13.9 C
Belluno
sabato, Gennaio 16, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti 30_____70 DOC FEST, festival internazionale di documentari

30_____70 DOC FEST, festival internazionale di documentari

Carlo Migotto, Viviana Carlet,
Morena Faverin

Nasce a Vittorio Veneto il festival internazionale di documentari di registi emergenti. Una prima edizione online che guarda già al futuro e che mira a supportare attivamente il cinema di Vittorio Veneto.

Ad organizzare l’evento il team di lavoro del ben noto Lago Film Fest con il supporto e il patrocinio del Comune di Vittorio Veneto e della Regione Del Veneto.

Si chiama 30_____70 DOC FEST, è iniziato il 17 dicembre 2020 e proseguirà fino al 6 gennaio 2021, e rappresenta un unicum in Italia e in Europa: un festival di documentari internazionali dedicato ai mediometraggi (dai 30 ai 70 minuti), di autori under 35 alla loro opera prima e che presentano il film per la prima volta in Italia.

Il festival è stato ideato e organizzato dal team del Lago Film Fest (sedici edizioni alle spalle, portando 15.000 spettatori ogni anno sulle rive del lago di Revine Lago) e reso possibile grazie al patrocinio e al supporto della Regione del Veneto e del Comune di Vittorio Veneto – che ha immediatamente capito il potenziale del progetto.

«Un progetto coinvolgente – dice l’assessore alla cultura Antonella Uliana – e un’idea che mi ha subito convinta per la sua freschezza e novità. Un festival unico in Italia e in Europa che nasce a Vittorio Veneto. Primo in tutti i sensi: prima edizione, primo nel panorama internazionale, opere prime di giovani registi. Sono sicura che questo Doc Fest, che per forza di cose vede ora la luce in versione online, sarà in grado, nei prossimi anni, di porsi come valido appuntamento culturale.”

Commenta Viviana Carlet (già fondatrice di Lago Film Fest e ora anche di 30_____70 DOC FEST): “Nonostante il periodo storico e le difficoltà abbiamo deciso, in tempi strettissimi, di realizzare la prima edizione del festival; per noi è un atto di resistenza culturale necessario e un investimento sul futuro”.

Commenta Carlo Migotto (co-direttore di Lago Film Fest e fondatore di 30_____70 DOC FEST): “Facciamo il festival per rendere questi film accessibili ad un pubblico più ampio, per supportare i registi indipendenti e per promuovere il cinema in sala come atto di condivisione culturale collettiva. Abbiamo deciso quindi di fare un festival accessibile con una donazione in modalità pay what you can (paga quello che puoi), di distribuire una parte delle donazioni tra i registi in concorso e di pre-acquistare, ai donatori più generosi, dei biglietti per andare al cinema, appena le sale riapriranno”.

Il Comune di Vittorio Veneto ne ha compreso il potenziale di arricchimento verso la comunità e ha deciso di entrare nel progetto come ente promotore affiancandosi al supporto della Regione del Veneto.

Un festival unico in Italia e in Europa dunque, creato per essere realizzato a Vittorio Veneto ad aprile 2020, ma dopo il posticipo forzato dovuto al primo lockdown si è deciso comunque di realizzare la prima edizione spostandola online – rinunciando alla sala da un lato ma aprendo così il festival a tutto il pubblico italiano.
Dal 17 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 tutti i film del festival saranno disponibili per lo streaming sul sito www.3070docfest.com. E qui l’altra novità: l’abbonamento sarà acquistabile attraverso una donazione libera in modalità pay what you can (paga quanto puoi), sarà quindi lo spettatore a calibrare il suo contributo in base alle proprie possibilità.

Ad ogni donazione saranno corrisposti dei benefit che variano a seconda dell’importo, quello più importante: verrà donato un biglietto per andare, quando le sale verranno riaperte, al Cinema Verdi di Vittorio Veneto o al Cinema Italia di Belluno. Un messaggio forte con un’azione concreta mirata a stimolare il pubblico a tornare nelle sale vicine a dove il festival si svolgerà in futuro.

10 film da 10 paesi del mondo in concorso e 3 film speciali per un programma che sarà arricchito da incontri, interviste e presentazioni che si svolgeranno online nei giorni del festival.

Francesca Mazzoleni, regista e autrice

Giulio Casadei, direttore artistico

Matjasz Ivanisin, regista

A decretare il vincitore la giuria internazionale Matjaž Ivanišin, Giulio Casadei e Francesca Mazzoleni e la giuria popolare composta dagli spettatori del festival che potranno votare online dopo la visione di ogni film. Il film vincitore verrà inoltre proiettato durante la prossima edizione del Lago Film Fest, che si terrà dal 23 luglio al 1 agosto 2021.

Per arricchire l’esperienza del pubblico saranno condivise, all’interno del programma già disponibile sul sito ufficiale 3070docfest.com, le interviste con i registi dei documentari in cui si approfondiranno i temi trattati da ciascun opera e saranno fornite le informazioni utili alla corretta visione.

Un’attenzione particolare va agli studenti di scuole ed università, il cui accesso sarà gratuito.

Insieme a contribuire all’avvicinamento del pubblico più giovane al cinema, l’offerta cinematografica del festival diventerà uno strumento didattico di cui le scuole e le università potranno beneficiare. Gli studenti potranno venire a conoscenza di culture, storie e idee provenienti da tutto il mondo amplificando così la loro percezione e stimolando la sensibilità verso temi spesso delicati e l’acquisizione di una coscienza critica.

A supportare il progetto una rete di partner e collaborazioni di livello nazionale e internazionale che contribuiranno ad accrescere il valore e l’autorevolezza dell’iniziativa.

L’appuntamento è dunque su 3070docfest.com e per l’anno prossimo, a Vittorio Veneto.

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Petizione al sindaco di Belluno: no alla strada a scorrimento veloce vicino a scuole e case

"Oggi abbiamo consegnato al Sindaco della nostra città 552 firme di cittadini che chiedono all’Amministrazione Comunale di lasciar decadere una volta per tutte il...

Vertice Provincia-Enel. Padrin: «Abbiamo parlato di fasce di rispetto, presidi territoriali e investimenti futuri. Grazie al ministro D’Incà per aver fatto da tramite»

A seguito dell'incontro a Roma di metà dicembre, la Provincia di Belluno ha tenuto venerdì scorso in videoconferenza una riunione con i vertici di...

Calalzo di Cadore, piano di sviluppo per l’area di Lagole. De Carlo: “Reperire risorse per la gestione e un concorso di idee per sostenere...

Il Comune di Calalzo di Cadore punta ancora forte sull'area di Lagole: "Stiamo lavorando a un progetto che ne migliori la fruibilità e ci...

Video del Soccorso alpino e Cai: “Scegliete un’altra montagna, meno rischiosa ma non meno coinvolgente”

Milano, 16 gennaio 2020  "Scegliete un'altra montagna: meno rischiosa, ma non meno coinvolgente". Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico e il Club alpino italiano...
Share