13.9 C
Belluno
mercoledì, Giugno 23, 2021
Home Prima Pagina Feltre, isole ecologiche. L'assessore Zatta risponde all'interrogazione della consigliera Forlin

Feltre, isole ecologiche. L’assessore Zatta risponde all’interrogazione della consigliera Forlin

Nadia Forlin, consigliere comunale

Sull’interpellanza della consigliera di opposizione Nadia Forlin in relazione alla raccolta rifiuti in alcune isole ecologiche del Comune di Feltre, lo smaltimento delle ramaglie all’ecocentro e la raccolta di rifiuto speciale da sfalcio erba e fogliame, risponde l’assessore alla Gestione del Territorio Adis Zatta.

In accordo con il gestore del servizio Bellunum srl – precisa l’assessore – relativamente al decoro urbano nelle isole ecologiche attualmente ancora provviste di cassonetti aperti, per le zone del Centro Storico il gestore Bellunum ha avviato un progetto di analisi e fattibilità per portare all’interno della Cittadella i contenitori automatizzati Nord Engineering.
La problematica principale è l’accesso alla Cittadella con gli attuali mezzi; Bellunum Srl chiederà il supporto della Polizia Locale al fine di valutare delle soluzioni operative per l’accesso.
Relativamente alla frazione di Tomo, ancor prima del posizionamento dei nuovi cassonetti è stata proposta alla cittadinanza (in un incontro pubblico tenutosi presso il bar “da Luigi”) una soluzione per lo spostamento dell’isola ecologica in ambiente più consono per consentire il posizionamento delle nuove campane ad apertura elettronica (istruttoria agli atti). I cittadini hanno chiesto il mantenimento e l’Amministrazione ha assecondato la scelta lasciando ovviamente i cassonetti vecchi (l’impegno reciproco era di osservare l’andamento e di condurre un periodo di valutazione).
Resta valido il principio generale che le cosiddette aree “disagiate” andrebbero ridotte al minimo cercando di garantire alle utenze l’accesso ad aree attrezzate con i contenitori automatizzati nelle vicinanze.
Bellunum srl sta analizzando e proponendo soluzioni alternative che però potrebbero scontentare l’utente che attualmente ha un’area di conferimento ad accesso libero molto vicina e che si troverebbe con un’area ad accesso controllato magari a svariati metri di distanza.
E’ stato predisposto l’invio di circa 2000 tessere per l’accesso ai contenitori ad utenti che ne erano sprovvisti, si ritiene pertanto che con l’invio di queste tessere gli utenti che attualmente non possono conferire nelle normali aree attrezzate e che conferiscono nelle aree ad accesso libero non debbano più farlo.
Infine Bellunum Srl ha attivato un protocollo di gestione in concerto con la Polizia Locale che prevede, qualora l’addetto alla pulizia delle aree rilevi degli indizi negli abbandoni a terra, la raccolta del materiale abbandonato e la sua custodia presso i magazzini comunali al fine delle rilevazioni del caso da parte della Polizia Locale così da rintracciare e multare i trasgressori.

Adis Zatta, assessore al Comune di Feltre

Per quanto riguarda lo scarico ramaglie presso l’ecocentro in sicurezza nei confronti del cittadino che intende fruire del servizio, l’assessore Adis Zatta ha precisato quanto segue.
Dall’inizio del mese di aprile i due cassoni per la raccolta della ramaglia sono stati posizionati sotto la tettoia ed il conferimento da parte degli utenti non avviene più attraverso la scaletta ma agevolmente dal piano strada.
La riqualificazione del Centro di Raccolta, prevista nei prossimi mesi, prevede già questa
collocazione come definitiva.

Mentre per lo smaltimento di rifiuto di erba da sfalcio e fogliame, la soluzione proposta è la seguente. Modificando il regolamento comunale Bellunum srl potrebbe ricevere al Centro di Raccolta anche l’erba da sfalcio ed il fogliame. Il CER è il medesimo usato per la ramaglia (20 02 01). Operativamente verrebbero gestiti due cassoni separati che andrebbero conferiti presso impianti autorizzati con relativi costi di smaltimento.
Si informa comunque che i prossimi regolamenti, le previsioni dei flussi e delle filiere di
trattamento/smaltimento verranno condotti direttamente dai Consigli di Bacino per gli Ambiti Territoriali Omogenei in funzione della propria pianificazione e anche delle recentissime disposizioni normative sull’assimilazione.

Share
- Advertisment -

Popolari

Cento anni del Trenino delle Dolomiti: i radioamatori del Cadore e di Brunico portano le celebrazioni in tutto il mondo

“È stata un’esperienza bellissima; organizzare un’attività radioamatoriale congiunta tra le sezioni ARI Cadore e Brunico in occasione dei Campionati Mondiali di Sci a Cortina...

Mask to Ride. Parte il nuovo tour di Alvaro Dal Farra, 7mila Km in 12 giorni

Dopo MBE si parte con Mask to Ride. E' iniziata finalmente l'estate di Alvaro Dal Farra, che appena rientrato dal Motor Bike Expo di...

Escursionista scivola dagli Sfornioi e perde la vita

Val di Zoldo (BL), 23 - 06 - 21   Poco prima delle 14 la Centrale del 118 è stata allertata dai compagni di un'escursionista...

Diffamazione a mezzo stampa: incostituzionale il carcere obbligatorio. Compatibile solo nei casi di ecceziionale gravità

Roma, 22 giugno 2021 - La Corte costituzionale ha esaminato oggi le questioni sollevate dai Tribunali di Salerno e di Bari sulla legittimità costituzionale...
Share