l’intrigante rassegna “Libri & Labbra. Biblioteche sognanti e risonanti”, una serie di appuntamenti di caratura nazionale che alzerà il sipario venerdì 3 settembre alle 18:00. Saranno lo splendido Giardino e il misterioso Granaio a fare da palcoscenico, auditorium e galleria d’arte agli incontri che spazieranno dal teatro alla storia, dalla letteratura alla musica.
Ci sono biblioteche, come quella della famiglia Buzzati, che scompaiono travolte dalle vicende storiche, ma continuano una loro vita carsica, producono spore e riaffiorano nelle fantasie. Alle biblioteche aleatorie ma generatrici di sogni, alle biblioteche sospese fra presenza e assenza, impalpabili, immaginarie, potenziali e risonanti è dedicato il “Giardino Buzzati 2021” che, insieme a una suggestiva rievocazione delle vicende riguardanti una delle più importanti biblioteche di Belluno proprio nel luogo dove era un tempo custodita, proporrà altri eventi concernenti “Libri e Labbra”; si parlerà di aforismi e microeditoria, sarà presentato un volumetto di ricordi familiari di Valentina Morassutti, si svolgeranno mostre, letture sceniche di ispirazione buzzatiana, spettacoli musicali.

Villa Buzzati San Pellegrino

Gli eventi si terranno nel giardino di Villa Buzzati (100 posti) o nel Granaio (60 posti) in caso di pioggia. Ingresso offerta libera.
Prenotazione obbligatoria al +39 3516082602 a partire dal 23 agosto dalle 16 alle 19.
L’accesso alle manifestazioni sarà consentito solo su esibizione di Green Pass o tampone negativo nelle ultime 48 ore.

Il programma

Venerdì 3 settembre 2021 – ore 18.00
inaugurazione manifestazione con l’intervento dell’assessore alla cultura del Comune di Belluno Marco Perale
IL GRANAIO RITROVATO
mostra fotografica sul restauro del tetto del granaio di Villa Buzzati
a cura di Valentina Morassutti, allestimento Manrico Dell’Agnola.
Interviene l’architetto Roberto De Biasi
“Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire”.
M. Yourcenar

ore 18.45
AFORISMI A FIOR DI LABBRA
con Antonio Castronuovo
interventi di Valentina Morassutti e Alfonso Lentini.
Antonio Castronuovo, scrittore, aforista, critico letterario, uno dei massimi esperti italiani di Patafisica, ci parlerà della piccola e raffinata casa editrice che ha fondato, Babbomorto Editore, e del piccolo libro “Il fantasma di Buzzati”, che Valentina Morassutti ha appena pubblicato con questo editore.
Da abile flâneur, Castronuovo farà poi una colta e spassosa passeggiata nella geografia dell’aforisma e delle forme brevi, imbattendosi in qualche inciampo buzzatiano.
Seguirà aperitivo in giardino

Domenica 5 settembre 2021 – ore 20.45
ROMANTICAMENTE SCHUMANN
Clara, Robert e l’incanto della parola in musica
soprano: Martina Garlet
pianoforte: Gisella Galatà
attrice: Antonella Morassutti

I Lieder eseguiti dalla soprano Martina Garlet, accompagnata al pianoforte da Gisella Galatà e recitati da Antonella Morassutti, sono tratti dalle raccolte dei massimi poeti dell’ambiente culturale frequentato dalla coppia, che diventerà il “cuore pulsante”, l’anima più genuina del grande Romanticismo tedesco.

Mercoledì 8 settembre 2021 – ore 18.30
IL SACCHEGGIO DELLA BIBLIOTECA BUZZATI A VILLA SAN PELLEGRINO
di Monica Frapporti
letture: Mirta Amanda Barbonetti
La storia della nascita di una delle più importanti biblioteche di Belluno e l’avvincente rievocazione dell’evento storico che la vide protagonista del saccheggio da parte delle truppe austro-ungariche durante la fine della Grande Guerra, nella primavera del 1918.
La Biblioteca Buzzati rivivrà per noi proprio a Villa Buzzati San Pellegrino, tra le mura che un tempo la custodivano.

Venerdì 10 settembre 2021 – ore 20.45
SOLO UN MIRACOLO
Lettura scenica per celebrare il 50° dalla prima edizione de “I miracoli di Val Morel”
da un’idea di Antonella Morassutti
Antonella Morassutti, voce
Jessica Da Re, canto
Fabio Reolon, chitarra

in collaborazione con il Comune di Limana
con intervenienti del Sindaco Milena De Zanet
e dell’Assessore alla Cultura Edi Fontana

Partendo dalla “Spiegazione” che Dino Buzzati stesso volle mettere all’inizio del libro (e che Indro Montanelli definisce “uno dei suoi più magici racconti”), la lettura scenica porterà gli spettatori nell’atmosfera fantastica e onirica del mondo buzzatiano, con l’alternarsi di alcune pagine tratte dai “Miracoli” e di brani cantati e accompagnati dalla chitarra, composti per l’occasione dai due musicisti.

