13.9 C
Belluno
venerdì, Marzo 5, 2021
Home Lavoro, Economia, Turismo Veneto verso la zona arancione. Ecco le regole del nuovo Dpcm

Veneto verso la zona arancione. Ecco le regole del nuovo Dpcm

Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio

Oggi 15 gennaio, si saprà la colorazione del Veneto (probabilmente rimarrà arancione) che il Ministero della Salute stabilirà sulla base delle soglie di accesso Rt. Se una Regione presenta un indice Rt a livello 1, o se riscontra un’incidenza di 50 casi ogni 100 mila abitanti, si va automaticamente in zona arancione. Se invece l’Rt è uguale o superiore a 1,2, va in rossa. Gli esperti prevedono che solo 6 Regioni rimarranno gialle: Abruzzo, Basilicata, Campania, Sardegna, Toscana e Valle d’Aosta. Tutte le altre, invece, rischiano l’arancione, con la Lombardia e la Sicilia molto probabilmente in zona rossa.  Le nuove classificazioni andranno in vigore da domenica 17 gennaio.

Il nuovo Dpcm, invece, sarà valido a partire da sabato 16 gennaio fino al 5 marzo e conferma sostanzialmente le precedenti restrizioni. Confermato il coprifuoco dalle 22 alle 5, e la didattica a distanza al 50% per le superiori.

Ecco le principali:

– Il divieto di spostamento tra le Regioni, comprese quelle gialle, sarà in vigore fino al 15 febbraio e non più al 5 marzo;
– fino al 5 marzo sarà invece valida la regola che consente una sola volta al giorno ad un massimo di due persone (oltre ai minori di 14 anni conviventi) di andare a trovare parenti o amici nella regione, se questa è in zona gialla, o nel comune se è in zona arancione o rossa;
– sempre fino al 5 marzo sarà possibile spostarsi nelle regioni arancioni dai comuni con una popolazione non superiore ai 5mila abitanti, per una distanza non superiore ai 30 km e mai verso i capoluoghi di provincia.

Non sarà possibile raggiungere le seconde case fuori Regione (e nelle fasce arancioni nemmeno quelle fuori dal proprio Comune) se non per motivi di urgenza come la riparazione di un guasto. Non è possibile, quindi, il trasferimento della seconda casa neanche all’interno del territorio regionale.

Per bar, enoteche, ed esercizi specializzati nella vendita al dettaglio di bevande e alcolici scatta il divieto di vendita da asporto alle ore 18 (codici Ateco 56.3 e 47.25). Nelle zone gialle i bar, i ristoranti, le pasticcerie e le pizzerie potranno restare aperti dalle ore 5 alle ore 18, mentre nelle zone arancioni o rosse sarà concesso soltanto l’asporto o la consegna a domicilio.

Prorogato al 5 marzo il divieto di apertura di palestre e piscine. In attesa di quanto stabilirà il Cts, che la prossima settimana potrebbe approvare le nuove linee guida proposte dal ministero dello Sport e autorizzare almeno le lezioni individuali.

Sì alle crociere da parte delle navi passeggere di bandiera italiana, nel rispetto delle “specifiche linee guida validate dal Comitato tecnico scientifico”.

Gli impianti sciistici per ora resteranno chiusi. Dal 15 febbraio potranno aprire gli impianti “solo subordinatamente all’adozione di apposite linee guida da parte della Conferenza delle Regioni e delle province autonome e validate dal Comitato tecnico scientifico, rivolte ad evitare aggregazioni di persone e, in genere, assembramenti”.

Riaprono i musei, gli istituti e i luoghi di cultura, ma solo nelle nelle zone gialle. I musei saranno aperti dal lunedì al venerdì “a condizione che detti luoghi, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali nonché dei flussi di visitatori, garantiscano modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone”.

Il decreto ha introdotto la zona bianca. Si tornerebbe alla situazione dell’estate scorsa con le uniche restrizioni del distanziamento e l’uso della mascherina. Per entrarci però bisogna  avere 3 settimane consecutive di incidenza di 50 casi ogni 100 mila abitanti.

Share
- Advertisment -

Popolari

Ritrovato senza vita escursionista di Santa Giustina

San Gregorio nelle Alpi (BL), 4 marzo 2021 - È stato purtroppo ritrovato senza vita, durante la ricognizione dell'elicottero del Suem di Pieve di...

Il sindaco di Belluno Massaro risponde al comitato di Levego e Sagrogna sulle rotatorie

Belluno, 4 marzo 2021 - «Mi spiace rilevare come i rappresentanti del Comitato di Levego e Sagrogna abbiano decisamente sbagliato l'obbiettivo della loro protesta: la...

Progetto antispopolamento Ronce 2020. Assessore Giannone: “Regia mai ferma. Allarghiamo l’area di interesse”

I progetti portati avanti, i temi sui quali insistere maggiormente, i prossimi obbiettivi: a fare il punto sull'attività del progetto Ronce 2020, ideato dall'associazione...

Grave una giovane scialpinista caduta in Palantina

Tambre (BL), 4 marzo 2021 - Sono gravi le condizioni di una giovane scialpinista caduta da un salto di roccia mentre con un'amica risaliva...
Share