13.9 C
Belluno
martedì, Marzo 9, 2021
Home Prima Pagina Didattica a distanza. 46mila euro per gli studenti delle superiori dal Comune...

Didattica a distanza. 46mila euro per gli studenti delle superiori dal Comune di Alpago 

Vanessa De Francesch, assessore

Dopo i numerosi interventi di sostegno rivolti agli studenti e alle loro famiglie promossi durante gli scorsi mesi, il Comune di Alpago promuove ora un bando destinato alla concessione di contributi a fondo perduto per l’acquisto di sussidi informatici ad uso didattico quali notebook, PC, tablet (esclusi i telefoni cellulari) o strumenti di connettività (saponetta, router, ecc.) destinato ai ragazzi che frequentano le scuole secondarie di secondo grado.

L’obiettivo è quello di colmare il divario digitale nell’accesso alle opportunità educative e formative, con particolare riferimento, naturalmente, all’epidemia in corso e ai suoi effetti sulla didattica.
Lo stato di emergenza provocato dal Covid-19 ha infatti causato, come noto, non poche difficoltà alle famiglie con figli che frequentano le scuole, a volte sprovvisti di sussidi informatici e strumenti di connettività che possano garantire l’attività didattica a distanza e quindi il proseguimento dello svolgimento dei programmi scolastici.

Le nuove misure riguardano i nuclei familiari con figli o minori in affido frequentanti la scuola secondaria superiore negli anni scolastici 2019/2020 e 2020/2021 per l’acquisto di sussidi informatici o strumenti di connettività a far data dall’01.03.2020 fino al 31.12.2020.
Le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9.00 del 02.01.2021 e non oltre le ore 11.30 del giorno 30.01.2021 attraverso PEC o mail all’indirizzo di posta elettronica certificata: alpago.bl@cert.ip-veneto.net oppure con consegna a mano direttamente agli sportelli “Spazio Alpago” dei municipi di Pieve d’Alpago, Farra d’Alpago e Puos d’Alpago.
L’importo del contributo, per ciascuna domanda presentata, sarà pari al 50% della spesa sostenuta (IVA inclusa) sino ad un massimo di € 150.

“Dopo essere intervenuti con l’azzeramento delle rette degli asili e con misure per circa 60 mila euro a favore delle scuole elementari e medie, abbiamo ritenuto opportuno e doveroso proporre un sostegno “dedicato” alle famiglie dei ragazzi che frequentano le superiori”, commentano gli assessori Vanessa De Francesch e Federico Costa, che hanno seguito la realizzazione del bando. “I fondi a disposizione, provenienti dallo stanziamento governativo per le misure anti-Covid, sono importanti: il bando ha infatti risorse per 46 mila euro, una cifra con la quale puntiamo a raggiungere un numero considerevole di nuclei residenti in Comune di Alpago. Come abbiamo spesso ribadito, i giovani e le famiglie rappresentano un caposaldo della nostra comunità su cui intendiamo concentrare i nostri sforzi, ancor più in un momento particolarmente difficile come quello che stiamo vivendo”, concludono i rappresentanti dell’Amministrazione di Alpago.

Tutte le informazioni e i moduli per presentare la domanda sul sito internet del Comune di Alpago.

Share
- Advertisment -

Popolari

Comuni e Recovery Plan. Massaro: «Cambiare le regole o non riusciremo a spendere nulla»

Incontro questa mattina tra i vertici dell'Associazione Nazionale Comuni Italiani e il Ministro alla Pubblica Amministrazione, Renato Brunetta; al centro del confronto, il Recovery...

Festa della Donna e Sex Work: 120.000 donne non sono tutelate in Italia. Pia Covre: “Nessuna donna è colpevole o vittima perché sex worker”

8 marzo 2021 – In Italia si contano almeno 120.000 sex worker e circa 20 milioni di clienti annui. Solo nella dimensione online Escort...

Lupo. Bortoluzzi: «Presenza sempre più vicina alle case, serve un piano di gestione diverso»

«Per la tutela della piccola agricoltura di montagna, degli hobbisti dell’allevamento e anche in ottica di mantenimento del territorio serve un piano di gestione...

Una maxi coperta ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo per dire no alla violenza sulle donne

L’associazione UP – I Sogni fuori dal cassetto porta sulle Dolomiti “Viva Vittoria”: progetto d’arte relazionale, già sperimentato in numerose piazze italiane, coinvolgerà numerose...
Share