13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 9, 2021
Home Cronaca/Politica I° maggio. Intervento del presidente Padrin alla manifestazione dei sindacati alla casa...

I° maggio. Intervento del presidente Padrin alla manifestazione dei sindacati alla casa di riposo di Belluno

“Ringrazio i sindacati per aver focalizzato l’attenzione di questo primo maggio sulla sanità e sui lavoratori della sanità”.

Lo ha detto questa mattina il presidente della Provincia Roberto Padrin nel corso del suo intervento alla manifestazione organizzata dalle Organizzazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil.

“Il luogo in cui ci troviamo – ha proseguito Padrin – è particolarmente significativo perché tutti sappiamo quanto le case di riposo siano state (e in certo modo siano ancora) uno dei simboli della crisi pandemica. I nostri anziani sono stati colpiti in maniera massiccia dal virus e le case di riposo hanno dovuto adottare sistemi di sicurezza che hanno impedito ai loro ospiti di avere contatti con l’esterno, con figli, familiari, amici. I nostri anziani con tenacia ci hanno mostrato ancora una volta quanto il sacrificio e l’impegno siano fondamentali nel superare le crisi, compresa quella che stiamo vivendo. Ma anche l’impegno e il lavoro degli operatori della sanità si sono dimostrati imprescindibili. E oggi più che mai ci ricordano che senza salute, senza sanità, non può esserci neanche lavoro. Del resto, sanità e lavoro sono due diritti fondamentali della persona”.

Sul tema lavoro Padrin ha sottolineato come “Oggi celebrare il lavoro e i lavoratori è difficile. Dopo il lockdown e un anno intero di pandemia, cominciamo a registrare consistenti e innegabili segni di malessere, di crisi economica e corriamo il rischio di veder diventare le difficoltà dei lavoratori veri e propri drammi sociali all’interno delle nostre comunità. Il momento è complesso, ma ne usciremo. Da bellunesi, rimboccandoci le maniche e con la solidarietà. Quella solidarietà che Provincia e sindacati hanno unito nel Fondo Welfare e che nelle ultime settimane sta raccogliendo le donazioni dalle buste paga dei lavoratori, a favore di famiglie in difficoltà. Certo, la solidarietà interna al nostro territorio è uno strumento eccezionale – e tutti sappiamo quanto siano campioni di generosità i bellunesi -. Ma non basta. Ecco perché abbiamo bisogno che il Recovery Plan e tutto quello che verrà dopo il Covid abbia un occhio di riguardo per il lavoro. Dobbiamo salvaguardare il lavoro e creare un nuovo sviluppo, sostenibile e a misura di territorio oltre che dei singoli uomini e donne che compongono le nostre comunità. Il lavoro come valore è fondato anche nella nostra carta costituzionale. E non possiamo ignorarlo”.

Il presidente della Provincia ha infine affrontato il tema delle crisi aziendali. “La salvaguardia del lavoro – ha detto Padrin – passa anche dalla difesa dei posti di lavoro. E in questo non possiamo dimenticare che ci sono due situazioni particolarmente spinose nel nostro territorio. Acc e Ideal Standard stanno vivendo situazioni differenti ma simili. Entrambe le aziende sono in difficoltà e hanno al loro interno donne e uomini, lavoratrici e lavoratori, giustamente preoccupati per il loro destino. Si tratta di stabilimenti storici che costituiscono un vanto del nostro territorio, con produzioni che negli anni hanno rappresentato il fiore all’occhiello della manifattura bellunese. Oggi rappresentano la linea di difesa da cui cominciare a ricostruire la cultura del lavoro nel nostro territorio. Fatta di persone, del loro impegno quotidiano, della loro professionalità e non di fondi stranieri che spolpano l’osso prima di andarsene da un’altra parte. Se potremo ancora celebrare il 1° maggio, in futuro, sarà perché avremo difeso il valore dei lavoratori e di quello che sanno fare”.

Share
- Advertisment -

Popolari

12 maggio, Giornata mondiale della Fibromialgia

Per non essere più invisibili, in occasione della Giornata Mondiale della Fibromialgia (12 maggio) AISF – Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica ODV promuove su tutto...

Cinema Italia, tutto quello che c’è da sapere sullo storico cinema di Belluno. Martedì con il Fai Giovani su piattaforma Zoom

Il gruppo Fai Giovani di Belluno ha organizzato una conversazione on line dedicata allo storico cinema Italia di Belluno. Il gestore Manuele Sangalli porterà...

Il Lions Club Belluno dona 18 Pc alle scuole di Borgo Valbelluna

Il Lions Club Belluno, dopo l’apprezzato intervento per le scuole primaria e secondaria di Limana, ha voluto donare alle scuole di Borgo Valbelluna diciotto...

Si può battere sul tempo l’infezione da Sars Cov 2 grazie agli antivirali e ad una nuova organizzazione del territorio

È ormai acclarato che l’opportunità terapeutica dell’utilizzo degli antivirali contro l’infezione da Sar-Cov2 è tanto più efficace quanto prima si utilizzano tali rimedi fin...
Share