13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 15, 2021
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Due convegni e una lecture per Dolomiti Contemporanee il 17, 18, 20...

Due convegni e una lecture per Dolomiti Contemporanee il 17, 18, 20 novembre

Simone Sfriso e Alessandro Melis (Portsmouth School of Architecture) con G. D’Incà Levis in Progettoborca DC Foto: Nicola Noro

Prosegue l’attività di Dolomiti Contemporanee volta alla comunicazione delle pratiche e dei contenuti di progetto.
L’attività di approfondimento intellettuale, culturale e scientifico, ha nel progetto di Dolomiti Contemporanee un valore essenziale, al pari delle strategie e pratiche che si sviluppano quotidianamente all’interno dei siti-cantiere. Si tratta di un progetto di riferimento in Italia nella ridefinizione tematica e nell’approccio alla rigenerazione del Patrimonio, del Paesaggio e della Montagna. Una visione proiettiva, rinnovativa e contemporanea, è alla base di questo peculiare modello culturale operativo.

Nella terza settimana di novembre, tre appuntamenti significativi ci consentiranno di raccontare il nostro lavoro all’interno di contesti formativi e professionali qualificati, nei quali non di rado si avviano collaborazioni condivise con altre progettualità antischematiche votate alla rete.

Martedì 17 novembre, Gianluca D’Incà Levis, curatore DC, terrà una lecture agli studenti della Portsmouth School of Architecture che seguono il Corso 2020 dedicato all’ex Villaggio Eni di Borca di Cadore (Prof. Simone Sfriso).
I temi trattati saranno quelli della rigenerazione alpina, dell’interazione tra ricerca, arti e scienze; tra architettura, cultura dei luoghi, arte contemporanea; tra esigenze delle comunità e coprogettazione dello sviluppo territoriale.

Mercoledì 18 novembre, dalle 17:30, DC sarà presente al Convegno Alpi partecipate. Montagne in mostra, promosso da Fondazione Courmayeur Mont Blanc.
L’intervento di DC è intitolato Dolomiti Contemporanee, una strategia creativa di riattivazione per il Patrimonio e i territori.
Il convegno, curato da Francesca Chiorino e Marco Mulazzani, si occupa dell’ambiente montano come luogo di coinvolgimento culturale, esplorando le azioni rigeneratrici di installazioni artistiche ed esposizioni temporanee in alcuni luoghi simbolici delle Dolomiti.
E’ possibile partecipare registrandosi al seguente link: https://register.gotowebinar.com/register/1858700628297391632

Venerdì 20 novembre, dalle ore 16:00, DC parteciperà alla web-conference Riuso del Moderno due. Territorio, progetto, futuro e qualità. Sguardi e modalità operative per un rinnovato impegno civile degli architetti, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Rimini.
La cultura dell’innovazione, il recupero di siti dismessi, e la montagna quale spazio-cantiere a cui applicare processualità rigenerative, culturali e funzionali. Centrale l’idea di produrre immagini rinnovative, operando su ambiente naturale, territori e paesaggio in modo critico e proiettivo, e rifiutandone le letture stereotipe.

 

 

 

 

 

Share
- Advertisment -

Popolari

Il Tribunale di Belluno respinge il ricorso degli operatori sanitari collocati in ferie forzate perché si erano opposti alla vaccinazione

Con ordinanza n.328 ex art. 669 terdecies CPC del 6 maggio 2021 il Tribunale di Belluno, presidente del Collegio il dottor Umberto Giacomelli, respinge...

Fondo Ambiente Italiano. Gemellaggio tra il Fai Giovani di Belluno e quello di Bolzano per scoprire il rispettivo patrimonio di storia e arte

Non sempre tra Belluno e Bolzano si creano rivalità e competitività: un valido e significativo esempio di collaborazione e dialogo viene dai volontari dei...

Tib Teatro non si è arreso. Investimenti, tenacia e lavoro in tempo di pandemia. E nuovi importanti riconoscimenti

Belluno, 14 maggio 2021 - "Un anno e mezzo di pandemia, teatri chiusi, ferma la tournée dei nostri spettacoli, ferma la stagione Comincio dai...

Quattro eventi a Seravella per la “Rassegna delle rose 2021”. Deola: «Iniziative culturali e valorizzazione del territorio per uscire dalla crisi Covid»

È tutto pronto al Museo etnografico della Provincia per la "Rassegna delle rose 2021". Quattro eventi, fino all'inizio di giugno, che ruoteranno attorno allo...
Share