13.9 C
Belluno
mercoledì, Settembre 28, 2022
Home Lavoro, Economia, Turismo Revisione veicoli: dal 1° Novembre 10 euro in più. L'ultimo adeguamento risale...

Revisione veicoli: dal 1° Novembre 10 euro in più. L’ultimo adeguamento risale al 2007

Schiavon, Presidente CNA Meccatronici Veneto: «Una misura attesa da anni che fornirà una boccata d’ossigeno ad un settore privato a servizio dello Stato, che per anni ha sostenuto oneri per mantenere in efficienza il sistema.»

Marghera, 9 agosto 2021. A sette mesi dall’approvazione della legge di Bilancio, è finalmente e scattato l’adeguamento della tariffa per le revisioni dei veicoli a motore.

Con un decreto interministeriale (Dm 3 agosto 2021) del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile, di concerto con il Ministero Economia e Finanze, la tariffa è stata aumentata di 9,95 euro.

Finalmente le imprese del settore, dopo ben 14 anni (l’ultimo adeguamento risale al 2007), a partire dal 1° novembre 2021 vedranno la loro tariffa aumentata, recuperando così almeno in parte, l’inflazione di quasi 15 anni e l’incremento dei costi che negli ultimi anni sono stati chiamati a sostenere. Con il mese di novembre, quindi, la tariffa per le revisioni degli autoveicoli passerà da 45,00 a 54,95 euro.

Una questione da sempre sostenuta da CNA che in più occasioni, nonostante una legge dello Stato, visto il ritardo dell’attuazione, l’ha portata all’attenzione della politica romana e dei parlamentari veneti, molto attenti al settore, per chiedere l’adeguamento tariffario.

«È una misura che attendevamo da anni – sostiene il Presidente CNA Meccatronici Veneto Sergio Schiavon – che potrà fornire risorse fresche a tutti gli operatori del settore. Va sottolineato come per anni le officine abbiano sostenuto una serie di oneri per mantenere in efficienza il sistema e garantire la correttezza delle operazioni con continui investimenti su attrezzature e formazione. I centri di revisioni sono soggetti privati che svolgono, per conto dello Stato, una funzione pubblica a garanzia della sicurezza stradale dei veicoli. Un bene pubblico, che per essere assicurato richiede un quadro normativo chiaro, un assetto coerente ed economicamente sostenibile per le imprese, un’attività di controllo e supervisione che garantisca il rispetto delle regole».

 

Share
- Advertisment -

Popolari

La Cassa Rurale Dolomiti dona 10mila euro alla delegazione bellunese del Soccorso Alpino. Barattin: “Risorsa preziosa per l’acquisto di nuovi droni e per la...

“Il nostro istituto porta la montagna, e in particolar modo le Dolomiti, nella propria ragione sociale, ma anche in molte delle proprie iniziative imprenditoriali...

Sabato la conferenza Buzzati minore, ma non troppo. Autografi, libri preziosi, speciali e rari buzzatiani della Biblioteca civica di Belluno

Sabato 1 ottobre alle ore 10:00, nell’aula magna del Seminario Gregoriano di Belluno si terrà la conferenza Buzzati minore, ma non troppo. Autografi, libri...

Presidenzialismo. Trabucco: “Approccio superficiale”

All'indomani delle elezioni politiche del 25 settembre 2022, il partito di maggioranza relativa (Fratelli d'Italia), in modo pienamente legittimo, ha illustrato uno dei punti...

Riqualificazione energetica dell’edificio Kraller. Saranno riservati 8 alloggi ai lavoratori temporanei

Belluno, 27 settembre 2022 - Via libera oggi in giunta al progetto definitivo/esecutivo di riqualificazione energetica dell’edificio Kraller, in via Lungardo. L’operazione, finanziata dal...
Share