13.9 C
Belluno
sabato, Settembre 18, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Le Dolomiti più note: 10 concerti sulle montagne del Cadore

Le Dolomiti più note: 10 concerti sulle montagne del Cadore

Concerti in CadoreSono 10 i concerti che a partire da sabato 10 luglio daranno appuntamento a turisti e abitanti locali in chiese, eremi, rifugi e malghe del Cadore: il calendario messo a punto dalla Magnifica Comunità di Cadore e dalle Unioni Montane Centro Cadore, Comelico e Valle Del Boite invita a (ri)scoprire il territorio e ad entrare in sintonia con esso attraverso il potere introspettivo della musica.

Torna con la quinta edizione Le Dolomiti Più Note, la rassegna musicale promossa dalla Magnifica Comunità di Cadore e dalle Unioni Montane Centro Cadore, Comelico e Valle Del Boite con il contributo del Consorzio dei Comuni Bim Piave di Belluno: l’inizio è previsto sabato 10 luglio, saranno 10 i concerti (tutti alle ore 11.00) che si svolgeranno fino al 4 settembre in straordinarie location delle montagne del Cadore (in eremi, chiese, rifugi, malghe ma anche all’aperto). Anche la maggior parte delle orchestre e degli ensemble coinvolti nella programmazione sono compagini musicali di montagna, eccellenze bellunesi e non solo.

“Dolomiti più note” è un gioco di parole che permette di comprendere immediatamente la particolarità della proposta culturale: la rassegna è il risultato della somma di “Dolomiti” e “note”, poiché mette insieme il paesaggio montano cadorino e la musica, ma si vuole anche porre l’accento sul fatto che essa si svolge sulle Dolomiti più famose, quel patrimonio naturale dell’umanità riconosciuto dall’Unesco e che il mondo ci invidia.

“Anche quest’anno – spiega Renzo Bortolot, presidente della Magnifica Comunità di Cadore – il Cadore si presenta con una montagna di musica, invitando ospiti e residenti a salire in alta quota per ammirare il paesaggio dolomitico tra i suoni dei concerti proposti dai gruppi e dagli artisti inseriti nel programma in questa quinta edizione. È significativo che ancora una volta le Unioni Montane cadorine ed il Consorzio Bim abbiano risposto positivamente alla proposta della Magnifica Comunità di organizzare insieme questo festival musicale in alta quota, nella consapevolezza che le spese per l’arte e la cultura sono un vero e proprio investimento per la promozione turistica e del territorio”.

Il programma. Il primo appuntamento, “Sinfonie d’Opera tra le Crode”, vedrà protagonista la Banda Di Sappada Plodar Plech Musich, diretta da Rodolfo De Rigo Cromaro, e si svolgerà sabato 10 luglio al settecentesco Eremo dei Romiti di Domegge, testimonianza dell’unico convento esistito in Cadore.

Si proseguirà sabato 17 luglio con “Armonie ritrovate” nella Chiesa di Santa Barbara a Danta: l’Orchestra Dolomiti Symphonia (già Orchestra di Belluno), diretta da Delio Cassetta, che ne è anche un fondatore, si esibirà in musiche di Vivaldi, Mendelssohn, Mozart, Saint Saens, Elgar, Barder.
Sabato 24 luglio sarà la volta de “Le pagine immortali delle sinfonie avanti l’opera” al Rifugio Scotter di San Vito con gli Archi del Veneto e del Friuli, affermati concertisti delle provincie di Udine, Pordenone, Treviso e Venezia.

Sabato 31 luglio invece ci si sposterà a Piè de la Costa, Val Visdende, con l’orchestra cadorina La Sorgente Classic Ensemble che, diretta da Rodolfo De Rigo Cromaro, proporrà “Una “Sorgente” di suoni nelle Dolomiti Cadorine”.
Sabato 7 agosto l’appuntamento è a Col Ciampon, Vigo di Cadore, con l’esibizione dell’Ensemble di clarinetti Il Fischio, formato dai migliori studenti del Conservatorio Agostino Steffani di Castelfranco Veneto (Treviso), “Cinema Paradiso”.

Mercoledì 11 agosto la location sarà quella del Rifugio Antelao a Pieve di Cadore, che diventerà il palcoscenico per “The best of” de Gli Echi della Natura, academy estiva cadorina d’eccellenza: si esibiranno i violinisti Federico Curioni, Maria Philipp e Francesca Valeri e il violoncellista Daniele Curioni, con la partecipazione dei docenti Corinna Cazarin, Mattia Tonon, Giulio Cazzani.

Si continuerà sabato 14 agosto a Casera Valbona a Ospitale di Cadore con “Songs of love, Loss and Devotion”, un concerto del Trio Picolit, nato ad Amsterdam dalla passione di tre musicisti e composto dal soprano Tineke Roseboom, da Mattia Corso (violone) e Earl Christy (tiorba).
Ancora note sabato 21 agosto sul Monte Rite, Cibiana di Cadore, con “Musiche tra Germani e Austria”: Archeofonia Ensemble, diretta da Delio Cassetta, proporrà brani di Telemann, Haydn, Mozart.

Sabato 28 agosto ci attenderà il Rifugio Berti, Comelico Superiore, per assistere al “Concerto per fisarmonica e montagna” di Paolo Forte, musicista e improvvisatore di talento, che spazia dalla composizione di musiche per il teatro e musiche popolari, al folk tradizionale e moderno, fino alla musica etnica.

Concluderà la rassegna sabato 4 settembre “La via su quel bel monte” alla Malga Ciauta di Vodo di Cadore, con il Gruppo musicale Na Fuoia, formato da Andrea Da Cortà (organetto, mandola, voce) e Annachiara Belli (violino, voce), che esegue una musica raccolta direttamente dagli ultimi suonatori tradizionali e in parte basata sulle melodie contenute in un vecchio manoscritto, rinvenuto a San Vito di Cadore, senza per questo rinunciare a nuove composizioni che risentono di un gusto più moderno.

La partecipazione è gratuita, non è prevista la prenotazione.

Per informazioni: Magnifica Comunità di Cadore, http://www.magnificacomunitadicadore.it/,
tel. 0435 32262, info@magnificacomunitadicadore.it

Share
- Advertisment -




Popolari

Denunciato il direttore della Ser.S.A.

7Belluno, 17 settembre 2021 - Può un direttore di una Rsa impedire la visita di un parente diretto nell’orario prestabilito, in possesso di prenotazione...

Crisi Acc. Donazzan: Dopo le rassicurazioni di Annibaletti confidiamo in una posizione coerente del Mise

Venezia, 17 settembre 2021  -  L’Assessore regionale al lavoro del Veneto, Elena Donazzan, alla luce delle odierne dichiarazioni riportate dalla stampa locale in merito alla...

ACC. Incontro al Mise del 28 settembre. Zuglian: “La Fim Cisl non lascerà che a pagare errate valutazioni o previsioni siano ancora i lavoratori”

"La Fim Cisl giudica positivamente la pronta convocazione del tavolo ACC al Mise del 28 settembre. Alla luce di alcune dichiarazioni apparse sui giornali...

Via le restrizioni del green pass a scuola, sono discriminatorie e pericolose

L’Italia è il Paese con il Green Pass più restrittivo d’Europa eppure non ci sono ancora linee guide precise su come vivere la quotidianità...
Share