13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 7, 2021
Home Prima Pagina Casa di riposo di Cavarzano. Da Pian: temiamo che si stiano preparando...

Casa di riposo di Cavarzano. Da Pian: temiamo che si stiano preparando licenziamenti e che si sia costretti a mandare a casa anziani

Luciano Da Pian

“Mancano infermieri in Sersa, si rischia di non garantire gli standard assistenziali, di arrivare a dimettere gli ospiti e licenziare il personale”.

A dirlo è il consigliere comunale di opposizione Luciano Da Pian firmatario di una domanda di attualità sulla situazione di difficoltà in cui versa la casa di riposo Maria Gaggia Lante di Belluno insieme al collega Marzio Sovilla.

La crisi di personale esiste da settimane, al momento il numero di infermieri è sotto lo standard della struttura e i tentativi per assumerne di nuovi sono andati a vuoto. Di contro anche il numero degli ospiti è attualmente sotto la capienza massima e, mancando il personale che si prende cura degli anziani, non è possibile ammettere l’ingresso di nuovi ospiti. Anzi, la conseguenza più immediata sarebbe una progressiva riduzione dell’organico di almeno il 30%, questo almeno è quanto teme il gruppo cittadino della Lega. “Con l’andare del tempo questa situazione non può che aggravarsi – commenta Da Pian -, perché quanto a lungo possono restare in equilibrio i conti di una struttura che paga le spese per una capienza di 155 persone ma ne ospita, e di conseguenza percepisce le rette, 117? Il nostro timore, come Lega Belluno, è che si stiano preparando licenziamenti per il personale e che si sia costretti a mandare a casa anziani per l’impossibilità di assicurarne l’assistenza. Per questo chiediamo all’amministrazione di sapere con chiarezza cosa stia accadendo e di monitorare con attenzione la situazione”.

Da Pian in questi giorni ha avuto anche un confronto con i sindacati, che proprio per la giornata del primo maggio hanno organizzato una manifestazione fuori dall’ingresso principale della casa di riposo. L’ipotesi in campo è quella di aumentare il welfare aziendale, per favorire l’avvicinamento di nuovo personale. “La nostra grande preoccupazione è rivolta alle famiglie dei lavoratori e ai lavoratori stessi – conclude Da Pian -, ma non solo. La Gaggia Lante è la principale struttura di accoglienza per anziani della provincia e la Sersa è un gioiello di efficienza e di gestione, non vorremo vedere depauperata questa esperienza per l’incapacità di assumere decisioni al momento opportuno e di saper valutare tutta la gravità della situazione”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Efficientamento energetico, dissesto idrogeologico e sicurezza stradale. Belluno, Zoppè e Limana assegnatari di 384.640 euro

Belluno, Zoppè di Cadore e Limana sono i tre comuni del Bellunese tra i primi assegnatari dei fondi del Bando per l'efficientamento energetico. Secondo...

Fondo per i comprensori sciistici. De Carlo: “Soddisfatti, ma il provvedimento è troppo sbilanciato verso il Trentino Alto Adige”

“Abbiamo cercato di migliorare il Fondo per la montagna previsto dal Decreto Sostegni, provando a riequilibrare la ripartizione delle risorse su tutte le regioni,...

Fitoche, un progetto per salvare la montagna veneta, gli allevamenti e le produzioni

Il presidente Floriano De Franceschi: "un'iniziativa trasversale, con partner i cinque caseifici veneti di montagna, gli allevamenti ed il mondo della ricerca universitaria" Vicenza, 7...

Nuovo punto vaccinale a Sedico con Luxottica

Belluno, 7 maggio 2021 – L’Ulss Dolomiti, Comune di Sedico e Luxottica hanno definito congiuntamente un percorso collaborativo per attivare un nuovo Centro vaccinale...
Share