Domenica 12 settembre 2021 – ore 20.45
LA LISTA
Salvare l’arte: il capolavoro di Pasquale Rotondi
di e con LAURA CURINO
collaborazione alla messa in scena: Gabriele Vacis
disegno luci, scelta musicale e tecnico di scena: Alessandro Bigatti

Narrazione scenica di una delle più importanti e rocambolesche vicende storico-culturali del periodo bellico italiano. L’otto settembre del 1943, Pasquale Rotondi, nel più grande segreto e armato soltanto della sua intelligenza e capacità organizzativa, riuscirà, con un pugno di persone senza denaro e senza strumenti, a portare in salvo quasi 10.000 preziosissime opere d’arte dalla rapacità nazista e dalla distruzione bellica. Una storia che dà coraggio e fa riflettere sul significato della parola responsabilità.

L’associazione

L’associazione culturale Villa Buzzati S. Pellegrino – il granaio ha da sempre avuto come fulcro e cuore delle proprie attività il granaio seicentesco di Villa Buzzati.
Dopo anni di attesa, durante la primavera 2020, in piena pandemia e subendo ripetuti blocchi del cantiere, il Granaio di Villa Buzzati viene interessato ai lavori di restauro del manto di copertura. Il tetto, degradato dagli anni, aveva subito gravissimi danni durante la tempesta Vaia nell’ottobre del 2018 ed era rimasto in attesa dell’intervento.
Durante i lavori, Valentina Morassutti decide di fotografare l’intervento di restauro, non solo per documentarlo, ma con l’intento di entrare nell’anima stessa, nel “corpo” dell’antico edificio, svelandone dettagli, particolari, visioni e contrasti, anche in relazione agli spazi circostanti della villa e del giardino.
Il racconto fotografico che ne deriva si snoda in contemporanea con la grande angoscia vissuta da tutti noi, durante le prime chiusure e restrizioni per il Covid19, rappresentate simbolicamente nelle foto da reti e sbarramenti, per poi liberarsi nel compimento dell’opera di restauro, intesa come una rinascita alla vita. “Il Granaio Ritrovato” si apre così a nuove prospettive per il futuro e nuove progettualità, ospitando come prima manifestazione, proprio l’edizione 2021 di Giardino Buzzati.

L’Associazione Culturale Villa Buzzati San Pellegrino – il Granaio nasce nel 2006, nel centenario della nascita di Buzzati, con l’intento di valorizzare la casa natale dello scrittore attraverso l’ideazione, la promozione e la realizzazione di eventi culturali, legati al mondo di buzzatiano.
Non si tratta però di promuovere esclusivamente la conoscenza dell’autore, avvantaggiandosi della poliedricità della sua opera che ha spaziato nei più diversi ambiti e temi, ma anche di valorizzare tutta la vallata bellunese, così carica di suggestioni buzzatiane.
Con questo preciso intento, sempre nel 2006 nasce la prima edizione di “Giardino Buzzati”, una manifestazione culturale estiva che si propone come punto di incontro per la promozione dell’arte nelle sue più diverse forme di espressione, approfittando di una quinta eccezionale: la villa, il granaio e il giardino nei quali Dino Buzzati è nato e ha trascorso parte della sua vita.
Da qui si sviluppa e cresce negli anni la nuova idea di un Progetto Culturale più ampio, per ridare vita al Granaio di Villa Buzzati, recentemente restaurato. Ispirati da una celebre frase di Marguerite Yourcenar: “Fondare biblioteche è come costruire ancora granai pubblici, ammassare riserve contro un inverno dello spirito che da molti indizi, mio malgrado, vedo venire” ci auguriamo di veder crescere questa idea: il Granaio come luogo dove si accumula, si custodisce e si distribuisce il grano per tutta la comunità, in previsione dell’inverno… Il Granaio come luogo dove raccogliere e diffondere cultura perché la comunità possa nutrire la propria anima, la mente, i sensi, il corpo e condividere, scambiare, con realtà e soggetti provenienti da tutto il mondo, le tante diverse qualità di “sementi” che possono arricchirci reciprocamente, mantenendo quel filo rosso conduttore di unicità che questo luogo ci offre.

