13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 7, 2021
Home Cronaca/Politica Messa in sicurezza delle frane in Alpago, la Provincia sta completando i...

Messa in sicurezza delle frane in Alpago, la Provincia sta completando i cantieri di Farra e Buscole

Massimo Bortoluzzi, consigliere provinciale delegato alla Difesa del Suolo e alla Protezione Civile

Bortoluzzi: «Due interventi da quasi 300mila euro per sistemare i danni dell’ultima ondata di maltempo»

Due cantieri di messa in sicurezza di dissesti si stanno concludendo in queste settimane, in Alpago. La Provincia li ha avviati circa un mese fa, intervenendo sui danni provocati dal maltempo di inizio dicembre, a Farra e Buscole, dove colate di acqua e fango avevano raggiunto le case e la viabilità comunale.

L’intervento di Buscole è praticamente finito. A monte dell’abitato insisteva un vecchio dissesto, che è tornato a muoversi con le piogge del 5-8 dicembre. Sulla frana era stata realizzata un’opera di drenaggio delle acque, con un tubo di 70 centimetri di diametro che è collassato durante l’episodio di maltempo. L’intervento messo in atto dalla Provincia ha ripristinato il tubo e ricostruito il pendio, per un investimento di 150mila euro. I lavori sono di fatto già conclusi.

A Farra invece il cantiere sta ancora operando in via Brustolon, ma è in dirittura d’arrivo. In questo caso, il movimento franoso di dicembre aveva investito un parcheggio e coinvolto due auto; la colata si era riversata anche sulla strada e a ridosso delle case. Il progetto prevede la pulizia del versante e la riprofilatura, e l’installazione di un sistema di drenaggio con speciali trincee gabbiodren (operazione già conclusa). «Nel giro di qualche giorno, saranno installate le reti corticali chiodate per completare i lavori – spiega il dirigente della difesa del suolo, Pierantonio Zanchetta -. Dopodiché procederemo con la ricopertura del versante e la piantumazione del verde». L’intervento costa 142mila euro.

«Ancora una volta la Provincia investe risorse importanti per località che potrebbero essere considerate periferiche, con l’obiettivo di garantire vivibilità anche ai piccoli centri abitati – commenta il consigliere provinciale delegato alla difesa del suolo, Massimo Bortoluzzi -. Con questi due lavori mettiamo in sicurezza due aree che avevano avuto diversi danni durante l’ultimo episodio di maltempo. Nel frattempo, per restare in zona, stiamo avviando altre operazioni a Farra, a Palughetto, in Comune di Chies, e stiamo completando la pulizia del lago di Santa Croce».

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Efficientamento energetico, dissesto idrogeologico e sicurezza stradale. Belluno, Zoppè e Limana assegnatari di 384.640 euro

Belluno, Zoppè di Cadore e Limana sono i tre comuni del Bellunese tra i primi assegnatari dei fondi del Bando per l'efficientamento energetico. Secondo...

Fondo per i comprensori sciistici. De Carlo: “Soddisfatti, ma il provvedimento è troppo sbilanciato verso il Trentino Alto Adige”

“Abbiamo cercato di migliorare il Fondo per la montagna previsto dal Decreto Sostegni, provando a riequilibrare la ripartizione delle risorse su tutte le regioni,...

Fitoche, un progetto per salvare la montagna veneta, gli allevamenti e le produzioni

Il presidente Floriano De Franceschi: "un'iniziativa trasversale, con partner i cinque caseifici veneti di montagna, gli allevamenti ed il mondo della ricerca universitaria" Vicenza, 7...

Nuovo punto vaccinale a Sedico con Luxottica

Belluno, 7 maggio 2021 – L’Ulss Dolomiti, Comune di Sedico e Luxottica hanno definito congiuntamente un percorso collaborativo per attivare un nuovo Centro vaccinale...
Share