13.9 C
Belluno
sabato, Aprile 17, 2021
Home Pausa Caffè Disturbi del comportamento alimentare. 15 marzo 2021 Giornata del Fiocchetto Lilla. Il...

Disturbi del comportamento alimentare. 15 marzo 2021 Giornata del Fiocchetto Lilla. Il bilancio dei Centri DCA dell’Ulss Dolomiti

I disturbi del comportamento alimentare – conosciuti anche come DCA – comprendono una vasta gamma di alterazioni quasi sempre compromettenti la qualità di vita della persona che ne soffre e della sua rete familiare/amicale. I DCA in buona parte esordiscono nell’adolescenza e nelle donne , ma non è infrequente osservare esordi molto precoci, prima della pubertà, o tardivi, nell’adulto come manifestazioni del disturbo in ragazzi.

Spesso si cerca una unica causa alla malattia, ma il disturbo è sempre risultato di un intreccio di fattori dove aspetti predisponenti della persona – insicurezza, bassa autostima, eccessiva spinta alla performance – in momenti delicati della vita e in occasione di eventi stressanti, possono far “precipitare” il problema. La preadolescenza /adolescenza con le modifiche corporee e l’importanza delle dinamiche relazionali e di gruppo, diviene per questo spesso il momento in cui questi disturbi si presentano. Nell’ultimo anno, caratterizzato da Lockdown, DAD e varie restrizioni per i cittadini, i ragazzi hanno dovuto vivere nell’isolamento un momento delicatissimo della loro crescita.

L’aumento di alcune dipendenze osservato dal marzo 2020 ha coinvolto anche i disturbi alimentari perché ha tolto al/alla ragazzo/a quella quotidianità di relazioni e abitudini spesso fonte di sicurezza e aiuto per la gestione dello stress; il continuo adattamento imposto a questi ragazzi certamente influenzato chi è era più predisposto, portandoli a volte a gestire la tensione con la restrizione o l’iper alimentazione. I disturbi alimentari, infatti, vanno dalle forme restrittive / sottoalimentazione come nelle Anoressie Nervose, a quelle di iperalimentazione e abbuffate incontrollate tipiche dei BED, ai disordini alternanti abbuffate, restrizioni e metodi di compensazione – come il vomito – tipico delle Bulimie.
Nel 2020 i due centri DCA di Belluno e Feltre hanno effettuato, in totale, 52 prime visite (7 maschi e 44 femmine), con totale di un centinaio di persone in carico.
Sono state constatate alcune ricadute in alcuni casi già in carico che hanno dovuto affrontare il proprio problema in una condizione di isolamento, perché studente in DAD o lavoratore in Smart Working, in particolare aumentando i pensieri disturbanti e le perdite di controllo.

La complessità delle problematiche fa sì che l’approccio debba essere quanto più multidisciplinare, proprio perché nessun professionista, da solo, può riuscire a rispondere all’intreccio di bisogni della persona. I due centri di Belluno e Feltre vedono il coinvolgimento di numerosi professionisti – dietologi, psicologi, psichiatri, internisti – provenienti da diversi servizi.

Le due équipe collaborano con l’Associazione Margherita, punto di riferimento per le famiglie di ragazzi con DCA nel Bellunese. L’associazione offre supporto ai genitori con incontri quindicinali di gruppo e collabora con l’ULSS per cicli di psicoeducazione ai genitori delle ragazze seguite dalle due equipe.

Per chi sentisse la necessità di un aiuto può contattare lo 0437 516465 se residente nel distretto di Belluno, o lo 0439/883160 se residente nel distretto di Feltre.

Share
- Advertisment -

Popolari

Accordo Confartigianato-Feinar-Volksbank per il Superbonus 110%. D’Incà: «Una risposta ai nostri associati e al territorio bellunese

Confartigianato Belluno ha sottoscritto ieri (venerdì 16 aprile) un importante accordo con Feinar e Volksbank per semplificare l'accesso al Superbonus 110%. La convenzione prevede...

Sopralluogo al lago di Centro Cadore. La Provincia studia un intervento di pulizia simile a quello avviato a Santa Croce. Bortoluzzi: «Fondamentale per la...

La Provincia di Belluno sta studiando un intervento di pulizia del lago di Centro Cadore, simile a quello avviato qualche settimana fa a Santa...

Restaurate tre cornici dell’Ottocento del patrimonio artistico del San Martino, grazie al Centro Consorzi di Sedico

Belluno, 16 aprile 2021 - Sono state riportate al loro splendore tre cornici storiche, che racchiudono dipinti dell’ottocento del patrimonio artistico dell'ospedale "San Martino"...

La storia di 4 partigiane. Berton (Confindustria): “Donne e libertà, esempi per non dimenticare”

Una iniziativa di Confindustria Belluno e Isbrec a 76 anni dalla Liberazione. Lunedì 19 aprile la presentazione del libro "La casa in montagna" con...
Share