13.9 C
Belluno
venerdì, Gennaio 22, 2021
Home Cronaca/Politica Appropriazione indebita aggravata e continuata. Denunciato dipendente della Mares Ortofrutta di Sedico

Appropriazione indebita aggravata e continuata. Denunciato dipendente della Mares Ortofrutta di Sedico

Carabinieri di Sedico

I carabinieri di Sedico, a conclusione delle indagini, hanno denunciato in stato di libertà per appropriazione indebita aggravata e continuata uno dei dipendenti dell’esercizio commerciale “Mares Ortofrutta” di Sedico.

L’uomo da almeno un anno si sarebbe appropriato costantemente di parte dell’incasso giornaliero del negozio arrivando alla somma complessiva di circa 18mila euro. I proprietari che si erano accorti dei consistenti ammanchi, si sono rivolti ai carabinieri che attraverso alcune attività specifiche riuscivano ad evidenziare le modalità di appropriazione del denaro. Avuta la certezza delle condotte illecite, intervenivano nei confronti del dipendente il quale, a seguito di perquisizione domiciliare, veniva trovato in possesso di 4000 euro circa, provento dell’appropriazione.

Share
- Advertisment -

Popolari

Rete elettrica. Incontro Provincia-Terna-ministro D’Incà. Padrin: «Chiediamo a Terna di conoscere i piani relativi all’intero Bellunese»

La Provincia di Belluno ha incontrato oggi i vertici di Terna, per continuare a ragionare dei miglioramenti infrastrutturali che riguardano le reti elettriche del...

Grandi opere. Padrin: «Belluno assente ma lavoriamo affinché le Olimpiadi risolvano i nostri gap». Bond: «Ennesima dimenticanza del Bellunese»

«Non posso dire di non essere sorpreso. Ma sicuramente le strategie relative alle Olimpiadi, pur non rientrando espressamente nella lista grandi opere per il...

Belluno, record di cassa integrazione. Paglini (Cisl): “A un passo dal baratro, serve un piano territoriale per l’occupazione e il rilancio”

"Eravamo preoccupati prima di leggere i dati, ma i numeri sono numeri e non lasciano spazio a interpretazioni: Belluno è la provincia veneta che...

Recovery Fund e Piano di Ripresa. 210 miliardi della UE da spendere e rendicontare entro il 2026. L’Italia sarà in grado? Probabilmente no

Il 2020 anno nefasto causa pandemia. Risalire si può, con le risorse UE (Recovery Fund e Piano di Ripresa e Resilienza Next Generation EU),...
Share