13.9 C
Belluno
martedì, Aprile 13, 2021
Home Cronaca/Politica Firmato l'accordo di collaborazione Provincia-Fondo Comuni confinanti per il "Piano Covid"

Firmato l’accordo di collaborazione Provincia-Fondo Comuni confinanti per il “Piano Covid”

Palazzo Piloni, sede dell’amministrazione provinciale

È stato firmato questa mattina a Palazzo Piloni tra i presidenti Padrin e De Menech l’accordo di collaborazione per l’attuazione della proposta di progetti strategici o di area vasta destinati a contrastare l’emergenza epidemiologica nel territorio della provincia di Belluno. Si tratta del cosiddetto “Piano Covid” proposto dalla Provincia e approvato dall’assemblea dei sindaci di prima e seconda fascia, a valere sui Fondi Comuni confinanti. Con la firma di oggi il piano diventa operativo a tutti gli effetti e metterà in circolo quasi 12 milioni di euro (10 da Fcc, 1,5 da Provincia e 500mila euro da Ulss 1 Dolomiti) per importanti progetti volti a contrastare la situazione Covid.

Gli ambiti di intervento riguardano il settore scolastico, il settore sanitario, i trasporti e le attività produttive, con 7 macroprogetti che hanno come soggetto attuatore unico la Provincia di Belluno. Il primo riguarda il miglioramento della sicurezza e fruibilità delle scuole superiori, per adeguare gli spazi alle nuove esigenze della didattica (2 milioni). Il secondo è riferito alla dotazione digitale delle scuole (3 milioni). Ci sono poi il potenziamento della telemedicina e delle attività di screening sul territorio (1,6 milioni), l’implementazione delle dotazioni dei veicoli per il trasporto pubblico locale (500mila euro) e l’incremento delle dotazioni delle associazioni di volontariato socio sanitario (1 milione). Infine, un progetto per il sostegno alle attività produttive (2 milioni) e la messa in sicurezza delle strutture residenziali per anziani (1,8 milioni).

«Risorse importanti e progetti in grado di dare davvero una svolta al nostro territorio, per superare la pandemia e costruire un futuro oltre il Covid – commenta il presidente della Provincia Roberto Padrin -. Penso ad esempio alla telemedicina, alla dotazione di infrastrutture digitali per le scuole: iniziative che serviranno anche quando l’emergenza sanitaria sarà finalmente archiviata. Ringrazio il Fondo Comuni confinanti e l’Ulss 1 Dolomiti, con cui continua la collaborazione. Ancora una volta il gioco di squadra è imprescindibile per il bene del nostro territorio».

«Continuiamo ad andare avanti nell’interesse dei cittadini tutti, perché questo piano riguarda tutto il territorio provinciale – sottolinea il presidente del Comitato paritetico del Fondo Comuni confinanti, Roger De Menech -. La strategicità del Fondo è proprio questa: pensare alle esigenze e necessità di tutte le comunità che compongono il territorio bellunese».

Share
- Advertisment -

Popolari

Gara del gas. Indagato un sindaco e due amministratori di Bim Infrastrutture per turbativa d’asta

Belluno, 13 aprile 2021 - Con la notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari sono terminate le indagini dei finanzieri del Nucleo di Polizia...

Snow bike spring break 2021 in Nevegal di Alvaro Dal Farra

E' arrivata l'ultima neve di primavera e dunque non è ancora arrivato il momento di mettere in garage la snow-bike. Recentemente Alvaro Dal Farra...

Il Movimento Veneto che Vogliamo partecipa al presidio dei lavoratori Acc di fronte alla Prefettura

"Da tempo, come coordinamento bellunese de "Il Veneto che Vogliamo" insieme alla nostra consigliera regionale Elena Ostanel, seguiamo con una certa apprensione le crisi...

Operaio al lavoro sull’acquedotto in Val de Piero colpito da una scarica di sassi

Sedico (BL), 13 - 04 - 21 - Attorno alle 9.50 il Soccorso alpino di Belluno è stato allertato per un incidente accaduto all'interno...
Share