13.9 C
Belluno
sabato, Febbraio 27, 2021
Home Prima Pagina La Provincia incontra le associazioni dell'Alpago. Bortoluzzi e Cibien: «La sede operativa...

La Provincia incontra le associazioni dell’Alpago. Bortoluzzi e Cibien: «La sede operativa rimane a Puos. Da parte nostra massima collaborazione»

Sede associazioni – Puos d’Alpago

La Provincia di Belluno ha incontrato nei giorni scorsi l’Eva, capofila delle associazioni con sede in Alpago, e gli altri sodalizi attivi sul territorio. Una visita con cui i consiglieri provinciali Massimo Bortoluzzi (Protezione Civile) e Walter Cibien (Patrimonio) hanno voluto rassicurare i volontari. Nelle ultime settimane, infatti, era circolata l’ipotesi che la Provincia intendesse mettere sul mercato lo stabile di Puos in cui hanno sede diverse associazioni di volontariato (Eva, volley Alpago, Cai, Fanti, ex emigranti, Sequeris, e cacciatori).

«La vecchia caserma dei carabinieri di Puos d’Alpago, che oggi ospita l’Eva Alpago e altre sei associazioni, è di proprietà della Provincia ed è stata inserita nel piano delle valorizzazioni – spiega il consigliere Cibien -. Era stata avanzata l’ipotesi di trovare un accordo con Ater per trasformare l’edificio in appartamenti di residenza popolare. Una semplice ipotesi che non intende assolutamente “sfrattare” l’Eva, i suoi volontari e tutte le altre associazioni, a cui anzi deve andare tutta la nostra riconoscenza. Da parte nostra c’è massima collaborazione, nell’ottica di rendere sempre più efficace la sinergia tra enti pubblici e terzo settore, per il bene del territorio. Lo abbiamo spiegato ai volontari, sottolineando che non mancherà mai una casa, una struttura adeguata, per le esigenze di chi si impegna per la collettività».

«Proprio per questo, la Provincia intende valorizzare il suo patrimonio immobiliare, per dare spazi adeguati al volontariato – aggiunge il consigliere Bortoluzzi -. Il discorso con Ater al momento è solo nel campo delle ipotesi. In ogni caso siamo attivi per garantire la non soluzione di continuità nel servizio offerto dal volontariato a tutto il territorio».
I due consiglieri hanno colto l’occasione dell’incontro per sottolineare l’importanza delle attività svolte dal terzo settore. «Ringraziamo i volontari per l’imprescindibile lavoro a favore di tutta la comunità – concludono Cibien e Bortoluzzi -. Eva Alpago è attiva nel campo sanitario, sia nell’emergenza sia nel trasporto dei pazienti non autosufficienti. Le altre associazioni operano in altri campi, da quello sociale a quello sportivo e culturale, spesso e volentieri dando pieno supporto agli enti locali».

Share
- Advertisment -

Popolari

Attraversamenti faunistici. De Bon: «Obiettivo sicurezza, per gli automobilisti e per gli animali»

Provincia di Belluno e Veneto Strade sono al lavoro per prevenire gli incidenti stradali che coinvolgono la fauna selvatica. Negli ultimi vent'anni infatti sono...

Il saluto al nuovo direttore generale dell’Ulss 1 Maria Grazia Carraro

L’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della Provincia di Belluno dà il benvenuto alla dottoressa Maria Grazia Carraro, che per i prossimi 5 anni sarà...

Crac banche. I truffati, buoni clienti per il business di avvocati ed associazioni valutabile in 87 milioni di euro

Davvero bravi i veneti, hanno regalato allo stato più di 1 miliardo di € non impegnabili soprattutto a causa dei “paletti” della legge 145/2018. Come...

Contrattazione sociale in provincia di Belluno: le Linee Guida per il 2021 di Cgil-Cisl-Uil

Lotta alla povertà e alla disuguaglianza sociale, politiche concrete in favore di anziani e giovani, nuove infrastrutture sanitarie per combattere la diffusione del Covid-19....
Share