 

I protagonisti

BABBOMORTO EDITORE
L’opificio di plaquette d’autore Babbomorto Editore è stato fondato da Castronuovo nel 2017. Produce sottili fascicoli in poche copie, destinati alla lettura agile e al collezionismo.
Ha pubblicato ad oggi più di 200 titoli, tutti esauriti, presenti nel modernariato librario a quotazioni significative. Importante è il contenuto delle plaquette: leggero, divertito, anche ironico. La guida della piccola casa editrice è il sorriso.

ANTONIO CASTRONUOVO
Antonio Castronuovo è scrittore a tutto tondo: saggista, critico, aforista, traduttore dal francese. Ha pubblicato molti saggi: il suo ultimo lavoro in uscita è “Dizionario del bibliomane” per Sellerio Editore.
Esperto di storia e tecniche delle forme brevi, fa parte della giuria del premio aforistico “Torino in Sintesi” e dei comitati “Milano in sintesi” e “Salento in Sintesi” che organizzano eventi dedicati all’aforisma.
Collabora con giornali e riviste italiane di cultura; ha ricevuto il Premio Guidarello 2011 per il Giornalismo d’Autore.

VALENTINA MORASSUTTI
Nasce a Milano nel 1961, dove si diploma al Liceo Artistico. Decide di abbandonare la città perché da sempre attratta dalla montagna e dal suo ambiente. Vive in Valle D’Ayas, poi si trasferisce nelle Dolomiti in Valle di Primiero dove costituisce l’azienda TAIL, che crea e produce oggetti di design in legno, venduti in tutto il mondo.
Da quasi vent’anni vive a Belluno in Villa Buzzati, dove gestisce un B&B. Crea oggetti in bilico tra arte-design e poesia. Vive e cammina tra le montagne per passione, in cerca di luoghi ed emozioni da trasformare in idee e sogni.
Pubblica per Campanotto Editore il libro di poesie “Ad un interlocutore muto” e il libro “In cava”, piccola guida naturalistica etnografica di Cava Buscada – Erto – Nel 2014 è curatrice della mostra “Dolomiti” di Lalla Ramazzotti Morassutti al Trento Film Festival di Trento e di molti altri eventi culturali. Collabora e scrive per alcune riviste di montagna.
Fondatrice dell’associazione Culturale Villa Buzzati San Pellegrino – il granaio, e dell’associazione Bruno Morassutti Project.

ALFONSO LENTINI
Nato a Favara, nel 1951, vive da molti anni a Belluno dove ha insegnato letteratura italiana e storia. Formatosi nel clima delle neoavanguardie del secondo Novecento, si occupa di scrittura e arti visive. Nelle sue mostre e installazioni propone scritture verbo-visuali, libri oggetto, e in generale opere basate sulla valorizzazione della parola.
Per l’Associazione Villa Buzzati ha curato la mostra “Voci visibili nel Granaio,
42 poeti visivi per Dino Buzzati” ed ha tenuto diversi incontri, fra cui: “Buzzati e l’Aldilà, la discesa agli inferi nel Poema a Fumetti” (nell’ambito della rassegna “Passi e Trapassi”) e “La scrittura fantastica ai tempi di Buzzati” (nell’ambito di “A casa di Dino”). Nel settembre 2020 l’Associazione Villa Buzzati ha prodotto lo spettacolo “Professoresse meccaniche scendono in città” (Con Laura Portunato e Sandro Del Duca, Palazzo Fulcis, Belluno 2020) tratto dal suo libro più buzzatiano: “Le professoresse meccaniche e altre storie di scuola” (Graphofeel 2019).
È stato uno dei primi autori a pubblicare con Babbomorto.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Variazione di bilancio per bonifica sversamenti idrocarburi in Nevegal e Castion. De Kunovich: “Cerchiamo fondi esterni”

Belluno, 5 ottobre 2022 - Variazione al bilancio comunale per la bonifica di due sversamenti di idrocarburi: con 22 mila euro sarà incrementato lo...

Giornata Nazionale del Cane Guida 2022

In occasione della Giornata Nazionale del Cane Guida che si celebra il 16 ottobre di ogni anno, l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti...

Gas. Trabucco: “Ecco perché aumenta e quali soluzioni adottare”

Il gas aumenta perché gli speculatori comprano e rivendono i "future", ossia quei contratti medianti i quali ci si impegna ad acquistare una certa...

Bimbo morto per hashish. Aldrovandi (Oss. Sostegno vittime): “Gravissime negligenze da parte degli adulti”

«Morire a due anni per droga. Sembra assurdo eppure è accaduto. Questa è la tragica fine del piccolo Nicolò, nel cui sangue è stata...
Share