13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 9, 2021
Home Prima Pagina Da lunedì tutti a scuola, didattica in presenza al 100%. Cna Bus...

Da lunedì tutti a scuola, didattica in presenza al 100%. Cna Bus Fita Veneto: i bus ci sono. Scopel: didattica al 75% con capienza bus al 50%, oppure capienza bus all’80% per didattica al 100%

Marghera, 20 aprile 2021. Sono 350 in Veneto le imprese che si occupano di trasporto di persone su gomma, iscritte nell’Albo Regionale, per un totale di circa 3000 mezzi destinati a scuolabus, minibus e servizi turistici di vario tipo.

Già dallo scorso 1 febbraio CNA Veneto assieme ad altre associazioni di categoria, con le prime riaperture delle scuole, ha messo a disposizione della Regione Veneto 500 mezzi ad integrazione del servizio di trasporto pubblico degli studenti, all’incirca 100 mezzi per ogni provincia del Veneto, un quantitativo che ha risposto bene alle esigenze anche della recente ripresa della didattica in presenza – sebbene in percentuale – per gli studenti delle superiori.

«Attualmente in regione sono appunto circa 500 i mezzi utilizzati a sostegno di quelli di linea per il trasporto integrato degli studenti – dichiara Massimo Fiorese, Portavoce Regionale Trasporto Persone NCC Bus CNA FITA Veneto –. Per alcune tratte sono riempiti sino al massimo della capienza disponibile rispetto ai posti indicati sulla carta di circolazione (circa 26 passeggeri), mentre per altre i bus sono utilizzati solo parzialmente o in minima parte. Con il prossimo 26 aprile, quando avverrà la ripresa della didattica in presenza al 100 per cento per quanto riguarda gli studenti degli istituti superiori, si prevede che il quantitativo di mezzi disponibili potrà essere eventualmente aumentato circa del 30 per cento, vale a dire reperire all’incirca alti 100/150 mezzi. Come CNA Bus Fita Veneto ci stiamo già attivando – prosegue Fiorese –, ma è necessario poter avere indicazioni al più presto, così da reperire ed informare gli autisti sulle varie tratte da coprire ed essere pienamente attivi da lunedì prossimo.»

«Siamo lieti di constatare che la sinergia pubblico privato funziona – conclude Massimo Fiorese – e che fino ad ora gli studenti si sono dimostrati attenti e collaborativi, consapevoli nell’adottare i corretti comportamenti anti contagio che divengono così buone pratiche condivise. Da parte nostra tutto l’impegno per proseguire in questa collaborazione mettendo a disposizione i mezzi necessari in modo da agevolare gli utenti».

Dario Scopel – Consigliere provinciale

Ma da Palazzo Piloni il consigliere provinciale Dario Scopel fa sapere che con il 100% di studenti in presenza di devono aumentare i posti sugli autobus all’80%, oppure ridurre la didattica in presenza al 75% se si vuole mantenere la capienza dei mezzi al 50%. Queste sono le due opzioni possibili. Scopel ritiene che, fermo restando la capienza al 50% dei mezzi pubblici,  nemmeno ricorrendo al settore privato si riuscirebbe a trasportare il 100% degli studenti, sia in provincia di Belluno, così come nel Veneto.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Cinema Italia, tutto quello che c’è da sapere sullo storico cinema di Belluno. Martedì con il Fai Giovani su piattaforma Zoom

Il gruppo Fai Giovani di Belluno ha organizzato una conversazione on line dedicata allo storico cinema Italia di Belluno. Il gestore Manuele Sangalli porterà...

Il Lions Club Belluno dona 18 Pc alle scuole di Borgo Valbelluna

Il Lions Club Belluno, dopo l’apprezzato intervento per le scuole primaria e secondaria di Limana, ha voluto donare alle scuole di Borgo Valbelluna diciotto...

Si può battere sul tempo l’infezione da Sars Cov 2 grazie agli antivirali e ad una nuova organizzazione del territorio

È ormai acclarato che l’opportunità terapeutica dell’utilizzo degli antivirali contro l’infezione da Sar-Cov2 è tanto più efficace quanto prima si utilizzano tali rimedi fin...

No paura Day 3. Domenica alle 16 in piazza Martiri a Belluno

Belluno, 9 maggio 2021 – Oggi pomeriggio alle ore 4 in piazza dei Martiri a Belluno si terrà il terzo appuntamento “No paura day”,...
Share